Crossboard 7

Sulla scia di Sonic...

Versione provata: Xbox 360

Il recente annuncio del ritorno di SSX mi ha gasato come più non poteva. Manca ancora parecchio alla sua uscita e forse per sopportare meglio l'attesa, che per il sottoscritto è diventata già insostenibile, ho deciso di raddoppiare. Ebbene sì, dopo lo "splendido" Sonic Free Riders mi sono assicurato anche la recensione di questo Crossboard 7.

Ammetto che prima di qualche giorno fa non avevo mai sentito parlare di questo gioco, che Konami, forse conscia del suo reale valore, ha ben nascosto nella sua line-up. A differenza del gioco dedicato a Sonic, qui i vostri piedoni virtuali non poggeranno su tavole gravitazionali ma su dei più canonici snowboard.

Non altrettanto canonici sono i protagonisti del gioco. Piuttosto che farvi impersonare dei "banali" snowboarder vestiti all'ultima moda, la casa di PES e Silent Hill ha deciso di dare una svolta decisiva al gameplay di Crossboard 7, inserendo come atleti degli alieni di un imprecisato pianeta del sistema.

Il design dei personaggi non è certo indimenticabile, per non dire orrendo, ma magari sarebbe passato inosservato se tutto il resto avesse funzionato a dovere. Rispetto a Sonic Free Riders avrete a disposizione un maggior numero di modalità di gioco, ma un design dei tracciati di qualità inferiore.

1

I protagonisti del gioco sembrano usciti da un mazzo di carte di Yu-Gi-Oh, ma volendo si possono anche utilizzare gli Avatar.

Nonostante manchi una vera e propria modalità Carriera (o Campionato, o Story Mode... chiamatelo come vi pare), Crossboard 7 offre comunque una discreta quantità di eventi, in parte mutuati da quelli dello sport reale, come nel caso del Super G, dello Slalom, della Discesa Libera o dell'Half-Pipe. A questi sono state aggiunte delle modalità alternative come il Volo Continuo, simile al salto con gli sci, o la Caccia ai Palloni che mi ha ricordato fortemente uno dei mini giochi inseriti nell'immortale Final Fantasy VII.

Nonostante si tratti di un gioco principalmente dedicato allo snowboard, mi ha sorpreso vedere come alcune gare siano state ambientate in posti decisamente inconsueti come deserti, distese laviche e canyon. Almeno in questo, gli sviluppatori hanno dimostrato una certa creatività.

Assolutamente identica a quella di Sonic Free Riders è invece la postura che dovrete assumere per giocare, a prescindere dalla modalità scelta: laterale rispetto al televisore. Anche in questo caso per effettuare curve e derapate è necessario inclinarsi avanti e indietro rispetto alla perpendicolare, per esibirsi in trick sono richieste delle piroette e per saltare, ehm... bisogna saltare.

Commenti (16)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

  • Caricamento...