Shift 2: Speedhunters Pack

Need for Speed incontra Fast and Furious.

Versione provata: Xbox 360

Nel caso in cui vi sia capitato di vedere un qualsiasi film della serie cinematografica di Fast & Furious, le gare Drag e Standing Mile, seppur in una veste "illegale", vi saranno senz'altro molto familiari.

Per chi non lo sapesse si tratta di due discipline automobilistiche, sconosciute ai più, in cui due o più piloti si sfidano lungo un semplice rettilineo nel tentativo di spingere i motori delle proprie auto oltre il limite. Lo scopo? Arrivare primi al traguardo o, nel caso degli eventi Standing Mile, stabilire la velocità massima più alta.

Essenzialmente si tratta dunque di eventi molto semplici, ma ciò non toglie che padroneggiarli richieda pazienza e dedizione, specie per quanto riguarda il giusto utilizzo del motore della propria vettura . Grazie a un'attenta quanto pregevole implementazione, gli sviluppatori sono infatti riusciti a far sì che eventi potenzialmente noiosi e fin troppo semplici risultino appaganti e soprattutto stimolanti... in alcuni casi anche più dei quelli tradizionali.

La chiave di questo successo, almeno per il sottoscritto, è stata l'imposizione del cambio manuale (gestibile con lo stick analogico destro come se fosse un cambio sequenziale) al fine di incoraggiarci a "giocare", nel verso senso della parola, con il motore della nostra auto.

Intervenendo sui rapporti delle marce potremo infatti scegliere se puntare tutto sull'accelerazione, a discapito di una velocità massima inferiore, o se trovare un buon compromesso tra velocità massima e progressione, che possa così garantirci una buona spinta iniziale e un'andatura sostenuta lungo tutto l'arco della breve gara che ci si appresta ad affrontare.

Nella maggior parte dei casi le nostre vittorie dipenderanno dalla potenza del motore, con bolidi che superano i 1000CV per una velocità superiore ai 400km/h. Come però recitava un vecchio spot, "la potenza è nulla senza controllo": un motore troppo potente farà infatti sì che la vostra auto sbandi al momento della partenza e che sia più instabile anche a fronte di leggeri movimenti del volante. Ciò vuol dire che, così come in realtà, dovrete imparare a conoscere il vostro mezzo prima di poterlo sfruttare al massimo delle sue potenzialità.

Una tale velocità non solo rappresenta un'affascinante novità per il prodotto stesso, ma al contempo esalta una delle feature migliori e più caratteristiche dell'esperienza, ovvero la visuale in soggettiva, un vero must per assaporare il reale fascino di queste nuove discipline.

Viaggiare a una media di 300km/h spalla a spalla con i propri avversari e gli occhi fissi sul contachilometri, rende le gare estremamente intense e coinvolgenti, facendo percepire il miglio o, come nelle Drag, il quarto di miglio, ben più lungo di quanto non sia in realtà. Avete idea di quanto una tale distanza possa risultare "infinita" se la si percorre al fianco di un avversario che non sembra perdere terreno indipendentemente da quanto si cerchi di spingere il proprio motore? È un'esperienza da provare!

Il trailer di presentazione

Nel complesso gli eventi non sono purtroppo numerosissimi (7 per ciascuna delle due tipologie di gara) ma a rendere il tutto più interessante vi sono 14 nuove auto, tra cui due bolidi sbloccabili, 6 tracciati inediti, diversi dal punto di vista stilistico ma strutturalmente identici, e ovviamente l'implementazione delle due tipologie di gara sopracitate anche nel comparto multiplayer online. Insomma, anche dopo la fine dei due nuovi campionati proposti, avrete ulteriori costanti stimoli per continuare a sperimentare le auto a vostra disposizione ed i loro relativi assetti personalizzabili.

In definitiva lo Speedhunters Pack si dimostra dunque un contenuto di pregevole fattura il cui principale pregio è quello di proporre, attraverso due discipline dedicate, un'esperienza di guida fondamentalmente inedita se non per i vecchi appassionati della serie (Most Wanted, Underground 2 e Pro Street proponevano infatti gare di Drag).

Il singleplayer non vi terrà purtroppo occupati per più di un paio d'ore ma ci sono concrete possibilità che, dopo aver dominato entrambe le discipline, decidiate di continuare a correre e sperimentare nel tentativo di ottenere dei tempi sempre migliori, specie, come detto, online. Perché diciamocelo, in fin dei conti l'automobilismo non ruota forse proprio intorno a questo?

8 / 10

Lo Speedhunters Pack è disponibile su Xbox Live al prezzo di 800 Microsoft Point e sul PlayStation Network per €9.99.

Leggi la nostra guida al punteggio Shift 2: Speedhunters Pack Davide Persiani Need for Speed incontra Fast and Furious. 2011-06-02T10:40:00+02:00 8 10

Commenti (2)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

  • Caricamento...