Fez - review

Un po' platform. Un po' puzzle. Genio totale!

Versione provata: Xbox 360

Finalmente il momento è giunto, e Fez è arrivato su Xbox Live Arcade dopo mesi e mesi di attesa fremente. Eravamo in tanti ad attenderlo e alcuni hanno cercato di ingannare il tempo giocando surrogati come Crush3d per Nintendo 3DS, ma il risultato finale è stato solo un continuo aumentare della salivazione.

Per quei due o tre che non ne hanno mai sentito parlare, è doveroso un breve riepilogo. Fez è un puzzle-platform molto particolare, sia dal punto di vista grafico che per quanto riguarda il gameplay. Per quanto riguarda il primo siamo davanti ad un gustosissimo e irresistibile "vecchio stile 16-bit tirato a lucido grazie all'alta definizione".

1

Mai come per questo gioco si può dire che la soluzione spesso si nasconde proprio dietro l'angolo.

Forse non avrà la personalità di uno Sword & Sworcery, ma sfido chiunque a non soffermarsi a guardare la miriade di dettagli che compongono ogni livello senza versare almeno una lacrimuccia di nostalgia, mentre la porzione di cervello preposta alla memoria sussurra con un filo di voce "perché non fanno più giochi così?".

Le meccaniche di gioco sono altrettanto semplici ma al tempo stesso profonde ed intriganti. Lo scopo del gioco è trovare un certo numero di cubi sparsi nei livelli che, una volta raggruppati in elementi più grandi, apriranno porte verso altri livelli, che conterranno altri cubi, che apriranno altre porte e così via. Semplice? A dirsi sicuramente, a farsi molto meno.

I poteri del piccolo protagonista dalla testa a parallelepipedo (e il colorito alquanto pallido) gli vengono a quanto pare donati da un copricapo speciale, il Fez che dà appunto il titolo al gioco. Grazie ad esso il nostro eroe, che per la cronaca si chiama Gomez, è in grado di cambiare "prospettiva" a tutto quello che lo circonda, ma in maniera leggermente diversa da altri giochi simili, come ad esempio l'ultimo Paper Mario.

"La visuale può essere ruotata solo lungo l'asse orizzontale e in quattro angolazioni diverse"

La visuale, infatti, può essere ruotata solo lungo l'asse orizzontale e in quattro angolazioni diverse. Può sembrare poco ma vi assicuro che l'incredibile design dei livelli realizzato dal team di sviluppo fa sì che questa "feature" sia più che sufficiente per mettere a dura prova la vostra materia grigia.

Il trailer di Fez.

Mentre inizialmente tutto sembra piuttosto basilare, andando avanti nel gioco i suddetti cubi saranno posizionati in luoghi sempre più complessi e apparentemente irraggiungibili. Dico apparentemente, perché non esistono imprese impossibili in Fez!

Un oggetto vi sembra troppo distante e quel salto proprio non vi riesce? Provate a girare lo schermo e tutto acquisterà un senso. Un abisso largo come il Mississipi improvvisamente potrebbe diventare poco più di un semplice saltello, mentre trappole apparentemente mortali in realtà potrebbero anche trasformarsi in passaggi segreti.

Ovviamente questo tipo di "trucchi" con il passare del tempo richiede meditazioni sempre più lunghe e una buona coordinazione cervello/mano non guasta, visto che le meccaniche platform si fondono quasi completamente a quelle da puzzle game.

2

Nonostante la grafica minimalista, la varietà delle ambientazioni del gioco Polytron è davvero eccellente.

Il sistema di controllo aiuta molto in questo, visto che di più semplici sarebbe davvero difficile pensarne. Un tasto per il salto, una direzione (su) per entrare nelle porte e uno stick, o la croce direzionale per spostarsi. A questo vanno aggiunti solo i tasti dorsali che permettono di ruotare lo schermo in senso orario e antiorario.

"Il gioco è pieno di segreti e per scoprirli tutti non vi basterà sudare le proverbiali sette camicie"

Come ulteriore chicca, il gioco è pieno zeppo di segreti e per scoprire quelli meglio nascosti non vi basterà sudare le proverbiali sette camicie. Uno di questi, ad esempio, è celato nella primissima "location" che visiterete... basta capire come arrivarci!

Non mancano poi simpatici omaggi ad alcuni giochi storici. La prima volta che aprirete un forziere, ad esempio, non potrete non notare un'assonanza sonora e stilistica con una famosa saga Nintendo che ha come protagonista un certo Link... ma questo è solo uno dei cameo più evidenti e vi sfidiamo a trovare gli altri.

Per quanto riguarda la longevità, molto dipende anche dal vostro modo di pensare e di approcciarvi a Fez. Alcuni lo troveranno difficile ma neanche troppo, altri un vero incubo. Certo è che se avete intenzione di scovarne tutti i segreti, sicuramente non lo porterete a termine in un solo giorno. Preparatevi inoltre a qualche bel mal di testa perché i puzzle più avanzati, non necessari comunque per completare il titolo, sono davvero terribili.

Sei minuti di gameplay per vedere come si gioca a Fez.

Tra i pochi difetti rilevati durante il test vanno fatte notare alcune incertezze del motore grafico, che di tanto in tanto sembra "balbettare" durante alcuni caricamenti e nei passaggi di livello più impegnativi. In sporadiche occasioni ci sono state anche pause di un paio di secondi e se questo accade durante un salto la cosa risulta piuttosto fastidiosa, ma fortunatamente il gioco non ha checkpoint e fa ricominciare l'avventura dall'ultima piattaforma toccata. Si tratta comunque di problemi occasionali e già noti agli sviluppatori che, a quanto pare, stanno già provvedendo a realizzare un'apposita patch per correggerli.

Il rapposto qualità/prezzo di Fez è sicuramente uno dei migliori che si siano mai visti su Xbox Live Arcade, al punto che anche se il gioco fosse stato venduto a 1.200 Punti Microsoft, sarebbe stato comunque eccellente. Per "soli" 800 MP, invece, sarebbe un peccato mortale non installarlo sui vostri hard disk!

9 / 10

Leggi la nostra guida al punteggio Fez - review Daniele Cucchiarelli Un po' platform. Un po' puzzle. Genio totale! 2012-04-18T10:44:00+02:00 9 10

Commenti (17)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

  • Caricamento...