The Elder Scrolls V: Skyrim - Dawnguard: la guida completa 5

La soluzione per le missioni: Toccare il cielo, Sentenza di sangue

The Elder Scrolls V: Skyrim - Dawnguard - soluzione, guida, trucchi, tattiche e strategie

TOCCARE IL CIELO

La Caverna di Darfall si trova nord est Markarth e ad ovest di Solitude. Il dungeon in cui verrete mandati non riserverà grandi trappole o problemi dato che dovrete semplicemente seguire il corso dell'acqua sino ad arrivare dal Paladino Gelebor, il custode del santuario interno che vi chiederà aiuto. Ora la vostra missione sarà quella di eliminare il fratello di Gelebor, ossia l'Arciprete. Per poterlo fare dovrete viaggiare per cinque templi e recuperare in ognuno di essi un campione di acqua.

Il primo tempio lo potrete trovare in fondo ad un semplice dungeon molto lineare, al termine del quale vi verrà aperto un portale verso la Valle Dimenticata. Gli altri quattro santuari si trovano Valle Dimenticata, facilmente individuabili grazie ai segnalatori di missioni presenti nella mappa.

Attenzione però giunti in prossimità di un lago ghiacciato, dove volendo potete apprenderete anche una parola di un urlo, quello che prosciuga la vita, se lo espolerete vi troverete di fronte a due draghi molto potenti, NAASLAARUM e VASLARUM. Inoltre, andando verso il quarto santuario - quello che dall'indicatore sembra interno a un'altra struttura, dovrete attraversare il crepaccio glaciale e sbucare in un'altra zona della Valle Dimenticata, dove troverete l'ultimo Santuario. Quindi non vi resta che tornare indietro e riportare l'acqua al santuario principale.

A colpo d'occhio noterete subito che c'è qualcosa che non va, l'interno del santuario è adornato da decine e decine di corpi congelati, un'opera della vostra prossima vittima l'arciprete Vyrthur.

Una volta arrivati di fronte a Vyrthur e ascoltato il classico discorso sulla fame di potere, verrete attaccati dalle sue statue di ghiaccio. Il combattimento risulterà abbastanza impegnativo. Una volta liberata la stanza l'arciprete vi attaccherà e si allontanerà per portarsi in una zona più aperta per lo scontro finale. Eliminatelo e tornate a parlare con Gelebor il Paladino.

SENTENZA DI SANGUE

Con l'arco e la verità della profezia in tasca, il vostro ultimo passo è quello di affrontare il capo dei vampiri, il padre di Serana. Parlate prima con Isran per preparare l'attacco finale. Attenzione: Harkhon vi chiederà di dargli l'arco di Auriel, qualunque sia la vostra scelta verrete comunque attaccati, sta a voi scegliere se difendervi o meno con l'arco, dotato di 20 Frecce Solari elfiche, molto potenti.

Il raduno pre battaglia sarà a Castel Volkhiar, da Harkhon capo dei vampiri, dove verrete attaccati da un folto battaglione nemico che cercherà in tutti i modi di bloccarvi il passaggio.

Anche dentro il castello avrete il vostro bel da fare per proteggervi dagli attacchi dei seguaci di Harkon ma arriverete in breve tempo nella sua stanza dove dovrete affrontarlo con il vostro Arco di Auriel, se lo avete ancora. Durante il combattimento evocherà dei mostri e si ricaricherà spesso alla fontana. Se avrete l'arco potrete colpirlo quando si allontana per ricaricarsi

Ucciso Harkhon potrete intingere le freccie nel suo sangue per creare le Frecce della maledizione di sangue elfica, inoltre Serana può diventare una vostra compagna d'avventura, scelta interessante, perché potrete usare il suo sangue per creare altre frecce della maledizione di sangue elfica.

Bene, la nostra guida finisce qui, alla prossima!

Commenti

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

  • Caricamento...