Animal Crossing: New Leaf - review

La vita è bella se presa con leggerezza.

Arredare, cacciare insetti e pescare non è mai stato più divertente che in Animal Crossing: New Leaf.

Una delle serie più amate e vendute di Nintendo, stranamente, non porta il nome di Mario, né ha a che vedere col baffuto idraulico. È oltretutto un videogioco piuttosto strano, a metà strada tra un simulatore di vita e un MMO, senza particolari obiettivi da conseguire, dal ritmo pacato e popolato da strani esserini dal delizioso senso dell'umorismo. Ma è comunque un'esperienza profonda e magnetica, che dietro ad una patina piuttosto infantile nasconde centinaia di ore di gioco adatte all'età di qualsiasi videogiocatore.

Stiamo parlando ovviamente di Animal Crossing, serie giunta Europa nel 2004 su GameCube, che con New Leaf festeggia il suo debutto su Nintendo 3DS con il quarto attesissimo capitolo. In Animal Crossing: New Leaf impersonerete un giovane (o una giovinetta) appena trasferitosi in un'amena cittadina rurale popolata da simpatiche creature antropomorfe. Questo villaggio, il cui nome lo deciderete voi, è stato precedentemente amministrato dal buon Tortimer, ma ha bisogno di forze fresche per rinnovarsi e richiamare nuovi cittadini. La Via degli Acquisti, a nord della ferrovia, ha infatti molti locali sfitti, il museo è senza attrazioni e tanti sono gli spazi aperti inutilizzati. Persino il buon mr. Resetti è stato sfrattato e ha bisogno di un nuovo centro per tornare operativo.

1

La Casa dei Sogni vi consentirà di visitare in qualsiasi momento le città di amici o personaggi famosi.

E proprio quando la popolazione ha cominciato la ricerca di un nuovo governante, voi scenderete dal treno; senza nemmeno consultarvi verrete investiti del gravoso compito di sindaco della cittadina. Gravoso perché per realizzare una delle nuove avveniristiche opere pubbliche, infatti, saranno necessarie tantissime stelline, la moneta locale. I vostri concittadini parteciperanno all'impresa ma la raccolta fondi graverà principalmente sulle vostre spalle, impegnandovi per i mesi a venire. Come da tradizione, infatti, anche Animal Crossing: New Leaf è stato costruito per diluire i propri contenuti in di un arco temporale molto lungo, che procederà parallelo alla vostra vita di tutti i giorni.

Questo perché il gioco si collegherà all'orologio interno del Nintendo 3DS per poter regolare lo scorrere del tempo. Ogni stagione, infatti, sarà contraddistinta da uno specifico clima, oltre che da una flora e una fauna particolari. Le lucciole compariranno solo nelle serate estive, così come le lumache in quelle più umide. Questo è importante per la vostra economia, dato che l'unico modo che avrete per accumulare stelline sarà quello di raccogliere tutto ciò che la natura vi offre per rivenderlo presso Ricicla & Ricrea. Ogni giorno, infatti, sparsi per il villaggio ci saranno quattro fossili, una trappola, oltre che nuovi frutti, conchiglie e un numero praticamente infinito di insetti e pesci. Ogni attività richiede uno specifico strumento, da acquistare presso Marco & Mirco, due procioni gemelli che hanno un negozio nella Via degli Acquisti.

"Il gioco si collegherà all'orologio interno del Nintendo 3DS per poter regolare lo scorrere del tempo"

Pesci, fossili, opere d'arte e insetti, oltre ad essere particolarmente remunerativi, possono essere portati presso il museo che li raccoglierà per migliorare la propria collezione. Più ricco sarà lo spazio espositivo e maggiore sarà la capacità della vostra città di attirare nuovi cittadini e opportunità. Oltre alle classiche mansioni quotidiane, infatti, vi saranno alcune attività saltuarie da cogliere al volo: la domenica potrete comprare le rape da rivendere al momento giusto approfittando della fluttuazione del loro prezzo, mentre ogni tanto passerà Volpolo, il venditore di opere d'arte, dal quale dovrete cercare di non prendere fregature; a intervalli regolari, infine, verranno organizzati tornei di pesca o altre attività simili.

2

Ecco come si presenta Animal Crossing: New Leaf nei due schermi del 3DS.

Praticamente ogni giorno, infatti, Animal Crossing: New Leaf propone alcune novità che vi spingeranno a prendere in mano il gioco anche solo per vedere cosa si sono inventati gli sviluppatori. Il rovescio della medaglia è che il titolo di Nintendo difficilmente vi spingerà a lunghe sessioni continuative per via della mancanza di obiettivi tangibili oltre al "farmare" soldi, fondamentali sia che vogliate portare a termine l'espansione della casa o ultimare l'opera pubblica avviata.

I primi istanti di gioco saranno piuttosto estranianti per i giocatori classici, non molto avvezzi a doversi piegare alle esigenze e ai ritmi imposti. Una volta avviati dei lavori, infatti, occorrerà aspettare come minimo una giornata prima di vedere l'opera compiuta, lasciandovi apparentemente senza nulla da fare fino alla mattinata successiva.

Inizialmente, anche per via della mancanza di Resetti a tenervi in riga, la tentazione di portare avanti e indietro l'orologio della console per accelerare i tempi sarà piuttosto forte, ma una volta entrati nell'ottica di Animal Crossing: New Leaf e sbloccate le prime attività secondarie, sarà decisamente più semplice attendere un nuovo giorno.

"Il ruolo di sindaco vi consentirà di indirizzare la vita cittadina in base alle vostre esigenze"

Il ruolo di sindaco vi consentirà di indirizzare la vita cittadina in base alle vostre esigenze, oltre che di costruire dei miglioramenti urbanistici per semplificare la vostra esistenza e quella dei concittadini. Attraverso le ordinanze, infatti, potrete scegliere che tipo di città sarà la vostra: selezionando 'notturna' i negozi rimarranno aperti fino a tardi, mentre scegliendo 'bella' otterrete una mano dai vostri compaesani a mantenere tutto in ordine.

Le opere pubbliche vi consentiranno invece di agire sulla conformazione morfologica dell'abitato. Inizialmente, infatti, con tutta probabilità costruirete un nuovo ponte per raggiungere velocemente la parte dal villaggio tagliata fuori dal fiume, mentre in seguito potreste decidere di ampliare il museo, costruire il Centro Resetti, posizionare lampioni e persino allestire una caffetteria.

Oltre a questi obiettivi sul medio-lungo termine, gli sviluppatori hanno trovato tantissimi stratagemmi per tenervi impegnati quotidianamente, come per esempio l'ABC, ovvero un punteggio che riassumerà il valore estetico della vostra casa, la possibilità di ascoltare della musica presso il LOL, il locale più alla moda del vostro villaggio, o l'opportunità di visitare un'isola tropicale dove potersi dedicare alla pesca, alla raccolta di insetti e frutti esotici o all'immersione. Quest'ultima è una novità di Animal Crossing: New Leaf e consentirà di nuotare alla ricerca di animali e piante acquatiche da rivendere o consegnare al museo.

3

Ecco uno scorcio delle attività commerciali che vi metterà a disposizione il gioco.

Presso l'isola troverete anche diverse Escursioni da compiere in compagnia di altri tre amici, reclutabili sia attraverso internet sia in rete locale. Queste vi vedranno impegnati in competizioni di pesca, in sfide all'ultimo palloncino o in gare di memoria. Questi minigiochi sono piuttosto divertenti, soprattutto se fatti con gli amici, e consentono persino di acquistare oggetti e mobili rari, grazie ai quali arricchire la vostra casa.

Le Escursioni non sono oltretutto l'unica novità prevista per il gioco online. Attraverso il Quartiere Sbirciacase sarà possibile visitare la casa delle persone incrociate tramite StreetPass. Questo vi darà modo di avere dei modelli ai quali ispirarvi per la vostra cosa e di acquistare qualche oggetto raro presente nelle loro collezioni che per qualche motivo non avete ancora trovato.

"Nel caso in cui anche un vostro amico stia giocando, potrete decidere di visitare in diretta la sua città"

La Casa del Sogno consentirà, invece, di visitare una versione "cristallizzata" del villaggio di un altro utente. Essendo un sogno non sarà possibile interagire coi proprietari e tutte le vostre azioni non avranno ripercussioni sul lavoro svolto dagli altri giocatori. Sarà possibile in questo modo osservare lo stato di avanzamento della partita di un amico, utilizzando un apposito codice, o visitare la città di un altra persona, magari famosa, che ha messo a disposizione la propria mappa.

Nel caso in cui anche un vostro amico stia giocando a Animal Crossing: New Leaf potrete decidere di visitare in diretta la sua città. Una volta scambiato il famigerato codice amico basterà andare nei pressi della stazione per visitare il suo villaggio, tramite rete locale se presente nella stessa stanza o attraverso internet nel caso in cui siate lontani. In questo modo sarà possibile lavorare insieme, visitare l'isola e compiere le Escursioni, oltre che recuperare oggetti e frutti che magari non sono disponibili nella vostra partita.

Le cose da fare sono davvero tantissime e siamo sicuri che gli sviluppatori abbiano in serbo molte sorprese per i prossimi mesi, come oggetti speciali da distribuire tramite SpotPass o i soliti tenerissimi festeggiamenti delle principali festività, come il Natale o il Capodanno. I vostri vicini di casa, con le loro divertentissime espressioni, con i semplici tratti caratteriali e la riuscita estetica, entreranno ben presto nel vostro cuore e vi troverete presto a voler chiacchierare con loro, assecondandoli portando a termine alcune semplici commissioni o invitandoli a casa vostra.

Il trailer più recente di Animal Crossing: New Leaf.

Gran parte del merito di questa empatia va da ricercarsi nello straordinario lavoro di caratterizzazione fatto da Hal Laboratory. La grafica di Animal Crossing: New Leaf è infatti volutamente tenera e colorata, perfetta nelle sue rotondità e tinte a pastello. L'effetto stereoscopico garantito dal Nintendo 3DS è di pregevole fattura e il tutto si muove in maniera fluida e senza tentennamenti, con tempi di caricamento davvero ridotti. Strepitose anche le musiche che vanno da melodie di sottofondo davvero orecchiabili alle straordinarie canzoni di Remo e K.K. Slider.

"Parte del successo deriva anche dall'adattamento in Italiano"

Parte del successo deriva però anche dall'adattamento in Italiano, praticamente perfetto nel restituire l'umorismo demenziale di cui è permeato il gioco, dai dialoghi strampalati coi propri vicini di casa, alle divertenti frasi che seguono la cattura di un insetto o di un pesce.

Non mancano alcune sbavature come dei tentennamenti a trovare la rete, o un inventario non sempre agile e flessibile, ma impallidiscono di fronte alla quantità di contenuti e alla cura riversati in questo capitolo.

Animal Crossing: New Leaf è l'episodio più completo e divertente della serie Nintendo. Oltre a un numero spropositato di pesci e insetti da catturare, alle nuove possibilità di personalizzazione estetica del vostro personaggio e della vostra casa e ai tanti nuovi negozi, Nintendo ha riempito il gioco di cose da fare, come alcune attività da portare a termine con gli amici o diverse possibilità per visitare i loro villaggi. Gli amanti della serie non dovrebbero farselo scappare, tutti gli altri hanno dovrebbero invece dargli una possibilità: magari cadranno vittima dell'irresistibile umorismo del gioco Hal Laboratory.

A conti fatti è stata un'operazione semplice, come catturare un pesce chirurgo.

9 / 10

Leggi la nostra guida al punteggio Animal Crossing: New Leaf - review Luca Forte La vita è bella se presa con leggerezza. 2013-06-04T17:00:00+02:00 9 10

Commenti (25)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

  • Caricamento...