WRC 4 FIA World Rally Championship - prova

Il rally made in Italy è pronto per la gara.

Milestone ci ha presentato WRC 4 FIA World Rally Championship, la nuova rigorosa simulazione di rally Made in Italy.

Milano - Giunta al quarto capitolo, la serie WRC si appresta ad entrare nella piena maturità e ha bisogno da una parte di consolidare e accontentare la propria fanbase, ascoltando i suoi feedback e lavorando per sistemare i problemi emersi nelle ultime edizioni, dall'altra di gettare le basi per i capitoli futuri che per forza di cose dovranno fondarsi sulla nuova generazione di console.

Per il team milanese di Milestone questi due obiettivi sono conseguibili solo puntando tutto sul realismo dell'esperienza e sulla simulazione delle gare, due elementi fondamentali per provare ad immergere completamente il giocatore all'interno dell'universo WRC.

Per questo motivo gli sviluppatori hanno lavorato per ampliare l'offerta ludica all'interno del gioco, in modo tale che ogni tipologia di utente possa trovare al suo interno i contenuti che meglio di adattano alle sue esigenze.

WRC 4 sarà suddiviso in tre principali modalità. La prima è il Rally Mode, ovvero quella parte di gioco che riflette in tutto e per tutto la licenza FIA. Ci saranno infatti tutti i 65 i piloti WRC con le rispettive macchine, suddivisi nella 4 categorie ufficiali. Ovviamente saranno riprodotte fedelmente anche le 13 location nelle quali si svolgono le diverse tappe, ognuna caratterizzata da una serie di percorsi specifici per ogni stage.

3

Nella Carriera partirete dalla Junior WRC e approderete nella WRC Classica. Quanto velocemente dipenderà dalle vostre prestazioni.

Una delle principali novità di quest'anno è la possibilità di correre con condizioni di luce differente. Questo da una parte dà l'idea della progressione del tempo tra uno stage e l'altro, dall'altra influenzerà anche il gameplay, dato che la luce cambierà ovviamente il vostro raggio visivo, costringendovi nel caso di gare notturne a fidarvi del vostro navigatore per ovviare alla vostra scarsa visibilità.

"WRC 4 sarà suddiviso in tre principali modalità"

Nella modalità Rally dovreste oltretutto notare il lavoro che Milestone ha svolto in questi ultimi dodici mesi, volto a raccogliere direttamente dai team ufficiali tutta una serie di dati, informazioni e settaggi fondamentali per approfondire l'aspetto simulativo del gioco e per provare a restituire dei comportamenti della macchina e delle sospensioni più realistiche.

Questa vicinanza tra il team di sviluppo e le scuderie ha consentito a Milestone di sistemare un aspetto particolarmente inviso ai fan del gioco: quello dell'audio. Fino a WRC 3, infatti, i rumori prodotti dai motori non hanno mai convinto i veri appassionati di questa disciplina, essendo troppo generici e mal registrati. In WRC 4 gli sviluppatori sfrutteranno campionamenti presi in loco con tutta una serie di microfoni posizionati nei punti chiave della macchina, che dovrebbero consentire di ottenere un risultato più realistico per ogni modello di macchina.

Tornando a parlare della struttura del gioco possiamo dire che tornerà la Carriera, ovvero la modalità nella quale interpreterete un pilota in erba che tenterà la scalata nel competitivo mondo della WRC. Ovviamente all'inizio partirete dai team minori della Junior WRC e, a furia di prestazioni, attirerete le attenzioni dei team più quotati che cercheranno di ingaggiarvi di farvi salire di categoria. Lo sviluppo della Carriera non sarà infatti lineare come quello dello scorso anno, e sarà pesantemente influenzato dai vostri risultati in pista. Dimostrandovi abili affiancherete Loeb dopo poche prove, in caso contrario maturerete con calma nelle serie minori.

"Fino a 16 giocatori (6 su PS Vita) gareggeranno online contemporaneamente sullo stesso circuito"

Infine vi sarà la componente multigiocatore, in cui fino a 16 giocatori (6 su PS Vita) gareggeranno online contemporaneamente sullo stesso circuito. Per rimanere fedeli allo spirito di WRC la competizione avverrà attraverso dei ghost che non influenzeranno la vostra gara, ma allo stesso tempo vi mostreranno la posizione e le traiettorie avversarie spingendovi a dare sempre di più. Tornerà anche la modalità Hotseat, che vi consentirà di sfidare altri tre amici offline.

Una delle principali novità, che interesserà soprattutto gli entusiasti del genere, è la grande compatibilità di WRC 4 con praticamente tutti i volanti disponibili in commercio sulle tre piattaforme di riferimento. Questo è importante soprattutto su PC, dove tali periferiche prosperano e consentono davvero di avere i più svariati setup. Si potrebbe infatti scegliere di utilizzare solo il volante e la pedaliera fino ad arrivare alla simulazione più completa, con tanto di frizione e cambio a 6 marce.

4

Ogni location è ricostruita in tutti i suoi dettagli.

Ovviamente a margine della presentazione è stato possibile provare il gioco su di un PC collegato ad un volante, con ovviamente force feedback, pedaliera e cambio manuale. Con tutti gli aiuti disattivati WRC 4 si è dimostrato una discreta bestia da domare, dato che richiede un feroce utilizzo di sterzo e controsterzo per aggiustare le traiettorie sui percorsi più sconnessi e per uscire agilmente dalle curve a gomito. Le risposte del volante si sono rivelate piuttosto convincenti, tanto da richiedere un discreto sforzo fisico per mantenere il controllo della macchina e per contrastare la forza centrifuga che nelle curve più strette.

"Il team milanese ha migliorato il suo motore grafico per renderlo il più stabile e pulito possibile"

Per fortuna di fianco alla versione PC c'era una comoda PlayStation 3 che tramite pad e con qualche aiuto attivato si è dimostrata più malleabile e soprattutto adatta anche a coloro che non sono alla ricerca di una simulazione rigorosa.

Tecnicamente parlando abbiamo apprezzato il buon lavoro svolto dal team milanese, che ha migliorato il suo motore grafico per renderlo il più stabile e pulito possibile, soprattutto su console. Manca ancora la ricchezza di dettagli e la cura di alcune produzioni concorrenti, ma considerando il budget a disposizione di Milestone possiamo già dire che è stato svolto un discreto lavoro, soprattutto su PC dov'è possibile attivare diversi filtri grafici, aumentare la risoluzione e ovviamente raggiungere i 60 frame al secondo.

Dal punto di vista artistico abbiamo apprezzato l'utilizzo delle luci ambientali, che oltre a dare la sensazione di progressione del tempo riesce a donare ad alcune piste un aspetto incantevole e romantico, forse non necessario, ma di sicuro apprezzabile.

Come ogni anno il lavoro di Milestone si rivolge alla schiera di appassionati di rally sparsi per il mondo. In WRC 4 gli sviluppatori hanno provato a sfruttare ancora più intensamente questa importante licenza per restituire a giocatori parte delle emozioni e delle sensazioni del campionato del mondo di rally. Il lavoro di ripulitura del codice partendo dagli aspetti negativi fatti emergere dai fan, è la dimostrazione di come il team tenga al suo gioco e ai suoi acquirenti, e dovrebbe finalmente portare WRC a convincere tutti.

Ricordiamo che WRC 4 FIA World Rally Championship arriverà il prossimo 25 ottobre su Xbox 360, PlayStation 3, PC e PS Vita.

Commenti

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

  • Caricamento...