Terraria - review

Un mondo 2D dentro la PS Vita.

La magia di Terraria prende vita anche sulla portatile di Sony: scopriamo con quale risultato.

Versione provata: PlayStation Vita

La prima versione PC di Terraria è uscita nel maggio 2011, mentre nel marzo 2013 ha visto la luce quella per PS3 e Xbox360, molto apprezzata dal nostro Luca Signorini che l'ha premiata con un bel 9. Volendo essere precisi, verso la fine dello scorso agosto è uscita anche l'edizione iOS/Android, con qualche limitazione e a dir poco scomoda da gestire. Il che ci porta ad oggi, con Terraria che approda anche sulla portatile di casa Sony. Spenderemo nuovamente alcune parole per spiegare di cosa si tratti, per chi non abbia mai seguito il titolo in precedenza e, magari incuriosito, sia giunto su queste pagine per leggere il nostro parere.

Sviluppato dai ragazzi di RE-Logic, software house indipendente, Terraria è una sorta di RPG con alla base un mondo dinamico, da modellare o demolire a nostro piacimento, il tutto nella gloria delle due dimensioni. A molti ricorderà Minecraft, tralasciando ovviamente il fatto che quest'ultimo è 3D, soprattutto per la possibilità d'interagire completamente col mondo di gioco, costruire, scavare e così via. Ma possiamo dire che le similitudini finiscano qui, in quanto Terraria ha molto altro da offrire, restando sempre un sandbox ma con una marcia in più.

Analizzando il menù principale, oltre all'ovvia voce Gioca ne troveremo altre due molto utili per chi del mondo di Terraria conosca poco o nulla: la prima è il classico tutorial, dove ci verrà insegnato come usare i vari strumenti a nostra disposizione per costruire, combattere e così via. Il tutorial non è obbligatorio ed è utile per capire i fondamentali del gioco; porta via solo una decina di minuti ed è consigliabile portarlo a termine. La seconda voce interessante è invece la guida che spiega come giocare, una breve raccolta d'informazioni utili, alcune presenti anche nel pratico tutorial, accessibile in qualsiasi momento.

1

Il tutorial ci mostra come compiere i primi passi.

Terminato il tutorial si può accedere al gioco vero e proprio, dove l'unico vero limite è la nostra fantasia. I mondi di Terraria sono talmente vasti da garantire innumerevoli ore di divertimento e la fase iniziale è molto semplice, con la canonica creazione del personaggio dove sceglieremo capelli, colore degli occhi e via dicendo. Fatto questo dovremmo decidere che nome dare al nostro mondo, la sua dimensione (che può essere piccola, media o grande) e se permettere o meno ad altri giocatori di unirsi alla partita. Quest'ultima opzione è modificabile in ogni momento.

"I mondi di Terraria sono talmente vasti da garantire innumerevoli ore di divertimento"

Compiuti questi piccoli e semplici passi verremo catapultati finalmente nel nostro nuovo mondo, completamente personalizzabile, in cui saremo completamente indifesi se non per quei pochi oggetti base nel nostro inventario, indispensabili per iniziare l'avventura. A farci compagnia vicino al punto di partenza troveremo però un simpatico personaggio sempre pronto a dispensare consigli, utili soprattutto nelle prime fasi di gioco.

Da qui in avanti quello che faremo sarà dettato solo dalla nostra inventiva: grazie alle numerose possibilità di creare oggetti saremo liberi di costruire tutto ciò che ci passa per la testa, a patto chiaramente di avere le materie prime per farlo. Nel mondo troveremo ogni sorta di materiale da raccogliere utilizzando lo strumento adatto, sia esso un piccone, un'ascia o un martello.

7

1. Gestire l'inventario trascinando gli oggetti con le dita è veramente di una comodità unica.

Grazie a quanto raccolto potremo dare sfogo alla nostra vena creativa e costruire case, torri, castelli e chissà cos'altro. Inoltre ci verrà offerta la libertà di esplorare in ogni dove e scavando in profondità andremo incontro ad insidie sempre maggiori, fino a raggiungere un vero e proprio livello sotterraneo pieno di pericoli ma anche di tesori preziosi.

"Scavando in profondità raggiungeremo un vero e proprio livello sotterraneo pieno di pericoli ma anche di tesori preziosi"

Questo è grosso modo Terraria: spiegarvi nel dettaglio ogni particolare vorrebbe dire dilungarsi oltremodo, rischiando di rovinarvi la sorpresa e togliendovi il gusto dell'avventura, e questa non è certamente la nostra intenzione.

Non è però tutto qui e visto che stiamo parlando della versione per PS Vita, non poteva mancare l'integrazione delle sue funzionalità. Non potendo sfruttare l'aiuto di un mouse, come accade nella versione per PC, gli sviluppatori si sono dovuti inventare un sistema per far sì che il loro nome e le loro generazioni future non venissero maledette ogni qual volta un oggetto viene posizionato in maniera errata. Di conseguenza è stata inserita la possibilità di usare, oltre allo stick destro, anche il touchpad posteriore, utile per aiutarci a posizionare, scavare, tagliare e compiere tutte le altre azioni che richiederebbero l'utilizzo di un cursore, senza rendere la cosa frustrante.

6

1. La nostra modesta dimora, in fase di sviluppo, ci offrirà un riparo durante la notte.

Un'altra integrazione è stata ovviamente il touch screen, grazie al quale non solo potremo ingrandire e rimpicciolire la schermata di gioco a nostro piacimento ma anche selezionare rapidamente tutti gli oggetti presenti nella barra rapida, posizionata in alto sullo schermo. E per la gioia di molti si potrà utilizzare l'inventario con un veloce e quanto mai comodo drag & drop, una vera manna dal cielo. Il resto dei comandi invece è abbastanza simile alla versione per console.

"Sono disponibili sia il cross-play, per giocare anche su PS3, sia il cross-save"

Visto che sentiamo già le voci di chi ha comprato a suo tempo l'edizione per PS3, che sarebbe interessato all'acquisto ma non se la sente di ricominciare tutto da zero, ci sentiamo subito di rassicurarvi: sono disponibili sia il cross-play, per giocare indifferentemente su entrambe le console, sia il cross-save. Tutto questo vi permetterà di trasportare sulla portatile di Sony i vostri salvataggi e proseguire ovunque siate: non si poteva chiedere di meglio.

Questa versione per PS Vita inoltre porta con sé le novità dell'aggiornamento 1.2, ovvero 12 nuovi articoli e ricette, oltre 20 nuovi temibili nemici e 2 nuovi sfavillanti set di armature per difendervi. Tutto questo chiaramente va ad aggiungersi ai numerosi ambienti da esplorare, alle 200 ricette, ai 25 materiali da costruzione e agli oltre 100 mostri e 30 abitanti da ingaggiare.

Terraria mostra in video le novità delle versioni console.

Tirando dunque le somme, quello che ci si presenta è un ottimo prodotto che viaggia chiaramente fuori dai canoni cui ci hanno abituato i giochi di quest'ultima generazione. Il misto tra divertimento e sfida fanno di Terraria un titolo che non ha nulla da invidiare ad altri con grafiche più complesse, mentre il multiplayer fino ad 8 giocatori, il cross-play e il cross-save lo rendono sfruttabile ovunque senza perdere mai i propri progressi.

Le possibilità pressoché infinite che ci offre il gioco, insieme al numero di ore di divertimento garantito, valgono in tutto e per tutto il prezzo d'acquisto di 14,99 euro. E gli abbonati al PSN Plus spenderanno anche il 10% meno.

7 / 10

Leggi la nostra guida al punteggio Terraria - review Thomas Guidetti Un mondo 2D dentro la PS Vita. 2013-12-17T16:00:00+01:00 7 10

Commenti (4)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

  • Caricamento...