Rayman Fiesta Run - review

Continua la corsa della melanzana senza gambe.

Seguito dell'acclamato Jungle Run, Rayman Fiesta Run ne riprende le meccaniche con nuove ambientazioni, nuovi bonus e una differente progressione dei livelli. Bisserà il successo?

Se la missione di Rayman Legends era migliorare quanto fatto con Origins, quella di Rayman Fiesta Run è senza dubbio bissare il successo di Jungle Run nell'ambito dei titoli alla Canabalt.Ma se Jungle Run si frammentava in piccoli mondi basati sulle abilità dell'uomo melanzana, in Rayman Fiesta Run sono i Lum a tracciare il cammino.

La progressione del gioco è infatti sviluppata lungo un percorso tortuoso lungo il quale troverete livelli, regali e personaggi aggiuntivi. Più Lum collezionate, più avanzate lungo il cammino, più livelli sbloccate. Un modo semplice e diretto per incoraggiarvi a raccogliere tutto ciò che trovate, ripetendolo lo schema fino ad ottenere una corsa perfetta.

I livelli, anche se piccoli, sono veramente ben disegnati e sfruttano lo stesso engine, l'UBIart, usato per i titoli su console. Le ambientazioni sono ovviamente tutto fuorché serie e variano da enormi barbecue pieni di salsicce saltellanti a ghiacciai su cui scivolare di pancia, passando per fabbriche dove tutto crolla attorno e distese di ciambelle piene di zucchero.

2

Il bonus che vi indica la via da seguire è utilissimo nei livelli più intricati.

Non fatevi tuttavia ingannare dall'atmosfera buffa di Rayman Fiesta Run, perché per ottenere un punteggio massimo in ogni livello non sono ammessi errori di sorta. Calibrare ogni salto e imparare a memoria ogni livello, ripetendolo così tanto da poterlo fare a occhi chiusi, è il minimo richiesto per sbloccare tutto lo sbloccabile. Senza considerare che ogni perfect darà accesso a una versione ancora più difficile dello stesso schema. Una piega decisamente "hardcore" per un gioco che, tutto sommato, si rivolge a pubblico casual, e che garantisce una discreta longevità ai maniaci del 100%.

"In teoria potreste anche spendere denaro reale ma non sentirete mai il bisogno di aprire i cordoni della borsa"

Se il gioco si fa troppo duro potete spendere qualche Lum all'inizio del livello per ottenere una seconda vita o l'utilissima guida, un bonus che crea una scia da seguire e che vi mostra cosa fare e quale strada prendere per raccogliere tutti i Lum nel livello.

In teoria potreste anche comprare i Lum che vi mancano spendendo denaro reale ma il gioco ve ne tira così tanti addosso di quegli affarini gialli, che non sentirete mai il bisogno di aprire i cordoni della borsa. Ottimo, perché un gioco di Rayman pieno di limitazioni e costantemente proteso con la mano per spillarvi qualche spicciolo, dopo avervi già chiesto 2,69 euro, sarebbe stato veramente una brutta sorpresa.

Il trailer di lancio di Rayman Fiesta Run.

E invece con tre euro vi portate a casa un gioco longevo, divertente, bello da vedere e perfetto sia per una partitella veloce che per spenderci un'oretta. Se proprio vogliamo cercare il pelo nell'uovo, la sua dinamica di sbagli e tentativi, necessaria per completare ogni livello al 100%, associata a saltuarie imprecisioni legate all'interfaccia touch, possono spostare la lancetta da "divertente " a "fustrante" in alcuni momenti, ma rimane comunque uno dei migliori modi di adattare il genere platform ai giochi mobile.

8 / 10

Leggi la nostra guida al punteggio Rayman Fiesta Run - review Lorenzo Fantoni Continua la corsa della melanzana senza gambe. 2013-12-19T10:30:00+01:00 8 10

Commenti (1)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

  • Caricamento...