FX Calcio 2.0 - review

Sembra una patch ma non lo è!

A distanza di sei mesi FX Interactive propone la seconda versione di FX Calcio. Basterà per non sembrare una semplice patch?

Versione provata: PC

Poco più di sei mesi fa vi presentammo FX Calcio, ovvero il tentativo da parte dell'ammirevole FX Interactive di riportare nei negozi PC Calcio, o perlomeno quello che rimane del suo spirito. Nelle intenzioni degli sviluppatori c'era la voglia di andare a coprire la nicchia di mercato degli amanti dei manageriali di calcio "della domenica", spaventati dall'enorme complessità ormai raggiunta da Football Manager e che dalla scomparsa di PC Calcio deambulano sperduti tra supermercati ed edicole alla ricerca di qualcosa che possa soddisfare i loro bisogni.

Se da una parte la solita cura nel confezionare il prodotto da parte di FX e il prezzo competitivo rappresentano sicuramente un ottimo biglietto da visita per tornare ai fasti del passato, dall'altra le eccessive semplificazioni e le limitazioni del gioco ci hanno impedito di consigliarlo anche ai nostalgici della vecchia serie.

Il successo commerciale dev'essere stato comunque notevole, tanto da spingere il publisher italo/spagnolo a investire per rivedere completamente il suo prodotto in base alle tante indicazioni ricevute dai fan. Solo che al posto di programmare una corposa patch, FX Interactive ha deciso di confezionare una nuova versione del gioco, FX Calcio 2.0. Sarà stata una mossa azzeccata?

1

La personalizzazione degli stadi ritorna in maniera profonda e convincente.

Il cambiamento più evidente tra le due versioni è quello estetico: tutti i menù di gioco sono stati ridisegnati per essere sia più accattivanti, sia più comprensibili, con finestre a comparsa che spiegano il funzionamento di determinate meccaniche di gioco e uno stile più distintivo, grazie al quale capire al volo per esempio il ruolo preferito di un determinato giocatore, ma anche come si comporterebbe se utilizzato in un'altra parte del campo. In un gioco fondamentalmente basato su tabelle e statistiche tra le quali navigare alla ricerca del campione preferito o della formazione migliore, è molto importante che l'organizzazione di queste schermate sia chiara ed accattivante. Da questo punto di vista il lavoro di FX è ottimo.

"Tutti i menù di gioco sono stati ridisegnati per essere sia più accattivanti, sia più comprensibili"

Il secondo cambiamento è riscontrabile nella profondità strategica dell'esperienza. Si potrà come al solito decidere la formazione e la filosofia tattica, ma anche agire sul singolo giocatore per fargli interpretare la stessa posizione in campo in un modo o in un altro a seconda delle sue caratteristiche. Per fare un esempio, Lloriente (o chi per esso, dato che il gioco non ha ancora le licenze ufficiali) in posizione centrale potrà fare il centravanti, mentre se preferiremo schierare l'alter ego di Tevez sarà meglio impostarlo come finalizzatore. Ogni calciatore guadagnerà determinati tratti durante la stagione che ne determineranno l'atteggiamento o il rendimento durante le partite successive. Dopo una tripletta, per esempio, il vostro attaccante avrà il morale alle stelle, cosa che gli farà dare tutto in campo anche la domenica successiva.

Molte di queste cose sono però una semplice revisione della struttura vista all'opera nella prima versione del gioco. La reale novità è che finalmente potrete cambiare anche in corsa la tattica della vostra squadra, modificando la formazione, facendo cambi o suggerendo al volo ai vostri giocatori cosa fare, in pieno stile Conte. Nella speranza che non diciate a Caceres di fare un retropassaggio con Cristiano Ronaldo nelle vicinanze.

2

La fase di gestione tecnica è sempre piuttosto semplice da leggere ma i nuovi menù sono particolarmente accattivanti.

Questa idea è particolarmente interessante per due ragioni: la prima è che ognuna di queste strategie ha una durata ed un numero di utilizzi limitato, cosa che vi spingerà ad utilizzarle solo nel momento più opportuno, per evitare di sprecarle malamente. La seconda ragione è che negli allenamenti potrete migliorare la durata e l'efficacia di tali strategie, oltre che disegnare completamente quella chiamata "giocata collaudata". In questo modo, durante la gara non sarete solo degli spettatori inermi ma potrete provare ad influenzare la partita scegliendo lo schema più adatto a quello che sta succedendo in campo.

"Il modo in cui FX Calcio 2.0 simula la partita getta dei dubbi sull'attendibilità simulativa del prodotto"

La terza grande novità è data dalla gestione dello stadio. Sarà finalmente possibile tornare a decidere la sua espansione, le tribune, il prezzo di ingresso, ecc... Non solo: ogni parte dello stadio avrà degli slot da riempire con determinati servizi in grado sia di migliorare l'appetibilità del biglietto venduto che la qualità del terreno da gioco, diminuendo in questo modo l'incidenza degli infortuni o della stanchezza sulla vostra squadra. Infine, costruendo un impianto luci adeguato ed ampliando a sufficienza le tribune, lo renderete idoneo ad ospitare finali continentali.

Se tutti questi elementi danno finalmente maggior compiutezza e senso all'esperienza di FX Calcio 2.0, vi è un ultimo tallone di Achille che gli sviluppatori non sono ancora riusciti a sistemare: il motore di gioco delle partite in 3D. Il problema non è solo una questione estetica, anche se la resa dei vari atleti è proprio povera e le animazioni sono molto basilari, ma è il modo in cui FX Calcio 2.0 simula la partita a gettare dei dubbi sull'attendibilità simulativa del prodotto. Vedere difensori che vengono attraversati dalla palla e non riescono a fermare un avversario o le squadre che sono incapaci di imbastire un'azione d'attacco, ci fa chiedere a cosa servano le statistiche di cui ogni atleta è fornito o come le nostre indicazioni o gli allenamenti possano determinare l'assoluta mancanza di gioco del nostro team.

3

Durante la partita sarà possibile dare delle indicazioni al volo alla vostra squadra. Attraverso l'allenamento prolungherete il loro effetto.

Coloro che hanno l'abitudine di simulare tutte le partite o vedere solo le azioni migliori nemmeno noteranno questo problema, ma è sicuramente questo l'elemento chiave per il quale il prodotto di FX non può ancora essere considerato una valida alternativa a Football Manager. Perché un conto è rendere il gioco semplice da approcciare e padroneggiare, un altro è fornire una componente importante del gioco non all'altezza del resto della produzione. Non ci spieghiamo poi perché gli sviluppatori si ostinino a voler realizzare un motore in tre dimensioni, dato che la visualizzazione 2D della partita, quella storica sia di PC Calcio che di Football Manager, rimane sempre la migliore e non richiederebbe grossi budget per essere implementata degnamente.

FX Calcio 2.0 fa dunque un paio di passi in avanti rispetto al gioco di sei mesi fa ma presenta ancora alcune lacune che potrebbero limitarne l'appetibilità. La prima è sicuramente la capacità di simulare le partite, troppo grezza sia nella resa estetica, sia in quella funzionale. La seconda è la mancanza di licenze ufficiali. C'è sempre l'editor di gioco ma non poter utilizzare sin da subito la Serie A o la Liga potrebbe essere un limite per molti. L'ultima criticità è rappresentata dalla vicinanza col precedente capitolo. Sei mesi sono davvero troppo pochi per uscire con una nuova versione e un modello economico così aggressivo potrebbe stancare velocemente l'utenza. Rimane comunque un prodotto interessante, che se continuerà a crescere così velocemente potrà dire presto la sua sul mercato.

6 / 10

Leggi la nostra guida al punteggio FX Calcio 2.0 - review Luca Forte Sembra una patch ma non lo è! 2013-12-23T16:00:00+01:00 6 10

Commenti (1)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

  • Caricamento...