Senran Kagura Burst - review

Eroine a tutto tondo.

Abbiamo giocato a lungo la versione Pal di Senran Kagura: Burst. Entrate anche voi nel magico mondo del fan service!

Versione provata: 3DS

Fermi tutti! Lo so che siete andati a sbirciare il voto e già immagino le facce indignate di molti di voi. "Com'è possibile che Senran Kagura abbia preso lo stesso voto di Castlevania: Lords of Shadow 2 e di tanti altri giochi di ben altro livello"? Se vi siete posti questa domanda avete sbagliato completamente approccio, visto che ci troviamo di fronte a un titolo particolare e dedicato a un target ben preciso.

Paragonare Senran Kagura a un qualsiasi gioco "normale" sarebbe sbagliato e fuori luogo, visto che stiamo parlando di un progetto nato e cresciuto attorno al fan-service e che non ha mai cercato di nascondere la propria natura.

Perfino gli spot pubblicitari sono stati studiati per scherzare sull'atmosfera ecchi di questo picchiaduro a scorrimento e sulle reazioni che il suo acquisto potrebbe suscitare nei negozianti e nei clienti.

3

Mentre durante i combattimenti l'effetto 3D non viene utilizzato, nelle trasformazioni Shinobi si comporta a meraviglia.

Fatta questa dovuta precisazione posso finalmente iniziare a descrivervi l'esperienza che vi troverete fra le mani una volta caricato questo titolo. Senran Kagura Burst non è altro che un semplice picchiaduro a scorrimento in cui formose liceali se le danno di santa ragione sfruttando arti marziali e tecniche ninja.

Se raccolti in un unico progetto, i concetti di ninja, arti marziali, forme abbondanti ed erotismo possono trasformarsi in una combinazione a dir poco esplosiva che i giapponesi hanno scoperto già molti anni fa.

Non a caso il primo Senran Kagura venne sviluppato nel periodo in cui le vendite del Nintendo 3DS stentavano a decollare, nel tentativo di sostenerle a colpi di fan-service.

Il primo Senran Kagura, però, era troppo vuoto e piccolo anche per la media dei giochi di quel genere, motivo per cui pochi mesi dopo venne commercializzato Senran Kagura Burst, versione ben più ricca e corposa del titolo originale.

Ed è proprio questa versione ad aver finalmente raggiunto il mercato europeo. In Burst è possibile seguire la durissima battaglia tra due scuole di ninja rivali, ognuna caratterizzata da personaggi appartenenti agli stereotipi classici dei manga e degli anime nipponici.

Si va dalla tipica protagonista determinata al genio solitario, passando per l'immancabile ragazza di buona famiglia o per la sbadata dagli atteggiamenti infantili (vi risparmio i termini tecnici. Se amate il genere li conoscerete sicuramente).

"Ninja, arti marziali, forme abbondanti ed erotismo possono trasformarsi in una combinazione a dir poco esplosiva"

2

Accumulando esperienza con i vari personaggi si sale di livello sbloccando nuove combo e tecniche speciali.

A seconda della fazione scelta all'inizio si hanno immediatamente a disposizione cinque ragazze ninja, con la possibilità di sbloccarne una sesta inizialmente non selezionabile. Questo porta a un totale di dodici personaggi, ognuno caratterizzato da manie, complessi, passioni e atteggiamenti ben delineati.

La storia di Senran Kagura viene raccontata tra una missione e l'altra attraverso brevi segmenti in stile graphic novel, con dialoghi banali e pensati unicamente per dare libero sfogo al più volte citato fan-service. E per mettere in mostra una gran quantità di curve, naturalmente.

Le chiare origini di Senran Kagura si traducono nell'esposizione costante ed esasperata delle forme delle protagoniste e nei dialoghi spesso ammiccanti, il tutto accompagnato dalle superbe prestazioni delle doppiatrici.

Quando non si è impegnati a seguire una trama a base di traumi infantili, difficoltà di integrazione, amicizia, dimensione del seno, ambizione e mille altre tematiche care alla tradizione dell'animazione giapponese, ci si trova all'interno alle classiche ambientazioni degli anime a picchiare selvaggiamente gli avversari.

"La storia di Senran Kagura viene raccontata tra una missione e l'altra attraverso brevi segmenti in stile graphic novel"

Il trailer europeo di Senran Kagura Burst

A seconda della missione selezionata i nemici sul campo di battaglia variano dalle classiche teppiste (con gonna lunga e mascherine sul volto) a diverse tipologie di ninja (ognuna caratterizzata da attacchi specifici), ma all'occorrenza è possibile imbattersi in bizzarri pupazzi meccanici o in studentesse grasse o esageratamente muscolose.

Quando non si affrontano nemici generici, invece, ci si trova a dover sconfiggere uno dei personaggi giocabili della fazione avversaria, dettaglio che aggiunge un pizzico di difficoltà in più alla sfida.

Il sistema di combattimento di Senran Kagura è semplice, lineare e non fa gridare al miracolo, ma in alcune occasioni riesce anche a garantire qualche soddisfazione. Ogni personaggio è contraddistinto da caratteristiche ben precise in termini di velocità di movimento, capacità di salto, rapidità e potenza degli attacchi.

A prescindere dalla ninja selezionata ci si può affidare agli attacchi deboli associati al tasto Y, a quelli potenti associati al tasto X, al salto e alla schivata. Sfruttando a dovere questi elementi è possibile scagliare i bersagli in aria e seguirli per continuare a infierire prima di toccare nuovamente terra, in modo da inanellare serie di combo che possono superare senza problemi i 1000 colpi di seguito.

"Il sistema di combattimento di Senran Kagura è semplice, lineare e non fa gridare al miracolo"

1

Alcune missioni, se affrontate in modalità Frantic, possono risultare particolarmente difficili.

Purtroppo la scarsa varietà di combinazioni a disposizione tende a far scemare presto l'interesse e dopo una prima fase di sperimentazione è inevitabile trovarsi a ripetere costantemente le stesse tecniche ancora e ancora.

Per cercare di ovviare alla monotonia del sistema di combattimento i programmatori hanno inserito un paio di elementi utili a rendere le cose più "frizzanti". La prima è la trasformazione Shinobi, attivabile tramite la pressione del dorsale sinistro dopo aver riempito l'apposito indicatore.

Una volta attivata questa abilità parte automaticamente un video che mostra la trasformazione della protagonista e il suo cambio abito in perfetto stile Sailor Moon, con tanto di biancheria al vento e piroette coreografiche. Una volta entrati in questo particolare stato è possibile sfruttare potenti tecniche segrete chiamate Ninja Art e godere di un utile bonus all'attacco e alla difesa.

Durante i feroci scontri con gli avversari, inoltre, subendo una quantità eccessiva di danni i vestiti delle protagoniste si danneggiano lasciando le fanciulle in costume da bagno e mettendo in mostra la mercanzia.

"La scarsa varietà di combinazioni a disposizione tende a far scemare presto l'interesse"

4

Ora capite perché si tratta di un gioco basato sul fan-service?

Se tutto questo non vi dovesse bastare, i programmatori hanno aggiunto al cocktail un'opzione chiamata Frantic Mode, attivabile premendo i due tasti dorsali all'inizio di ogni missione.

In questo modo è possibile rinunciare ai vestiti e affrontare l'intera missione in costume da bagno, ottenendo importanti bonus in attacco e penalità altrettanto marcate in difesa. Completando tutte le missioni in Frantic Mode, inoltre, si viene ricompensati con un bonus tutto da scoprire.

A seconda dell'approccio utilizzato durante le missioni si ottengono punti Yin o punti Yang, i primi per i giocatori più aggressivi e appassionati della modalità Frantic, gli altri per gli utenti più tecnici che amano sfruttare al meglio le trasformazioni Shinobi.

Tecnicamente parlando Senran Kagura non è certo una meraviglia, ma riesce comunque a svolgere bene il proprio dovere. Seppur leggermente squadrati i modelli poligonali dei personaggi principali appaiono gradevoli e ben animati, con una particolare attenzione per alcune parti anatomiche (no, non mi riferisco alle dita delle mani) e le espressioni del volto.

Se durante le missioni l'impatto globale non è dei migliori, complice un frame rate ballerino e le ambientazioni spoglie, in quelle narrative il gioco a sicuramente più convincente grazie a una serie di gradevoli illustrazioni e a un comparto audio impreziosito dalle ottime prestazioni dei doppiatori.

Il lato fan-service di questo titolo 3DS, invece, può essere tranquillamente considerato over 9000. Tra vestiti sbloccabili, costumi da bagno, gadget con cui personalizzare l'aspetto delle combattenti (ce ne sono di veramente assurdi) e vocine carine che sottolineano praticamente ogni azione all'interno dei menu, Senran Kagura è perfettamente in grado di soddisfare le aspettative di chi ama questo genere di esperienze.

"Tecnicamente parlando Senran Kagura non è certo una meraviglia"

Ecco il filmato di apertura del gioco.

Nonostante i suoi numerosi difetti, quindi, Senran Kagura: Burst è un buon acquisto per gli amanti del fan-service giapponese e saprà ripagare la fiducia accordatagli con diverse ore di gioco e tantissimi extra da sbloccare.

L'importante è che, ritirando la vostra copia al negozio o scaricandola dall'eShop, siate ben consapevoli del tipo di prodotto a cui vi state avvicinando.

7 / 10

Leggi la nostra guida al punteggio Senran Kagura Burst - review Filippo Facchetti Eroine a tutto tondo. 2014-02-28T16:12:00+01:00 7 10

Commenti (26)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

  • Caricamento...