Eurogamer.it

Ubisoft pubblica i risultati finanziari 2015 / 2016

Una conclusione dell'anno fiscale piuttosto positiva.

Nella giornata di oggi Ubisoft ha condiviso i suoi risultati finanziari relativi all'anno fiscale 2015/2016, terminato lo scorso 31 marzo.

Queste le parole di Yves Guillemot, CEO dell'azienda:

"Abbiamo concluso l'anno fiscale 2015/2016 in maniera piuttosto positiva, il tutto è andato secondo i piani: le performance commerciali di titoli come Far Cry Primal e The Division hanno superato le nostre aspettative, inoltre anche nelle nostre offerte relative al multigiocatore hanno tratto enormi vantaggi, le community di utenti non sono mai state così attive come in questi periodi. The Division ha registrato circa 9,5 milioni di giocatori registrati, i quali hanno una durata di gioco giornaliera media pari a 3 ore. Tutto ciò non fa che consolidare il nostro benessere finanziario", ha spiegato.

Ha poi continuato:

"Da 20 anni a questa parte siamo diventate una delle aziende di riferimento dell'industria videoludica, creatrice di storici brand di successo. Inoltre abbiamo conosciuto negli ultimi anni un netto incremento di guadagno derivato dai contenuti digitali. In questo contesto non siamo intenzionati a fermarci: uno dei nostri obbiettivi fondamentali resta l'espansione ad oltranza", ha concluso Guillemot.

Precisiamo che Ubisoft ha incassato nell'ultimo anno fiscale ben €1,394.0 milioni, un guadagno leggermente in calo se paragonato a quello dell'anno fiscale precedente, attestato a €1,463.8 milioni, ma comunque più alto delle previsioni, fissate a €1,360.0 milioni.

A contribuire al grosso dei guadagni sono stati sicuramente alcuni fattori chiave, come la pubblicazione di Tom Clancy's The Division, Tom Clancy'S Rainbow Six Siege e Far Cry Primal. Inoltre titoli come The Division e Rainbow Six Siege hanno, contro ogni aspettativa, instaurato una community di giocatori massiccia ed estremamente attiva. A seguire troviamo poi l'intero catalogo digitale di Ubisoft, che ha fatto rimpinguare le casse dell'azienda francese.

Altri dati importanti riguardano le regioni geografiche di maggiore interesse economico: il Nord America detiene il podio con il suo 47%, l'Europa segue con il 43% e il resto del mondo si accaparra il rimanente 10%.

Per quanto concerne la piattaforma predominante per gli affari di Ubisoft, PlayStation 4 svetta in prima posizione con il 48%, a seguire Xbox One (31%) e Xbox 360 (1%).

1

Commenti

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!