Eurogamer.it

Abbiamo testato i Joy-Con di Switch: soffrono davvero di problemi di desincronizzazione?

Vediamo se la patch del day-one ha risolto i problemi di connettività.

Aggiornamento: L'aggiornamento del day-one di Nintendo Switch è stato reso disponibile e alcune persone online riferiscono che installando la patch con i Joy-Con collegati viene aggiornato anche il firmware dei controller, risolvendo così i problemi di desincronizzazione. Ma funziona davvero? Purtroppo no. Abbiamo aggiornato la nostra console con i controller collegati e abbiamo ripetuto la serie di test descritti qui sotto. In tutti i casi, il raggio d'azione e la stabilità della connessione di ciascun Joy-Con rimangono gli stessi e il controller sinistro continua ad avere una portata decisamente inferiore rispetto al destro. Eurogamer ha contattato Nintendo diverse volte per informarla di questo problema.

Nota del traduttore: Nintendo ha risposto ammettendo l'esistenza del difetto, imputando la causa dei problemi di connettività dei Joy-Con di Switch a possibili fonti d'interferenze, come ad esempio acquari e forni a microonde.

Articolo originale: Un problema ricorrente menzionato in diverse anteprime dell'hardware di Nintendo Switch nei giorni scorsi, riguarda la qualità della connessione wireless tra la console e i suoi controller Joy-Con. Sono arrivate diverse segnalazioni di problemi che riguardano il Joy-Con sinistro in particolare, che si desincronizza momentaneamente dall'unità principale, non permettendo agli utenti di Switch di controllare correttamente i propri giochi.

joycon

Tra tutti i redattori di Eurogamer, Oli Welsh è quello ad aver trascorso più tempo con il sistema, avendo recensito The Legend of Zelda: Breath of the Wild. Per la maggior parte del tempo il gameplay non ha presentato difetti, tuttavia in un paio di occasioni il Joy-Con sinistro è sembrato perdere contatto senza che ci fossero ostacoli evidenti tra il controller e la console. Switch era inoltre posizionata ad un solo metro di distanza dal Joy-Con. In un paio di altre occasioni, in circostanze simili, il controllo si è interrotto e i Joy-Con hanno smesso di rispondere oppure hanno risposto in modo anomalo agli input di movimento dell'analogico. In tutti i casi, l'interruzione è durata alcuni secondi per poi sistemarsi da sola.

Fino a che punto questo è un vero problema? È solo il controller sinistro ad essere colpito da questo difetto? Dopotutto, in Breath of the Wild il Joy-Con sinistro controlla il movimento del personaggio, e in realtà il malfunzionamento momentaneo potrebbe aver colpito entrambi i controller ma è possibile che quello destro non fosse utilizzato in quel momento. Il Digital Foundry ha scelto di sfruttare un po' delle sue conoscenze per capire se la potenza del segnale sia effettivamente uguale o no in entrambi i controller. Morale della favola? Anche se non abbiamo riscontrato gli stessi problemi di Oli nel nostro test condotto in tempi più limitati, possiamo confermare che un Joy-Con è sincronizzato meglio con la console rispetto all'altro.

Abbiamo testato ciascun Joy-Con a varie distanze, usando il menu di calibrazione della console per far ruotare su se stesso ogni analogico, cercando di scovare anche la più piccola differenza di segnale. In una stanza piccola non abbiamo riscontrato alcun tipo di problema, neppure giocando in modalità portatile. In effetti entrambi i Joy-Con funzionano bene da oltre otto metri di distanza se ci troviamo in una stanza più grande. Tutto fila liscio anche quando le persone ci passano davanti, fino a quando i controller sono puntati verso lo schermo.

Qualità di sincronizzazione del Joy-Con Joy-Con sinistro (puntato in avanti) Joy-Con sinistro (ostacolato) Joy-Con destro (puntato in avanti) Joy-Con destro (ostacolato)
1 metro Perfetto Perfetto Perfetto Perfetto
2 metri Perfetto Cali leggeri Perfetto Perfetto
3 metri Perfetto Cali pesanti Perfetto Perfetto
4 metri Perfetto Cali pesanti Perfetto Perfetto
5 metri Perfetto Cali pesanti Perfetto Cali leggeri
6 metri Perfetto Nessuna risposta Perfetto Cali pesanti

C'è però un problema: se uno dei due Joy-Con viene ostacolato troppo, il controller sinistro mostra una connessione decisamente più debole rispetto al destro. Entrambi i Joy-Con invece perdono il segnale quando vengono coperti completamente con le mani o messi dietro alla schiena. Anche a una distanza di due metri, se il Joy-Con sinistro viene ostacolato inizia a perdere la connessione, producendo un movimento circolare più incostante nella schermata di calibrazione. Tenendolo in quella posizione, a tre metri di distanza si ottiene un segnale irregolare mentre a sei metri si perde quasi del tutto la connessione. Puntando però il controller di nuovo in avanti, funziona immediatamente.

Il Joy-Con destro non mostra in egual misura questi problemi, tuttavia essi sono comunque presenti. L'interruzione del segnale si verifica in modo leggero a cinque metri di distanza e ancora una volta solo con quando si tiene il controller dietro la schiena. Entrambi i controller vedono quindi un'interruzione del segnale se ostacolati, sebbene quello di sinistra sia sicuramente più sensibile da questo punto di vista. Ma questo è davvero un problema? Sicuramente, per la gran parte del tempo in cui si gioca, andrà tutto bene. La forza del segnale in generale è resistente ma non come lo sarebbe per un normale gamepad.

Che lo si tenga in spazi piccoli e chiusi o premuto contro qualcosa che ne ostacoli il segnale, la situazione non cambia. È però curioso che ci sia quella differenza tra i due Joy-Con. Dopotutto il Joy-Con destro ha soltanto due caratteristiche specifiche aggiuntive rispetto a quello sinistro, ossia il puntatore a infrarossi aggiuntivo e il chip NFC. Oltre a questo i due controller sono davvero identici e non siamo in grado di individuare esattamente da dove nasca questa differenza.

A prima vista il nostro test presenta una prova certa che un controller ha una connessione più stabile con l'unità di base rispetto all'altro, ma nel complesso non abbiamo avuto troppi problemi una volta conosciuti i limiti del sistema. Quello che però ci preoccupa maggiormente è che, anche se poco frequenti, i malfunzionamenti momentanei del controller di cui ci ha parlato Oli sono accaduti ad una distanza molto ravvicinata rispetto alla macchina. Ha sicuramente trascorso più tempo di noi usando Switch e, visto che si posizionava molto vicino alla console, ci saremmo aspettati una sincronizzazione solida come una roccia per tutto il tempo.

Ciò significa che la debolezza del segnale del controller sinistro potrebbe presentare ulteriori problemi anche ad un raggio d'azione più vicino, in maniera molto più intermittente. I nostri test, uniti ad una serie di segnalazioni fatte da quei pochi giornalisti che hanno ricevuto la console prima del lancio, ci portano a domandarci se questo problema si intensificherà con una diffusione della macchina su scala mondiale, una volta che verranno venduti milioni di unità.

Commenti (20)

Crea un account

O