Eurogamer.it

Atomine - prova

Scopriamo il twin-stick shooter procedurale di Broken Arms Games.

Tra i giochi da provare presso lo stand di Eurogamer.it al Let's Play che si sta tenendo in questo momento a Roma troviamo Atomine, un twin stick shooter procedurale sviluppato da Broken Arms Games. Questo studio italo-australiano ha già all'attivo una manciata di titoli per dispositivi mobile, ma con Atomine è finalmente pronto a fare il grande salto nel mondo PC e console.

L'idea che sta alla base dello sparatutto di Broken Arms Games è decisamente interessante: nel gioco si ripercorre la storia di STUXNET, la prima arma creata sotto forma di virus per Microsoft Windows ideata per spiare e infettare i sistemi informatici industriali, e nello specifico quelli del governo iraniano. La struttura di Atomine non si discosta molto dal classico twin stick shooter con visuale top down e infatti lo scopo è quello di eliminare tutti i nemici presenti nel livello per far apparire un portale che conduce allo stage successivo.

1

L'idea di base in ATOMINE è decisamente interessante e ripercorre le vicende di STUXNET, la prima arma creata sotto forma di virus, ideata per spiare e infettare i sistemi informatici industriali del governo iraniano.

La cosa interessante è legata alla natura procedurale del gioco, che permette al giocatore di affrontare livelli sempre diversi, arricchiti da una veste grafica minimale davvero ben realizzata e che si sposa perfettamente con il concept. In Atomine si prende il controllo del virus e sarà nostro compito violare diversi livelli di sicurezza dei sistemi informatici per evitare, per esempio, il lancio di un missile e scoprire tutte le conseguenze delle vicende accadute a STUXNET in Iran.

Sconfiggendo i 'nemici' si raccolgono punti esperienza, energia vitale, oppure dei moduli grazie ai quali è possibile personalizzare la propria arma e migliorare la cadenza di tiro o la gittata attraverso delle backdoors presenti in ogni livello. L'importanza di modellare l'arma secondo le proprie esigenze è un aspetto da non sottovalutare, soprattutto quando si è a ridosso delle boss-fight (ce n'è una ogni tre stage), per arrivare al cospetto delle protezioni del sistema in condizioni tali da non venir umiliati dalla loro eccellente intelligenza artificiale. A tal proposito è giusto sottolineare che la difficoltà di Atomine si assesta su livelli medio-alti, rendendolo un prodotto che allo stato attuale potrebbe essere apprezzato quasi esclusivamente da un pubblico che prediliga le sfide.

Dieci cose che vogliamo in GTA 6 C'è sempre spazio per migliorare. Dieci cose che vogliamo in GTA 6

La versione finale del gioco dovrebbe includere circa dodici livelli, ma siamo curiosi di vedere se alla fine verrà data la possibilità di provare anche le prime build e il prototipo presenti nel codice attuale, a nostro avviso un'idea originale vista la particolare natura di questo titolo.

Torneremo sicuramente a parlare di Atomine nei prossimi mesi, probabilmente in sede di recensione, ma nel frattempo vi ricordiamo che è possibile provarlo al Let's Play di Roma, che terminerà oggi, presso lo stand di Eurogamer.it. L'uscita su Steam è prevista nel corso di questa primavera, mentre per le versioni console ci sarà da aspettare ancora un po', ma Broken Arms Games ha già annunciato che il suo sparatutto roguelike arriverà su PlayStation 4 e Xbox One entro la fine del 2017.

Commenti (1)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!