Eurogamer.it

Gli sviluppatori di Horizon: Zero Dawn ci parlano della creazione di Aloy

Guerrilla Games discute delle ambizioni del team.

Per quanto The Legend of Zelda: Breath of the Wild abbia attirato l'interesse di buona parte del settore grazie a diversi 10/10, non bisogna dimenticare che il mese di marzo ci ha regalato anche un'esclusiva PS4 di assoluto livello come Horizon: Zero Dawn (date un'occhiata alla nostra guida per tutti i dettagli sul gioco)

Mentre continuano i lavori su un'espansione dedicata al titolo, i ragazzi di Guerrilla Games hanno discusso della creazione del gioco e in particolare della creazione di Aloy e delle ambizioni del team.

Ecco le parole del managing director, Herman Hulst, dell'art director, Michiel van der Leeuw e del narrative director, John Gonzalez, riportate da WccfTech.

"La creazione di Aloy è stata qualcosa su cui abbiamo riflettuto piuttosto coscienziosamente. I nemici erano i veri protagonisti di Killzone e loro sono sicuramente diventati iconici ma avere un personaggio iconico centrale è diverso ed è qualcosa che volevamo davvero fare come studio, avere un personaggio con cui le persone si possono relazionare, che spicca, che contribuisce alla straordinaria famiglia dei personaggi PlayStation.

1

"Costruire un personaggio che fosse fondamentalmente umano in ogni aspetto è stato un obiettivo notevole per noi. Tutto ciò parte da Aloy che è un reietto sin dalla nascita, un elemento che determina il suo comportamento e la sua personalità complessa. Aloy doveva essere agile e atletica. Nonostante tutto è stata cresciuta con amore. C'erano molti elementi che abbiamo dovuto bilanciare per renderla ciò che è. Mi piace il fatto che le persone abbiano guardato le imperfezioni dei denti, il suo viso asimmetrico, penso che le persone abbiano scelto di concentrarsi anche sulle imperfezioni perché Aloy è una persona reale".

Per quanto riguarda le ambizioni del team, Gonzalez ha dichiarato:

"Ho visto e vissuto molte cose nell'industria che ti porterebbero a diventare cinico e disilluso. Non penso che sia questa la situazione qui. Sento che il livello di ambizione qui è alto ma non sento che lo sia per ragioni esterne, come voler essere i padroni dell'universo. È alto perché le persone sono davvero interessate alla qualità del prodotto. Sento di non volermi allontanare da questo. Questo è un luogo in cui posso migliorarmi e voglio starci il più vicino possibile".

Cosa pensate delle parole dei diversi membri di Guerrilla Games, di Aloy e in generale di Horizon: Zero Dawn?

Commenti (3)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!