Eurogamer.it

Star Wars Battlefront II: meno importanza agli eroi e focus sul gioco di squadra grazie alle classi

DICE punta a migliorare di molto il multiplayer.

Il reveal di Star Wars Battlefront II e le prime informazioni incentrate sul nuovo gioco della saga ci hanno permesso di scoprire soprattutto dei dettagli sulla campagna singleplayer, la più grande novità di questo nuovo titolo.

Anche il comparto multiplayer, tuttavia, proporrà non pochi cambiamenti pensati soprattutto per diminuire l'impatto degli eroi e per incentivare il gioco di squadra. Tutto parte dagli eroi, una feature interessante ma secondo il creative director, Bernd Diemer, da modificare.

"Nel primo Battlefront gli eroi tendevano ad andare ai giocatori con più uccisioni o a quelli fortunati perché è così che va in questi giochi. Abbiamo detto che volevamo qualcosa che rendesse più facile la possibilità di provare gli eroi. Ciò che successe poi fu la presenza di più eroi allo stesso tempo il che significava che i soldati semplici diventavano della carne da cannone. Come trooper solitario è molto difficile resistere a un eroe. Lo è molto di meno in due.

"Ci siamo chiesti: come possiamo dare più strumenti per resistere agli eroi, almeno per un po' di tempo? La risposta migliore a cui abbiamo pensato è con il gioco di squadra. Come puoi rendere questo gioco di squadra più attraente? La risposta più ovvia è con le classi perchè è naturale cercare dei compagni per avere un buon mix e giocare al meglio delle proprie possibilità".

1

Come dichiarato a PC Gamer, Dimer sottolinea che resistere agli eroi sarà possibile con una piccola squadra caratterizzata da un po' di varietà. Altro aspetto molto più profondo sarà la personalizzazione e l'introduzione di abilità e gadget più vari e complessi.

Cosa ne pensate? Siete interessati a Star Wars Battlefront II?

Commenti (5)

Crea un account

O