Eurogamer.it

Xenoblade Chronicles 2 rappresenta tutto quello che Tetsuya Takahashi avrebbe voluto realizzare nei precedenti capitoli

L'executive director del gioco vuole togliersi ogni soddisfazione.

Come probabilmente saprete, nel corso dell'evento E3 di Nintendo è stato presentato il nuovo Xenoblade Chronicles 2 per Nintendo Switch, oggi torniamo a parlare del titolo grazie a delle interessanti dichiarazioni rilasciate dall'executive director, Tetsuya Takahashi, ai microfoni di Gamespot.

Takahashi, infatti, considera il suo Xenoblade Chronicles 2 tutto quello che avrebbe voluto realizzare nei precedenti capitoli per Wii e Wii U:

"Quando penso ai precedenti Xenoblade mi viene sempre in mente qualcosa che avrei potuto fare in modo diverso. Penso che Xenoblade 2 sia la mia occasione per fare tutto quello che avrei voluto fare in precedenza. Si dice sempre così in questi casi, ma non ho fatto tutto ciò che potevo fare con quei giochi, e sono sicuro che questa volta, quando il gioco sarà finito, avrò altri pensieri e cose diverse che mi piacerebbe fare. Succederà così anche con il prossimo titolo, qualsiasi esso sarà."

E poi continua:

"Questo è il ciclo delle cose che mi spinge avanti, ma ovviamente se ti fossilizzi su un solo punto, non puoi avanzare e il gioco non sarà mai completo, quindi certe volte devi porti dei limiti e dire - questo è quello che posso fare per questa volta. Tutto ciò che ho lasciato indietro lo metterò nel prossimo titolo."

xeno1

Che ne pensate delle parole di Tetsuya Takahashi?

Commenti (5)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!