Eurogamer.it

Regalia: of Men and Monarchs - recensione

Il prossimo strategico giapponese arriva… dalla Polonia.

Cosa pensate oggi quando sapete che il prossimo gioco di cui si parla arriva dritto dritto dal crowdfunding di Kickstarter? Fino a qualche tempo fa la sensazione era quella di un progetto audace, con l'ambizione di portare sul mercato stili e meccaniche di gioco geniali o folli a seconda del punto di vista, che non avrebbero trovato luogo nel catalogo (e soldi dal portafoglio) di un publisher tradizionale.

Come invece ci spiega l'editoriale pubblicato in questi giorni, il periodo d'oro dove i grandi nomi del passato trovavano il bagno di folla per tornare a pubblicare nuovi titoli sembra essere finito o meglio cambiato. C'è molto più scetticismo, cautela e attenzione nel finanziare questi progetti, e solo qualcuno ancora ce la fa e riesce ad arrivare alla release.

È il caso di Regalia: Of Men And Monarchs, che in poco tempo ha più che raddoppiato l'obiettivo fissato su Kickstarter e oggi abbiamo la possibilità di giocarlo su Steam, senza troppe paure o scetticismo. Anzi, con piacere.

I Pixelated Milk sono gli sviluppatori dietro Regalia, polacchi fino al midollo ma con la voglia di realizzare un JRPG strategico a turni. Strano vero? È il bello del crowdfunding. La loro ispirazione pare siano stati filoni classici come Disgaea e Persona, mescolati insieme con un pizzico di stile occidentale, ed anche una vena umoristica forte e costante a caratterizzare il tutto.

Esperimento riuscito a quanto pare. Regalia, pur non facendosi riconoscere per originalità o elementi particolarmente innovativi per il genere, trova nel carattere sfacciato e dissacrante la sua voce fuori dal coro. L'atmosfera comica che accompagna dialoghi e scene tra una battaglia e l'altra lo rende efficacemente simpatico per il giocatore, piacevole nella sua lunga prosecuzione. Non bisogna farsi ingannare però, gli scontri con i nemici danno credito alla tradizionale spietatezza dei JRPG strategici: poco lavoro di meningi e si finisce facilmente sconfitti.

Chi si diverte da tempo a calcolare caselle in cui muoversi e punti magia da spendere si troverà subito a suo agio capendo al volo i meccanismi. In visuale isometrica si dispongono dapprima i personaggi sulla scacchiera, per poi scagliarli sui nemici in modo ragionato, sfruttando ovviamente tutte le caratteristiche di cui dispongono: abilità speciali, a distanza, passive, di supporto e altro ancora.

Insomma Regalia rispetta i paletti che il genere impone. E li soddisfa. In battaglia abbiamo tutti gli elementi per sconfiggere l'avversario, spesso in superiorità numerica, in modo tale da farci capire che se falliamo è spesso stato determinato dai nostri errori nelle scelte, piuttosto che da un mancato equilibrio. Pur non essendoci meccaniche mai viste in altri giochi simili, il gameplay appaga ad ogni vittoria.

1

Stile cartoon molto colorato, simpatico.

La parte più interessante é la gestione dei punti energia accumulabili ad ogni turno, così come quella dei cooldown delle diverse abilità. Come spendere i primi e saper aspettare il momento giusto per sfruttare i secondi é determinante per l'esito degli scontri, e richiede una buona conoscenza degli eroi nel corso di tutta l'avventura. Non tantissimi, poco più di una decina, con il protagonista Kay a figurare obbligatoriamente tra i quattro da schierare alla discesa in battaglia.

Qualcosa di nuovo lo si vede invece al di fuori del terreno di guerra, grazie alla gestione del regno da ricostruire da zero, che prende evidentemente spunto da sistemi visti nei giochi Mobile. L'esplorazione dei Dungeon segue invece percorsi da avventura grafica, gestendo dialoghi e scelte con qualche selezione e influenzando gli eventi successivi.

L'approccio di Pixelated Milk, da vero sviluppatore indie, è quello di proporre un videogioco semplice, completo e godibile, non ponendosi chissà quali epici obiettivi. Si riflette molto bene nella trama, dal plot che vede Kay Loren, erede di un regno decaduto, impegnato svogliatamente nel cercare di rifarsi e riportare in alto il nome della propria casata.

Vita senza 'tripla-A' I giochi di fascia media sono tornati... e riescono a divertire più dei blockbuster. Vita senza 'tripla-A'
2

Niente di nuovo sotto il profilo delle meccaniche di gioco, ma tutto funziona a dovere.

Le nostre terre di Ascalia sono in rovina e il castello di Kay è ormai un cumulo di polvere disabitato. Al massimo ci troviamo dentro lo spirito dell'antenato dei Loren, che tra una battuta e l'altra dà buoni consigli al pronipote. I personaggi, più che dall'aspetto visivo, sono caratterizzati maggiormente dall'efficace tentativo di doppiare tutti in modo marcatamente differente, che seppur afflitto da problemi nella programmazione audio con volumi a volte tagliati, riesce nel suo intento.

Possiamo dire che la cura dei dialoghi supera quello della trama in generale. Un peccato in fondo, perché sarebbe bastato poco ai Pixelated Milk per rendere unici i protagonisti con un character design più sofisticato e meno ispirato a serie di successo. Gli sfondi di gioco, realizzati esplicitamente a mano, non riescono ad aiutare, visto che sono spesso scialbi e privi di elementi di spicco a rendere gli ambienti unici o quanto meno particolari.

Regalia offre comunque un aspetto tecnico piacevole. Certo, su PSVita il livello risulta buono mentre su PS4 e PC è chiaro che i semplici sprite e animazioni ci vadano un po' stretti. In generale lo stile che richiama quello giapponese funziona, così come i modelli dei personaggi. Se avete ben presente serie come Disgaea avete capito bene cosa avrete di fronte.

3

Pensate bene prima di agire, ogni mossa può essere fatale.

Nel suo piccolo Regalia possiede una buona varietà di gioco, divisa tra le già citate sezioni in cui si combatte, quelle in cui ci si occupa del regno da ricostruire e le varie scene che ci raccontano l'avventura. Il ritmo di questa, soprattutto nelle fasi iniziali, é un po' troppo lento, perdendosi tra dialoghi non troppo interessanti, salvati però sempre dell'umorismo costante di fondo.

Una volta sorbite spiegazioni e tutorial vari, si passa finalmente ad avere sotto mano sia la diplomazia con le altre fazioni, sia il reclutamento di nuovi compagni di viaggio. Ad ogni nuovo membro amplieremo non solo la compagnia ma anche gli spazi a disposizione nel castello, in un miglioramento continuo che ci dà un buon senso di crescita.

Con una buona varietà e un bilanciamento generale di ottimo livello, Regalia é un gioco di ruolo tattico che riesce a farsi valere, che premiamo volentieri per via del gran cuore da studio indipendente che Pixelated Milk fa trasparire nella sua produzione, a partire dall'ottima campagna Kickstarter. Non vuole raggiungere chissà quali vette, bensì divertire con efficacia e simpatia. Con questo stile e un po' di budget in più, i prossimi titoli dei ragazzi polacchi potrebbero davvero stupire e puntare in alto.

8 / 10

Regalia: of Men and Monarchs - recensione Michele Sollazzo Il prossimo strategico giapponese arriva… dalla Polonia. 2017-07-12T17:00:00+02:00 8 10

Commenti (2)

Crea un account

O