Eurogamer.it

Coffee Lake è la più interessante CPU Intel da qualche anno a questa parte? - articolo

I leak sono straordinari: i5 e i7 da sei core con un grosso taglio di prezzo rispetto ai chip a quattro core.

Dopo anni di aggiornamenti, le cose sembrano iniziare a farsi nuovamente interessanti nell'ambito delle CPU per PC. Abbiamo già osservato l'influenza che ha avuto Ryzen 7 sulla linea enthusiast di Intel e come Ryzen 5 colpisca al cuore gli i5 da gioco di Intel. Ora però le cose stanno per cambiare e Intel si sta preparando a rispondere con l'imminente lancio della nuova linea di processori Coffee Lake. Quindi, cosa dovremmo aspettarci? Beh, che ne dite di un processore a sei core che costa come un i5? Oppure, che ve ne pare di un processore con le prestazioni di un attuale i5 al prezzo di un i3? Questo e altro ancora è quello che promette una serie di convincenti leak emersi negli ultimi mesi.

Era dal 2011 che non vedevamo una così sostanziale riorganizzazione delle CPU mainstream di Intel, ossia da quando uscì l'architettura Sandy Bridge coi suoi quasi leggendari Core i5 2500K e i7 2600K, processori che ancora oggi rappresentano la base di molti PC da gioco. La compagnia ha fissato un modello per i prodotti degli anni a venire: le innovazioni architetturali hanno fatto capolino sul mercato mainstream con tre distinti processori: uno a quattro core a far da base per i modelli i5 e i7, che offrono rispettivamente quattro e otto thread (un i5 è letteralmente un i7 ridotto), affiancato ad un processore i3 a due core e quattro thread, paragonabile a quelli che furono i Pentium economici, e al vasto assortimento di CPU per laptop e ultrabook.

I leak riguardo Coffee Lake sono affascinanti. Prima di tutto il chip a due core, pur essendo sicuramente in produzione, questa volta non farà da base ai modelli i3. I processori più economici di Intel utilizzeranno invece un die a quattro core. L'i3 8400 ha tutti i core bloccati a 3,6 GHz, con hyper-threading e turbo clock disabilitati, e dovrebbe eguagliare le potenzialità di un odierno i5 con quattro core bloccati: perfettamente adatto a far girare la maggior parte dei giochi a 60 fps. Per quelli che invece guardano all'overclock, l'i3 8350K uscirà con clock a 4,0 GHz, moltiplicatore sbloccato e più cache L3. Se facciamo un confronto con l'attuale architettura Kaby Lake, che utilizza lo stesso processo di produzione, con un adeguato sistema di raffreddamento dovrebbe essere possibile raggiungere un overclock a 4,8 GHz.

Sono passati sei anni dal lancio degli iconici Core i5 2500K e 2600K. Richard ci spiega perché Coffee Lake promette di essere molto più di un semplice aggiornamento.

Contemporaneamente, un nuovo design a sei core farà da base alle linee i5 e i7, rappresentando l'aspetto più emozionante dei leak riguardanti Coffee Lake. Nel corso delle nostre analisi abbiamo notato che gli ultimi processori Intel dotati di numerosi core, incluso l'i7 7800X da sei core, offrono una potenza prodigiosa, anche se l'aggiornamento della connettività tra i core causa un calo delle prestazioni in molti giochi. Le specifiche emerse suggeriscono che l'approccio di Intel con l'i7 7800X da sei core e dodici thread è di costruirlo sulla base del design dell'attuale 7700K, invece di portare direttamente Skylake-X sulla nuova piattaforma. Le specifiche rivelate mostrano che l'8700K avrà 12 MB di cache L3, a differenza dei miseri 8,25 MB del 7800K. Questo suggerisce un'estensione dell'attuale design piuttosto che un'altra riproposizione della tecnologia per server di Intel.

Dal punto di vista del gameplay, comunque, i precedenti risultati emersi dalla comparazione tra sei e otto core hanno mostrato solo dei piccoli miglioramenti, anche con i giochi che sfruttano al meglio le configurazioni multi-core. Il processore che ci interesserà scoprire nei dettagli sarà il nuovo i5, che conserverà il design a sei core, ma disabilitando l'hyper-threading. Quello che speriamo di osservare sono prestazioni simili a quelle raggiunte dagli attuali i7, ma potremmo ottenere risultati ancora migliori.

L'arrivo di Coffe Lake avrà sicuramente ripercussioni sulle linee Ryzen di AMD. Con i nostri test abbiamo messo in evidenza che il 1600 base è la miglior scelta d'acquisto. Abbiamo scoperto che la differenza tra un Ryzen 5 e un Ryzen 7 overcloccato, ovvero il meglio che possa offrire la piattaforma AM4 in questo momento, varia tra circa il 9% di prestazioni aggiuntive fino ad un massimo del 13%. Attualmente il Ryzen 5 1600 è più economico del Core i5 e palesemente più potente con i moderni motori di gioco. In ogni caso, assumendo che i leak siano realistici, Ryzen 5 batterà il nuovo Coffee Lake i3, ma dovrà combattere per avere la meglio contro il nuovo i5. Comunque investire in una piattaforma Intel consente di possedere la più potente macchina top-end, visto che già l'i7 7700K supera senza problemi in prestazioni Ryzen 7 e ci aspettiamo che la differenza aumenterà ulteriormente con l'arrivo del processore 8700K. In questo caso sarà importante per Intel piazzarlo al giusto prezzo.

Core i7 8700K Core i7 8700 Core i5 8600K Core i5 8400 Core i3 8350K Core i3 8300K
Core/Thread 6/12 6/12 6/6 6/6 4/4 4/4
Clock base 3.7GHz 3.2GHz 3.6GHz 2.8GHz 4.0GHz 3.6GHz
Clock boost 4.3GHz 4.3GHz 4.1GHz 3.8GHz - -
Cache 12MB 12MB 9MB 9MB 8MB 6MB

La cosa curiosa è che non si hanno notizie di eventuali processori desktop di ottava generazione con le specifiche degli attuali Core i7: quattro core e otto thread. Comunque quest'architettura non sparirà di certo. Una prima occhiata ai portatili Acer basati su Coffee Lake ha rivelato la presenza di processori i7 quad-core da 15W, completi di otto thread. L'i7 8550U ha un clock di base di 1,8GHz, ma può arrivare in modalità turbo a 3GHz e oltre, in base al carico. Sostanzialmente Cofee Lake ha molto da offrire anche in altri mercati. I processi gestiti da quattro core in arrivo sugli ultrabook saranno un bell'affare e Intel ha già promesso il 30% in più di prestazioni con l'ottava generazione.

Più core e più potenza, ma la vera domanda riguarda ancora la vera necessità in gioco di ulteriori risorse a livello della CPU. Comprate un 7700K, piazzatelo su una scheda Z270 e avrete il miglior processore Intel attualmente in commercio, infine overcloccatelo a 4,5GHz con la nuova modalità turbo presente sulle schede madri di classe Z. Già così avrete un eccesso di potenza per il gaming.

Affinché tutta questa potenza non vada sprecata c'è bisogno della congiunzione di tre fattori. Prima di tutto se questa potenza aggiuntiva diventasse uno standard per le schede mainstream, gli sviluppatori allora la sfrutterebbero. In secondo luogo, quando arriveranno sul mercato le prossime console next-gen Xbox e PlayStation, queste sfrutteranno sicuramente i core di Ryzen: un vero salto generazionale rispetto a quello che abbiamo tra le mani al momento e di conseguenza i giochi richiederanno un impegno considerevolmente maggiore della CPU. A quel punto una potenza in più potrebbe fare molto comodo. Infine, se al momento non avete bisogno di quel livello di prestazioni, i nuovi i3 non dovrebbero costare molto e se la caveranno egregiamenti con la maggior parte dei titoli, abbassando il costo di un PC da gioco decente per giocare a 1080p60.

Non è però tutto oro ciò che luccica. Pur condividendo lo stesso socket fisico con le attuali schede madri Intel, il produttore Asrock ha già confermato che le nuove CPU non saranno compatibili con le schede al momento in commercio. Ciò significa che gli attuali possessori di un recente processore Intel dovranno anche acquistare una nuova scheda madre. Abbiamo invece una buona notizia per chi sta aspettando da tempo una buona ragione per aggiornare la propria macchina: un processore significamente più ampio, potente e pronto ad affrontare il futuro.

Commenti (34)

Crea un account

O