Eurogamer.it

Destiny 2 - Guida, trucchi e consigli

Guardiani, è tempo di tornare in azione! Tutti i dettagli dell'atteso sequel.

Destiny è una delle nuove IP di maggior successo commerciale tra tutte quelle che sono state lanciate nel corso di questa generazione di console. Un successo commerciale che però non è sempre andato a braccetto con il successo di critica e di pubblico.

Il franchise sviluppato da Bungie e pubblicato da Activision ha ottenuto dei buoni voti e ha dato vita a una community molto appassionata ma non tutti hanno apprezzato alcuni elementi di questo ambizioso(almeno sulla carta) progetto. Le mancanze a livello narrativo hanno fatto storcere il naso a molti e allo stesso tempo un supporto non sempre costante e all'altezza ha allontanato anche alcuni grandi sostenitori del gioco e della sua struttura. Questa sorta di mix tra fps, qualche elemento ruolistico e una manciata di meccaniche da MMO aveva non poco potenziale ma quanto meno una parte è rimasta inespressa.

Destiny 2 ha il difficile compito, come spesso accade per un sequel, di correggere il tiro del primo capitolo della serie convincendo chi aveva amato il gioco e chi lo aveva abbandonato nel corso dei mesi ma anche coloro che avevano deciso di ignorare la nuova fatica dei creatori di Halo.

Qui di seguito vi sveliamo tutti i dettagli di questo titolo dando il via alla nostra guida di Destiny 2, una guida ovviamente in costante espansione.

Altre pagine della guida di Destiny 2:

Destiny 2 - Quando saranno disponibili il gioco, le Incursioni e gli altri contenuti?

La fase beta è ovviamente alle spalle ma le tempistiche del lancio del gioco non sono certe al 100%. Abbiamo quanto meno delle indicazioni teoriche: i giocatori di ogni territorio dovrebbe poter iniziare a giocare a partire dalle 00:01 del 6 settembre.

Il discorso vale, ovviamente, solo per le versioni PS4 e Xbox One dato che i giocatori PC dovranno attendere fino al 24 ottobre.

Non tutti i contenuti e tutte le modalità saranno disponibili sin dal lancio. Stiamo parlando di contenuti come per esempio le Incursioni, ovvero la modalità che richiede la presenza di una squadra di sei giocatori. Qui di seguito trovate le tempistiche di pubblicazione di ogni singolo contenuto:

  • Cala la Notte: day one
  • Incursione: 19:00 ore italiane del 13 settembre
  • Prove: 19:00 ore italiane del 15 settembre
  • Partite Guidate - In beta limitata e solo per Cala la Notte: 19:00 ore italiane del 12 settembre
  • Partite Guidate - Pubblicazione completa: 19:00 ore italiane del 26 settembre

Destiny 2 - La trama e i nuovi pianeti

La trama di Destiny 2 si concentra sulla minaccia dei Cabal e in particolare del temibile Ghaul che lancia una devastante offensiva contro La Torre, l'hub principale che abbiamo imparato a conoscere nel corso del primo gioco. Questa offensiva, come mostrato nel primo trailer ufficiale di Destiny 2 ha successo e provoca sostanzialmente la distruzione della Torre, imprigionando il Viaggiatore, il particolare globo che si trova al di sopra della Terra e che fornisce ai Guardiani i loro poteri.

La situazione è tragica dato che il potere del Viaggiatore (la Luce) è stato distrutto e che tutto l'equipaggiamento dei Guardiani è andato perduto. Il compito dei giocatori è semplice: riunire l'Avanguardia di tutto il Sistema Solare, tra cui i leader, Cayde-6, Ikora Rei e il Comandante Zavala e cercare di sconfiggere i Cabal e il temibile Ghaul.

Le nuove zone e i nuovi pianeti

Con un nuovo capitolo di Destiny non possono ovviamente mancare delle nuove zone e dei nuovi pianeti/satelliti tutti da esplorare. In questo caso ci troviamo di fronte a quattro nuove zone confermate.

Si parte dalla European Dead Zone presente sulla Terra, uno dei primi luoghi che ci troveremo ad esplorare dopo l'attacco di Ghaul e la zona in cui troveremo The Farm, la nuova area social che verrà introdotta in Destiny 2. Bungie descrive questa area parlando di una mappa grande il doppio rispetto a qualsiasi altra presente all'interno del primo Destiny.

1

Si passa poi a Titano, la luna di Saturno e luogo dove si trova Zavala. Una vecchia colonia umana che sta lentamente sprofondando in un oceano di metano.

2

Nessus è un planetoide dove si nasconde Cayde-6. Si tratta di una zona occupata dai Vex che è stata trasformata in uno dei loro "pianeta-macchina". A quanto pare certe zone sono coperte da parecchia vegetazione e alcuni elementi del pianeta ricordano la Venere del primo gioco.

3

Infine esploreremo la luna solforica di Giove. Io è uno degli ultimi luoghi visitati dal Viaggiatore ed è considerato un luogo sacro degli Stregoni. Qui si trova il terzo membro dell'Avanguardia, Ikora.

4

Destiny 2 - Tutte le novità del gameplay

Come ogni buon sequel che si rispetti Destiny 2 introdurrà non pochi cambiamenti ad aspetti più o meno importanti dell'esperienza di gioco. Qui di seguito vi segnaliamo gli elementi più interessanti e fondamentali.

  • Mappe più grandi - È una delle tante promesse di Bungie, il proporre mappe più vaste e articolate in cui potersi muovere con maggiore libertà e ovviamente incappare in una maggiore quantità di contenuti. In tutto questo tornano le Pattuglie, eventi pubblici a cui partecipare, forzieri da scovare ma anche delle nuove missioni secondarie.
  • Avventure - Non sono altro che delle missioni secondarie che vi verranno affidate da dei personaggi sparsi per il mondo di gioco.
  • Settori Perduti - Sono particolari zone segnalate direttamente sulla mappa. Sono luoghi da esplorare che alla loro fine permettono di ottenere qualche forziere e (solitamente) affrontare un boss.
  • Addio alla Orbita - In questo secondo capitolo non sarà necessario passare attraverso la Orbita per spostarsi da un pianeta a un altro. Non un cambiamento radicale ma sicuramente gradito.
  • Nuove Sottoclassi - Novità per ogni classe con delle Sottoclassi e nuove Super tutte da scoprire. Lama dell'Alba (Stregone) ci vedrà librarci in aria per delle onde d'urto infuocate assolutamente letali. Sentinella (Titano) ci permetterà di caricare i nemici con uno scudo o di lanciarlo per effetti devastanti. Arcstriker (Cacciatore) ci vedrà attaccare i nemici con offensive da distanza ravvicinata estremamente veloci.
  • Nuova classificazione delle armi - Le armi sono suddivise nelle categorie Kinetic, Energy e Power. Per la categoria Energy si intendono quelle elementali mentre in Power rientrano le pesanti e alcune secondarie del primo gioco. In questo gruppo troviamo armi come i fucili a pompa ma anche il lanciagranate. Le Esotiche faranno ovviamente il loro ritorno con abilità uniche e particolari.
  • Nuovi parametri - Armatura, Recupero e Agilità sono i parametri che caratterizzano le armature e vanno a sostituire Resistenza, Intelletto e Disciplina.
  • La fine delle statistiche casuali delle armi - Ogni arma che otterremo avrà le stesse statistiche di tutte le altre dello stesso tipo. Un'arma esotica, per esempio, sarà sempre identica. Questo sistema permetterà a Bungie di gestire decisamente meglio il bilanciamento delle armi e dovrebbe disincentivare la continua raccolta di armi uguali in cercare della versione migliore.
  • I personaggi potranno essere trasferiti da Destiny ma... - Ma non sarà esattamente lo stesso personaggio: niente loot e niente abilità, solo l'aspetto.
  • Level cap e Livello Potenza - Il level cap imposto da Bungie dovrebbe essere il livello 20. Il Livello Potenza, in soldoni, sostituisce il meglio conosciuto Livello Luce del primo episodio, e si tratta di un parametro che tiene conto di valori come attacco e difesa dell'equipaggiamento. Ovviamente più alti saranno tutti i valori del Livello Potenza, più alto sarà lo stesso. Si potrà scalare il Livello Potenza dedicandosi alle missioni principali, con un massimo raggiungibile stabilito a 260. Il level cap, in questo caso, sarà fissato a 300. I restanti 40 livelli saranno sbloccabili attraverso le Milestone settimanali, gli eventi pubblici e le sfide presenti nel Crogiolo.

Destiny 2 - I radicali cambiamenti del Crogiolo

Il multiplayer subisce alcuni dei cambiamenti più radicali e andremo a trattarli anche all'interno di una sezione apposita. La volontà degli sviluppatori è quella di rendere il PvP più accessibile ma comunque difficile da padroneggiare al meglio. Innanzitutto tutte le modalità sono state limitate al solo 4v4 con dei nuovi elementi dell'HUD che svelano delle informazioni sui nemici, dall'aver raccolto delle munizioni per le armi Power all'aver la Super pronta.

Al day one le Partite Private non saranno disponibili mentre a livello di mappe per il momento abbiamo solamente la conferma di tre mappe: Vostok, Midtown e Endless Vale.

Destiny 2 - Tutte le altre novità: tra server dedicati, Partite Guidate e contenuti esclusivi PS4

Le novità di Destiny 2 non finiscono di certo qui ma ci sono alcuni elementi piuttosto interessanti che vale la pena accennare in questa pagina principale della guida. A partire dalla presenza di contenuti esclusivi per PS4 che saranno disponibili solo sulla console Sony per un anno e poi sbarcheranno anche su PC e Xbox One. Tra i contenuti troviamo una mappa multiplayer, un Assalto per tre giocatori, una navicella speciale e un'arma esotica esclusiva.

Molto importanti per le community, i Clan entreranno a far parte direttamente di Destiny. In questo modo sarà più semplice gestire e far crescere il proprio gruppo condividendo per esempio delle ricompense anche avendo giocato solo qualche missione specifica nel corso della settimana.

Le Partite Guidate a cui abbiamo già accennato in precedenza sono, invece, una novità davvero molto attesa. Si tratta in pratica di un sistema che permetterà anche ai giocatori solitari di partecipare a modalità come le Incursioni. I clan possono rivelare di aver bisogno di giocatori aggiuntivi permettendo a utenti esterni di giocare a contenuti che normalmente non prevedono il matchmaking.

Sono già state confermate due espansioni. La prima sarà ambientata su Mercurio e sarà incentrata su Osiride, uno Stregone particolarmente abile da cui derivano le Prove di Osiride. L'altra riguarderà, invece, Rasputin, la mente bellica che abbiamo già imparato a conoscere nel primo Destiny.

Non ci troviamo di fronte a dei server dedicati veri e propri. La spiegazione di Matt Segur di Bungie è la seguente: "Tutte le attività di Destiny 2 sono ospitate da uno dei nostri server. Questo significa che non ci sarà mai una migrazione dell'host nel corso di un Raid o di altri match. Questo è diverso dal primo gioco dove i compiti di hosting venivano svolti dalle console dei giocatori. Destiny 2 usa un ibrido client/server e peer-ro-peer. Il server ha l'autorità su come il gioco procede e ogni giocatore ha l'autorità sui propri movimenti e abilità. Questo garantisce una sensazione di immediatezza a movimenti e sparatorie senza tener conto del luogo da cui si sta giocando".

Tutti i giocatori possono dire addio alle Carte Grimorio, una feature che ormai fa parte del passato. Non ci saranno più queste carte da cui scoprire il lore dell'universo di Destiny, una scelta dettata anche dal maggior focus nei confronti della narrazione e della trama. Vedremo se la decisione si rivelerà o meno azzeccata.

Commenti

Crea un account

O