Eurogamer.it

Blizzard è un colosso nato dal prestito di una nonna

$15.000 prestati dalla nonna di Mike Morhaime.

Blizzard è un colosso dell'industria videoludica da ormai diversi anni. È una software house che ci ha regalato successi straordinari come Diablo, World of Warcraft, Hearthstone e Overwatch e che continua a rimanere all'apice di un settore complicato e caratterizzato da una concorrenza spietata.

Ma prima di trasformarsi in un colosso, Blizzard era il sogno di un paio di ragazzi, un sogno che si è fondato su un prestito davvero particolare: il prestito di nonna Mildred. Come riportato da PC Gamer, durante una diretta pre-Blizzcon è stato rivelato questo particolare e curioso retroscena sulle origini di Blizzard.

"Allen Adham e io abbiamo contribuito alla nascita di Blizzard con $10.000 ciascuno. Per riuscire a coprire la mia parte presi in prestito $15.000 da mia nonna. Non mi chiese alcun interesse e fu davvero una bella cosa da parte sua. Prima di avere un gioco o di aver fatto qualcosa di concreto questo ci ha sostanzialmente aperto le porte dell'industria permettendoci di partire".

1

Il prestito in questione è stato concordato su un foglio di carta, una sorta di contratto, redatto il 4 febbraio del 1991 e firmato da Morhaime e da sua nonna, Mildred Miller. Morhaime si impegnava a restituire il prestito attraverso rate di $100 al mese e senza alcun interesse.

"I miei nonni mi hanno sempre supportato parecchio. Lei non era una giocatrice, non provava i nostri giochi ma so che è sempre stata orgogliosa di tutto ciò che ho fatto". Morhaime si lascia anche andare a un consiglio ai più giovani che vorrebbero intraprendere la strada dello sviluppo. "So che se avessi potuto vedere nel futuro e sapere ciò che sarebbe arrivato avrei avuto molta meno ansia. Ciò che consiglio è semplice 'rilassatevi e concentratevi solo sui giochi'".

2

Non ci resta quindi che ringraziare nonna Mildred. Cosa pensate di questo retroscena?

Commenti (6)

Crea un account

O