Eurogamer.it

Halo 5: uno degli upgrade 4K più riusciti su Xbox One X? - analisi tecnica

Questo è il vero Halo 5, come non l'avete mai visto.

Tornate indietro per un momento al 2015. 343 Industries lanciava Halo 5: Guardians per gli appassionati fan in tutto il mondo. Nonostante non fosse esente da critiche, il gioco è stato accolto caldamente ed in definitiva è risultato un solido shooter con un gameplay avvincente e una direzione artistica fantastica, il tutto con un frame-rate fluido a 60fps. Ma queste prestazioni granitiche sono state possibili ad un prezzo: la qualità dell'immagine. L'Xbox One non era semplicemente abbastanza potente per rendere su schermo tutto ciò che il gioco aveva da offrire, ma con l'arrivo di Xbox One X, la visione di 343 Industries può finalmente essere espressa pienamente?

Vi presentiamo il nuovo volto di Halo 5 sulla nuova console di Microsoft da sei teraflop. La maschera sfocata è adesso tolta, rivelando tutta la bellezza del gioco originale. Si tratta di un miglioramento illuminante e l'incredibile verità è che la patch 4K di 343 Industries non sembra offrire grandi incrementi e rifiniture, rispetto alla qualità degli asset di base. Ci sono alcuni tweak, miglioramenti e ritocchi, ma il fatto è che incrementare la risoluzione ed il filtraggio delle texture basta a trasformare incredibilmente il gioco: la sua bellezza interiore è finalmente sotto gli occhi di tutti.

L'altissima risoluzione adesso rivela dettagli che erano impossibili da scorgere finora. Un caso emblematico è quello del fucile da battaglia: il suo display posteriore adesso mostra dettagli del testo come la durata rimanente della batteria. Sembra che gli asset utilizzati siano gli stessi della versione base del gioco, ma non c'era semplicemente la definizione sufficiente per notare i minuziosi dettagli. Halo 5 dimostra quindi, forse più di qualsiasi gioco al lancio della nuova Xbox, quanto un upgrade hardware possa essere in grado di aiutare, e anche se i possessori di schermi 1080p otterranno dei benefici, il vantaggio del 4K è innegabile.

La nostra video analisi dell'upgrade di Halo 5 per Xbox One X. Siamo di fronte a un miglioramento eccezionale.

Ciò porta a porci la domanda fondamentale: di quanto è aumentata la risoluzione e quanto il “Vero 4K” è effettivamente implementato? Sulla Xbox One standard, Halo 5 è programmato per puntare a 1080p quando possibile, ma in realtà il gioco raramente raggiunge questo valore. Praticamente ogni singola battaglia nel gioco viene riprodotta a un numero di pixel inferiore, arrivando a scendere anche a 810p a volte. Non è certamente un risultato ottimale, ma si è rivelato perfetto per rendere possibile l'azione a 60fps, sicuramente un buon affare.

Su Xbox One X, la risoluzione base aumenta proprio a 2160 nativo, o pieno 4K. La risoluzione dinamica è ancora utilizzata per assicurare la consistenza delle prestazioni, ma questa volta Halo 5 riesce a mantenersi molto più spesso e facilmente vicino al valore target, con piccole battaglie e aree meno affollate che sono tutte riprodotte a pieno 4K nativo. Dal punto di vista della potenza computazionale, l'Xbox One X ha un vantaggio di un fattore 4,6x rispetto al sistema originale di lancio, e tutta quella scalabilità viene convertita in risoluzione bruta. Infatti, le stesse scene confrontate sulle due macchine mostrano un vantaggio di cinque o sei volte il numero di pixel a vantaggio della Xbox One X. Mettendo in gioco la potenza della GPU del nuovo sistema e la sua altissima banda di memoria, il balzo di risoluzione è tremendo.

Passando alle misurazioni dello scaling dinamico, Halo 5 modifica gli assi X e Y in maniera indipendente, dando vita a valori molto differenti. Questi includono risoluzioni come 2816x1584 e 3360x1890. Ma se si gioca ad una certa distanza dal monitor, nella confusione dei combattimenti è veramente difficile notare differenze. La percezione durante il gameplay di Halo 5 è di un'esperienza liscia e fluida, più degna del vostro display, a prescindere da quale possa essere la risoluzione. Halo 5 dà certamente il meglio di sé su schermi 4K, questo è fuori da ogni dubbio, ma i possessori di schermi 1080p godranno pure loro di diversi benefici.

Xbox One XXbox One

L'aumento di risoluzione è immediatamente evidente dal primissimo livello. Dal maggior numero di dettagli adesso visibile sul vostro fucile, fino alle texture dell'ambiente. È un upgrade impressionante.

Xbox One XXbox One

Con l'update Xbox One X installato, le cut-scene ricevono un importante boost nella qualità dell'immagine e nel dettaglio delle scene in tutto il gioco.

Xbox One XXbox One

Il depth of field è uniformato alla risoluzione di rendering, quindi l'effetto risulta più forte rispetto alla versione Xbox One originale. Il dettaglio delle texture è innalzato grazie all'aumento di risoluzione: la stringa di testo sul fucile è perfettamente leggibile su Xbox One X.

Xbox One XXbox One

L'incremento della risoluzione e della qualità del filtraggio texture enfatizza scene come queste anche su schermi 1080p. Pensiamo che il filtraggio migliorato sia risultante tra la combinazione di più campioni per via della maggiore risoluzione, ed un filtraggio anisotropico più forte.

Ci sono due motivazioni per questo e si applica a un gran numero di giochi disponibili per il sistema. Prima di tutto, l'Xbox One X effettua il down-sample di tutto automaticamente, quindi avrete assicurata un'immagine super-campionata di qualità sul vostro display. Ma l'aspetto più importante da considerare è questo: Halo 5 e molti altri titoli Xbox One non riescono a mantenere i 1080p per gran parte del tempo. Se giocate Halo 5 su una Xbox One e su uno schermo 1080p, otterrete ancora un'immagine a risoluzione sub-nativa. Su Xbox One X, invece, il solo balzo a 1080p offre un enorme incremento ma il super-sampling permette di andare ancora oltre con la qualità.

E questo ci porta direttamente alla seconda motivazione: il filtraggio texture e di conseguenza la qualità dell'immagine non patchata. Come abbiamo illustrato nella nostra recensione di Xbox One X, prima del lancio del sistema, abbiamo testato Halo 5 sulla console senza la patch 4K installata e lo scaler dinamico trae automaticamente pieno vantaggio dall'hardware. Questo significa che Halo 5 gira a pieno 1080p senza il bisogno di patch. Questo dimostra la flessibilità del rendering accoppiato alla maggiore potenza hardware, e l'Xbox One X forza inoltre il filtro anisotropico 16x.

Con la patch 4K installata il filtraggio texture è notevolmente migliorato soprattutto sul terreno che appariva fangoso su Xbox One, permettendo ai dettagli di essere scorti anche a distanza. Ma l'AF 16x forzato sul codice non patchato offre di fatto maggiore dettaglio rispetto al gioco con la patch 4K applicata in alcune aree. Chiaramente, l'enorme aumento di risoluzione riduce le risorse disponibili per il filtraggio di qualità, e l'AF 16x deve sacrificarsi. Si tratta comunque di un grosso upgrade in entrambi i casi, ma l'aspetto del gioco prima che 343 Industries mettesse mano al codice sul nuovo hardware è certamente affascinante. Ovviamente, avendo la possibilità di scegliere, opteremmo per la patch 4K.

Xbox One XXbox One

In alcune cut-scene, ci sono nuovi dettagli del mondo di gioco. Questa tubazione rossa ed il meccanismo collegato sono totalmente assenti su Xbox One.

Xbox One XXbox One

I riflessi dell'acqua sono incrementati e numerosi dettagli aggiuntivi sono presenti nella scena.

Xbox One XXbox One

Gli effetti alpha sono renderizzati a una risoluzione inferiore e questo causa un effetto pixellato attorno ai bordi ma la risoluzione complessiva più alta aiuta a mitigare questo fastidioso effetto.

Xbox One XXbox One

Master Chief non è mai stato così splendido. Ancora una volta, un incremento nel dettaglio delle texture rende le cut-scene migliori rispetto alla release originale.

Ci sono pure altri upgrade oltre alla risoluzione e al filtraggio texture, posizionati in maniera strategica da 343 Industries. Le scritte e gli elementi circostanti sono tutti ricreati in 4K nativo, quindi gli elementi dell'HUD e tutti i menu sono migliorati e figurano splendidamente su un display ultra HD. C'è anche la prova che lo sviluppatore ha operato leggeri upgrade al livello di dettaglio: in un'area abbiamo trovato un maggior numero di detriti a terra, mentre nelle cut-scene la distanza di rendering offre più dettagli negli oggetti a distanza.

Nonostante questi cambiamenti, Halo 5 mantiene molte delle tecniche di salvaguardia delle prestazioni presenti nella release originale. Considerando che questa patch arriva a due anni dal lancio, questo non deve sorprendere. Le animazioni si aggiornano ancora a una frequenza dimezzata quando i nemici sono distanti o il campo di battaglia diviene troppo affollato, un problema causato dai ridotti cicli della CPU che permane su Xbox One X. La qualità delle ombre è ancora inconsistente a volte con gli effetti alpha, come il fuoco, e talvolta vengono rimossi dal campo visivo per evitare l'overdraw, proprio come succedeva nella release originale. Sarebbe stato fantastico vedere sistemate queste piccole cose, ma non è strano visto che si tratta di un upgrade incrementale e non di un refresh dell'engine.

Fortunatamente, anche con un enorme balzo nel numero di pixel, la risoluzione adattiva di Halo 5 rimane efficace come sempre. Nel tempo che abbiamo passato a giocare su Xbox One X, abbiamo giocato un pezzo di ogni missione e non abbiamo mai incontrato cali di performance imputabili alla GPU. Tutto girava stabile e fluido, come avremmo sperato. Il nostro focus durante il debutto del 2015 del titolo era posto sui compromessi che il team di sviluppo aveva adottato per fornire un'eccezionale esperienza a 60fps; la buona notizia è che la dedizione di 343 non ha vacillato qui.

La nostra analisi originale del gioco su Xbox One. Su Xbox One X, il prezzo dei 60fps non è poi così alto.

L'unico ammonimento da fare riguarda gli occasionali glitch nei caricamenti. Come ogni altro gioco della serie, Halo 5 carica regolarmente dati dall'hard disk per fornire un'esperienza senza interruzioni. Quando ci si muove tra le aree o quando si viaggia ad alta velocità, potreste incontrare dei tentennamenti o piccoli blocchi occasionali. Il nostro consiglio per questo problema? Fate girare il gioco dall'hard drive interno: riduce l'impatto delle pause, anche se non elimina completamente il problema.

Abbiamo incontrato l'uomo che ha platinato 1200 giochi “Altri potrebbero vergognarsi perché sono deboli e non hanno spirito” Abbiamo incontrato l'uomo che ha platinato 1200 giochi

Tirando le somme, Halo 5 su Xbox One X rappresenta un upgrade eccellente. C'è la sensazione che gli artwork originali creati per il gioco non siano mai stati resi completamente visibili dall'Xbox One standard e visto che Halo 5 esiste solo in forma limitata su PC, si può asserire che non abbiamo mai avuto la chance di giocare l'intero gioco nel modo in cui era stato immaginato. La conclusione è che con Xbox One X adesso questo è possibile. Se vi eravate persi questo capitolo e accettate la visione unica di 343 Industries, piuttosto che lo stile di Bungie, vale davvero la pena di giocarlo su Xbox One X.

E questo è solo il primo passo nell'operazione di upgrade dell'esperienza di Halo per Xbox One X. La Master Chief Collection riceverà un upgrade all'inizio del prossimo anno, mentre i possessori della versione originale di Halo 3 per Xbox 360 possono goderselo a una risoluzione molto più alta con HDR abilitato (un superbo esempio di applicazione della retrocompatibilità con Xbox 360), e ci immergeremo in un'analisi approfondita presto. Aggiungete a tutto ciò la patch per il 4K nativo di Halo Wars 2 che è già disponibile, ed appare chiaro che Microsoft e 343 Industries sono seriamente impegnate a trarre il massimo con la nuova console dalla libreria dei titoli dedicati a Master Chief. Adesso, che ne direste di un upgrade 4K HDR per Halo Reach?

Commenti (20)

Crea un account

O