Eurogamer.it

PlayerUnknown's Battlegrounds non sarà pay-to-win

Nelle loot box non saranno presenti oggetti che favoriranno i giocatori paganti.

PlayerUnknown's Battlegrounds, il famoso titolo che registra grandissimi numeri in arrivo anche per console Xbox, è sicuramente uno dei fenomeni videoludici protagonisti di questo 2017. Oggi, il gioco torna sotto i riflettori grazie a delle importanti dichiarazioni rilasciate da Changhan Kim di PUBG Corp in occasione della G-Star Global Game Exhibition.

Dichiarazioni che si riferiscono alle ormai famose loot box, quindi un argomento abbastanza delicato di questi tempi. Come riportato su ResetEra, Changhan Kim ha voluto precisare che PlayerUnknown's Battlegrounds non sarà pay-to-win, questo significa che le casse premio non conterranno oggetti che andranno a favorire gli utenti paganti e, quindi, a danneggiare le meccaniche di gioco.

Nelle loot box saranno inseriti nuovi oggetti cosmetici per personalizzare il proprio personaggio, oggetti, tra l'altro, molto richiesti dalla community. Tra le richieste dei giocatori, inoltre, vi è anche l'implementazione del tutorial e, a quanto pare, la modalità verrà inserita per accontentare i giocatori.

playerunknown_battlegrounds

PlayerUnknown's Battlegrounds è disponibile in Early Access su PC, mentre le versioni Xbox One e Xbox One X sono in arrivo il 12 dicembre.

Commenti

Crea un account

O