Eurogamer.it

Activision: il CEO Eric Hirshberg sta per lasciare la compagnia

Al termine del contratto, alla fine di marzo.

È sempre un giorno triste quando membri di spicco dell'industria videoludica decidono di dimettersi e, anche oggi non sarà diverso. Dopo otto anni trascorsi con la compagnia, il CEO di Activision, Eric Hirshberg, ha annunciato che lascerà la società il 31 marzo 2018, ovvero quando il suo contratto scadrà.

Come segnala Dualshockers, Eric Hirshberg ha avuto un ruolo incredibilmente importante sia dietro le quinte che sotto i riflettori, visto che ha partecipato e parlato a quasi ogni singolo annuncio dei prodotti Activision durante il suo incarico presso la compagnia. I due eventi più recenti includono gli annunci di Destiny 2 e Call of Duty: WWII, entrambi rilasciati lo scorso anno.

"Lavorare come CEO per Activision è stato un grandissimo onore per me. È una compagnia fantastica, che mette costantemente a disposizione dei giocatori esperienze epiche su scale irraggiungibili da altre. Non ho altro che ammirazione per l'incredibile team che ho avuto il privilegio di guidare, e non ho altro che apprezzamento per Bobby Kotick (CEO di di Activision Blizzard, ndr) per avermi dato quest'opportunità, e anche per aver la sua convinzione nella scelta di una persona creativa per un ruolo di tale portata."

Anche Bobby Kotick ha commentato l'addio di Eric Hirshberg, definendolo un "leader di grande ispirazione".

CODPlaySttaion_ds1_670x377_constrain

Per ora non sappiamo chi sarà il successore di Eric Hirshberg, probabilmente ne sapremo di più entro i prossimi due mesi.

Commenti

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!