Eurogamer.it

Sea of Thieves: Rare esclude le loot box e qualsiasi tipo di meccanica pay-to-win

Ne ha parlato il design director, Mike Chapman.

Sea of ​​Thieves di Rare è uno dei titoli più grandi e attesi in arrivo quest'anno per Xbox One e PC. Nonostante alcune reazioni relativamente buone alla closed beta, i giocatori hanno espresso comunque le loro preoccupazioni e ciò non tiene conto dei problemi che erano presenti quando si trattava di accedere alla fase di test.

Tuttavia, una direzione positiva che Rare sembra stia prendendo per Sea of Thieves è omettere del tutto le loot box. Il design director Mike Chapman ha dichiarato a PC Gamer: "Ciò che confermo è che non ci sono microtransazioni per il lancio. Affatto. Sulla base del fatto che continueremo a costruire questo gioco, probabilmente prenderemo in considerazione alcune forme di microtransazione. Ma non ci saranno mai loot crates in Sea of ​​Thieves. "

sea_of_thieves

Mentre il gioco mira ad avere un "nuovo approccio" alle microtransazioni cosmetiche che si adattano al tono generale del gioco, il team sembra irremovibile sulle loot box. "Non ci sarà mai una forma di gioco d'azzardo in Sea of ​​Thieves, di nessuna descrizione", ha detto Chapman, il quale aggiunge che le meccaniche pay-to-win sono "completamente fuori questione." Quindi i giocatori che acquisteranno con denaro reale non avranno alcun tipo di vantaggio.

Che ne dite?

Sea of ​​Thieves è in arrivo il 20 marzo per Xbox One e PC.

Commenti (5)

Crea un account

O