Eliss

Un tech-toy...spaziale.

Da amante dei concept più atipici e sperimentali, la mia istintiva simpatia per la piattaforma iPhone si è rivelata sin da subito come qualcosa di estremamente naturale e spontaneo. Difficile del resto rimanere indifferenti dinnanzi alle esaltanti possibilità offerte da un apparecchio provvisto di touch screen, accelerometro e buonissime capacità prestazionali, impreziosito da una softeca dal retrogusto deliziosamente indie.

Due in particolare sono state le applicazioni che mi hanno fatto letteralmente innamorare: gli esotici puzzle bondage del fenomenale Zen Bound e il mirabile Eliss, bizzarro titolo ai confini tra videogioco (nel senso giurassico del termine) e non-game.

Che cos'è Eliss? Immaginate un elegante ibrido tra l'interfaccia tattile dei computer utilizzati da Tom Cruise in Minority Report e lo spirito di Electroplankton, e forse potrete farvi una vaga idea del sontuoso giocattolo elettronico partorito dal visionario talento di una sola persona, ovvero tale Steph Thirion.

1

Direzione artistica ricercata, ninne nanne elettroniche come soundtrack e geniale controllo multitouch: cosa volere di più?

Il gameplay di Eliss è concettualmente elementare eppure tutt'altro che banale, permeato com'è dell'additiva naturalezza propria di pochi: in un iperspazio dall'estetica squisitamente 2D/retro dovrete interagire con masse puntiformi (pianeti? Stelle?) di diversi colori, spostando, unendo e separando i vari elementi a seconda delle esigenze.

Occasionalmente appariranno infatti speciali icone-supernova (variabili per dimensione e per colore) che vi permetteranno di cancellare le masse circolari presenti a schermo, consentendo dopo un certo numero di passaggi di accedere allo stage successivo.

A completare la formula, oltre agli imprescindibili ostacoli e bonus, una meccanica che vi costringerà a evoluzioni degne di un polipo berserker: i pianeti di diverso colore non potranno entrare in contatto tra loro, pena la rapidissima perdita di energia e il conseguente game over.

Al di là dell'affascinantissima atmosfera da straniante passeggiata cosmica ad 8-bit (merito di una realizzazione tecnica impeccabile nella sua astratta compostezza), sono comunque i controlli a rendere Eliss una strabiliante esperienza ludica: la manipolazione dei corpi celesti ha l'immediatezza di un vero e proprio incantesimo, e il senso di meraviglia durante gli stage vi riporterà alla disincantata ingenuità di quando eravate bambini.

Per soli 79 centesimi Eliss è un piccolo grande capolavoro da non lasciarsi sfuggire: unico, originale e ammaliante, questo bizzarro esperimento interamente creato dal genio di un'unica persona merita download e lodi a profusione. Mettiamola così: se al mondo ci fossero più titoli come Eliss il panorama videoludico sarebbe certamente migliore.

9 / 10

Leggi la nostra guida al punteggio Eliss Marco Mottura Un tech-toy...spaziale. 2009-11-11T19:31:00+01:00 9 10

Commenti (4)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

  • Caricamento...