Fable II: Vedere il Futuro

Di nuovo ad Albion, per una nuova avventura.

Ammettiamolo, chi non vorrebbe dare uno sguardo al proprio futuro? Le premesse del nuovo add-on di Fable 2 erano senza alcun dubbio parecchio allettanti, e mentre attendevo il download avevo subito preso a fantasticare su eventuali indizi circa il terzo capitolo. Come sarà la nuova Albion? Che ruolo avrà l'eroe? Insomma, dopo il deludente Knothole Island mi sarei aspettato 484MB di pura magia. Se avete già dato un'occhiata al voto avrete capito come sono andate le cose. La magia c'era, ma era giusto un'effimera illusione...

Una volta scaricato il pacchetto non dovrete far altro che attivare la missione e seguire la scia luminosa che vi porterà dal Mistico Murgo, l'affabile e truffaldino mercante che abbiamo già incontrato proprio all'inizio della nostra avventura. Dopo aver ascoltato i suoi sproloqui (squisitamente intrisi di quel genuino umorismo che permea l'intero gioco) non vi resta che acquistare la sua mercanzia per pochi spiccioli. Al modico prezzo di cinque monete d'oro potrete pertanto regalarvi una sfera di neve, uno di quei simpatici souvenir da agitare per ricreare l'inverno in un piccolo paesaggio in miniatura. Il gingillo nasconde però un'antica maledizione, che vi porterà all'interno della sfera in un minuscolo villaggio privo di colore.

2

Il pacchetto non offre molto in termini di location. E riguardo alla Malatorre... lasciamo perdere.

La vostra prima missione vi vede quindi impegnati a salvare gli abitanti della sfera dalle temibili ombre che hanno sottratto i colori del villaggio. L'intera location si presenterà quindi in bianco e nero, e solo sterminando i nemici potrete porvi rimedio. Le ombre si differenziano in base al colore: quelle blu saranno deboli nei confronti degli attachi fisici, quelle gialle subiranno i colpi delle vostre armi da fuoco mentre quelle rosse saranno annientate dalla vostra magia. Inutile dire che, dato il livello raggiunto dal nostro eroe, l'impresa si sia rivelata estremamente facile.

Si ritorna quindi ad Albion, e ancora una volta il mercante reclamerà la nostra attenzione. Stavolta pare sia entrato in possesso di un teschio, ovviamente maledetto anch'esso, che egli ha gelosamente conservato per noi. Altro acquisto, altra missione. Questa volta ci troveremo dinnanzi ad un volto di pietra (niente a che vedere con le porte parlanti disseminate lungo tutto il gioco), una sorta prigione magica in cui è stato rinchiuso un misterioso mago (o cavaliere?) che invoca disperatamente il nostro aiuto. Per farlo dovremo "nutrirlo" con alcuni fuochi fatui presenti in determinate zone del cimitero, ma solo dopo aver acquisito ben tre travestimenti. Ecco quindi che l'impavido eroe sarà costretto ad umiliarsi vestendo i panni di un Hobbe, di un Balverino e di un Piagato. Altri combattimenti, altra quest risolta in appena una ventina di minuti.

Alla fine, Murgo ci farà omaggio di un modellino della Malatorre. Le cose fin qui non sono andate benissimo ma...ehi, si torna alla Malatorre! Ci affrettiamo ad utilizzare l'oggetto, giusto per incontrare una nostra vecchia conoscenza (chi ha finito il gioco saprà certamente di chi sto parlando) e assistere ad una breve, brevissima, scena interattiva che sul futuro non rivela davvero nulla. Ciò che risulta evidente è che un nuovo Fable sia attualmente in sviluppo. Chiedetelo ad un sasso e vi risponderà che non c'è proprio nulla di nuovo sotto il sole. Amesso e non concesso che un sasso abbia la cortesia di rispondervi...

1

I nemici saranno gli stessi di sempre. Di sicuro non avrete problemi a farli fuori in una manciata di minuti.

Delusi e amareggiati, ci rechiamo per l'ennesima volta da Murgo con l'intenzione di picchiarlo selvaggiamente. Lui ci fa però un'ultimo dono: una graziosa riproduzione del Colosseo. Prendiamo l'oggetto e ci ritroviamo all'interno di un'arena, in cui dovremo sconfiggere un tot di nemici entro un tempo limite. Il punteggio relativo alle uccisioni potrà essere incrementato calciando i polli presenti nell'arena o colpendo i dischi luminosi sospesi a mezz'aria. Si tratta, purtroppo, di un futile passatempo che davvero non apporta nulla all'esperienza offerta dal pacchetto. Meniamo fendenti, facciamo fuoco e carichiamo al massimo la nostra magia per sbarazzarci prontamente degli avversari. Fatto questo, non ci resta che tornare mestamente ad Albion e intrattenerci con qualche voluttuosa prosituta, quanto meno per vivacizzare l'atmosfera. Curiosamente, abbiamo trovato svariati preservativi nella casa di uno smunto vecchietto nella sfera di neve: perché il sesso protetto rimane una gran cosa, non dimentichiamolo.

Fable 2: Vedere il Futuro si rivela una nuova delusione. L'idea di ampliare il pur vasto mondo di gioco e offrire missioni inedite è encomiabile, ma in definitiva l'offerta è davvero troppo esigua per placare le esigenze dei fan, anche tenendo in considerazione il ragionevole costo di 560 Microsoft Points. Non posso infine non puntare il dito sulla scarsissima longevità, che mi ha visto impegnato in poco più di un'ora e mezza di gioco. Tra gli oggetti acquisiti, l'unico degno di nota è rappresentato da una pozione che ha trasformato il mio fedele cagnolino in Huskie. Consiglio quindi tale add-on unicamente agli appassionati più coriacei, gli altri potranno trovare uguale diletto nelle infinite attività contemplate nel titolo originale.

5 / 10

Leggi la nostra guida al punteggio Fable II: Vedere il Futuro Dario Tomaselli Di nuovo ad Albion, per una nuova avventura. 2009-05-25T12:00:00+02:00 5 10

Commenti (13)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

  • Caricamento...