Modern Warfare 2: Stimulus Pack

Quanto siete disposti a spendere per divertirvi?

Versione provata: Xbox 360

Modern Warfare 2 si sta rendendo protagonista di numerosi articoli da prima pagina. Prima è stato il turno dell'incredibile successo ottenuto a livello mondiale fin dal day one (ma anche prima, nei paesi più furbetti). In seguito, a tenere banco è stato il triste episodio che ha visto Activision e i leader di Infinity Ward affrontarsi a colpi di avvocato in una vicenda tutt'altro che chiusa, che potrebbe avere strascichi molto importanti. Ora è il turno del primo DLC e del suo prezzo decisamente alto: varrà la pena spendere la bellezza di 1200 Microsoft Point (circa 14 euro) per cinque mappe aggiuntive?

La risposta è: dipende. Le nuove mappe sono interessanti e offrono piacevoli spunti di gameplay, ma alla fine non presentano alcuna caratteristica particolare capace di renderle uniche e indispensabili. Se siete fan irriducibili di Modern Warfare 2 e non potete vivere senza questo extra, non sarà certo il prezzo a fermarvi, ma in caso foste persone più pazienti e riflessive, potreste optare per un approccio un po' più assennato. Andiamo a esaminare singolarmente le nuove ambientazioni per capire di cosa stiamo parlando.

1

Bailout è una mappa piuttosto dinamica e movimentata. Provarla con la modalità Cerca e Distruggi è piuttosto divertente.

Bailout: questa mappa getta i giocatori nel bel mezzo di un raffinato complesso di appartamenti, e si rivela essere piuttosto versatile. La presenza sia di ampie zone all'aperto che di stretti ambienti pieni di accessi, permette a ogni genere di giocatore di trovare la propria dimensione, offrendo buoni spunti di gameplay. Questa versatilità, tuttavia, rende Bailout una mappa che difficilmente diventerà una delle favorite dei giocatori.

Storm: immaginate un'ampia zona industriale piena di macchinari, passerelle e uffici, e avrete un'idea chiara di ciò che vi aspetta in questa mappa. Le cattive condizioni atmosferiche di Storm creano qualche problema di visibilità, ma non abbastanza da ostacolare i cecchini annidati nei nascondigli più disparati. Storm è probabilmente la mappa più interessante di tutto il DLC, visto che offre solidi spunti sia per chi ama gettarsi nella mischia con il fucile d'assalto spianato, sia per chi preferisce appostarsi in un punto tranquillo per controllare la situazione. Esplorando attentamente la mappa, infatti, è possibile trovare molti luoghi dove “camperare”, sia da soli che assieme a un'intera squadra.

Salvage: questo sfasciacarrozze abbandonato è l'ultimo dei nuovi livelli proposti dallo Stimulus Pack. Si tratta di una mappa piccola, che premia i maestri delle claymore e gli scout più rapidi e silenziosi. In questa ambientazione è difficile trovare un posto sicuro, visto che alcuni muri relativamente bassi permettono di tenere d'occhio i movimenti oltre le carcasse delle auto accumulate al centro della mappa.

Il filmato di Inside Xbox che ci mostra le 5 nuove mappe dello Stimulus Pack.

Oltre a queste tre mappe inedite, lo Stimulus Pack propone due ritorni storici dal primo Modern Warfare. Stiamo parlando di Schianto e di Alta Vegetazione, due ambientazioni che hanno contribuito al successo del multiplayer online di Modern Warfare.

Queste due vecchie glorie si ripresentano senza modifiche particolari, a parte alcuni piccoli ritocchi fatti dai programmatori per dare all'esperienza un bilanciamento maggiore.

Commenti (2)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

  • Caricamento...