Eurogamer.it

Savage Moon

Insetti spaziali su PlayStation Network.

Se c'è una cosa che Dead Space ci ha insegnato è questa: andare in giro per lo spazio in cerca di risorse minerarie significa doversela vedere con mostri e alieni di ogni tipo. Qualcuno poi dovrebbe anche spiegarci com'è che sono quasi sempre insetti giganti a recitare la parte dei cattivoni spaziali, ma in fondo questa è un'altra storia... Le premesse narrative di Savage Moon, nuovo titolo approdato in esclusiva su PlayStation Network, sono pertanto tra le più abusate e banali in circolazione. Il pretesto è quello di portarvi in un pianeta ostile da colonizzare, possibilmente facendo strage di fauna locale. Il gioco è facilmente assimilabile ai canonici "tower defence", ma mostra aspetti strategici lievemente più raffinati.

I nemici sono costituiti da insetti famelici, i quali faranno di tutto per impedirvi di procedere nel vostro lavoro. Sarete quindi chiamati a difendere le vostre preziose postazioni adoperandovi nel migliore dei modi e mettendo a frutto l'enorme tecnologia a vostra disposizione. Alla stregua del ben più noto PixelJunk Monsters, vi ritroverete a dover fare i conti con la morfologia del terreno, decidendo di volta in volta i punti strategici in cui posizionare le vostre torrette difensive.

L'obiettivo di difendere i punti strategici può essere raggiunto seguendo svariati percorsi, ma bisognerà sempre tenere conto della tipologia di nemici e della quantità di risorse disponibili. I vostri mezzi saranno infatti decisamente limitati: ciò richiederà un certo grado di accuratezza tanto nel loro utilizzo quanto nella dislocazione. Gli scenari di gioco offrono una discreta libertà di manovra, ma i nemici non esiteranno a riversarsi in ondate sempre più massicce, tenendovi costantemente impegnati su più fronti.

1

Ecco ciò che si meritano i ragni giganti quando tentano di ostacolare onesti lavoratori spaziali...

La struttura dei livelli è parecchio intricata e vi costringerà più volte a ripensare le vostre tattiche difensive. Imparare a posizionare efficacemente le vostre torrette richiederà un occhio vigile e allenato, nonché un'adeguata conoscenza degli approcci nemici. Come detto prima, potrete comunque contare su un arsenale di tutto rispetto: raggi laser, cannoni, lancia granate e postazioni antiaeree (senza dimenticare la potente Torre del Chaos). La forza di impatto delle vostre armi può inoltre essere incrementata attraverso svariati upgrade, acquisibili abbattendo un numero di nemici sempre maggiore. Da non dimenticare infine la possibilità di creare armi inedite e unità atte alla riparazione dei vostri mezzi.

Nelle prime fasi potrete prendere l'iniziativa e attaccare i nemici prima ancora che si siano avvicinati in maniera pericolosa, ma procedendo nel gioco l'unico vostro asso nella manica sarà costituito dal grado di difesa delle torrette e dalle risorse che avrete saputo accumulare. La conformazione del terreno lascerà sempre meno margini di errore. Per fortuna, il sistema di controllo funziona egregiamente, fornendovi in maniera semplice e veloce tutte le azioni e le armi disponibili. L'interfaccia di gioco è inoltre abbastanza flessibile da consentire manovre rapide e cambi di rotta all'ultimo istante.

2

Il comparto grafico non è propriamente esaltante, ma l'ottima visuale vi consentirà di monitorare a dovere la situazione sul campo.

I nemici da colpire vengono ineluttabilmente selezionati in automatico: ciò significa che dovrete affidarvi alle torrette, la cui intraprendenza, lo diciamo con rammarico, non è proprio ai massimi livelli. Potrà infatti capitarvi di vedere determinati nemici totalmente ignorati a discapito di altri, con la minaccia di esporre il fianco ad attacchi in massa senza alcuna difesa. Alcuni boss, d'altronde, agiranno in totale libertà dal resto dei nemici, creandovi non pochi problemi nella gestione dei mezzi di difesa. L'unica soluzione sarà quindi quella di imparare a capirne i movimenti e posizionare di conseguenza i vostri strumenti difensivi.

La grafica è puramente funzionale, ma non mancano pennellate di pregevole fattura (soprattutto nelle esplosioni). La visuale sarà interamente gestibile dal giocatore, che avrà così modo di tenere sotto controllo la situazione su tutto il campo di battaglia. Savage Moon è in fin dei conti un buon gioco strategico, pur non offrendo nulla in termini di novità. Non è presente nessuna modalità online, ma potrete sempre fare affidamento al ranking online qualora abbiate esigenza di vantarvi con gli amici per i punteggi conseguiti. I dodici livelli potranno tenervi impegnati in maniera soddisfacente al prezzo di 7.99 Euro. Consigliato comunque ai soli amanti del genere.

6 / 10

Savage Moon Dario Tomaselli Insetti spaziali su PlayStation Network. 2009-02-18T09:30:00+01:00 6 10

Commenti (2)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!