Virtua Tennis 2009

La novità è il MotionPlus.

Chiunque abbia letto la nostra recensione dedicata alle versioni PS3 e Xbox 360 di Virtua Tennis 2009, sarà ormai a conoscenza dei pregi e difetti di questo nuovo capitolo della serie: ampio spazio all’online, qualche scelta discutibile nella struttura della modalità World Tour e una sostanziale mancanza di innovazione. La versione Wii, al contrario, propone un elemento di grande interesse, ovvero la piena compatibilità con il recente Wii MotionPlus, una novità che potrebbe dimostrarsi determinante per il successo di questo nuovo capitolo.

Com’era lecito aspettarsi, questa versione è del tutto identica a quella disponibile sulle console Microsoft e Sony sotto l’aspetto puramente strutturale (stesse modalità, stessi minigiochi e ovviamente stessi limiti) ma le vere novità riguardano le meccaniche di gioco, impreziosite dal nuovo gioiellino tecnologico di casa Nintendo.

Sul fronte del gameplay VT 2009 propone però una realizzazione a due facce. Nel caso in cui non si disponga del WMP, le meccaniche di gioco sono incentrate esclusivamente sulla tempistica di azione (visto la necessità di sincronizzare i propri movimenti con uno speciale indicatore posta sulla testa del proprio atleta) senza che sia dato alcun peso allo stile e alla tecnica di esecuzione. A questo si aggiungono poi i canonici problemi legati alla scarsa lettura dei movimenti che, talvolta, possono causare serie difficoltà.

1

Nonostante un prevedibile impoverimento grafico rispetto alle versioni HD, l'impatto grafico con l'edizione Wii si dimostra più che buono.

Con l’ausilio del Wii MotionPlus le cose cambiano notevolmente, aggiungendo grande profondità all’esperienza di gioco. Sebbene sia necessario impostare l’utilizzo del WMP prima di ogni sfida e superare un breve processo di calibrazione a ogni singolo punto, questo gameplay “alternativo”, se così vogliamo definirlo, rende ogni sfida molto più realistica e coinvolgente rispetto al sistema di controllo standard. Il cambiamento più evidente è senz’altro l’eliminazione dell’indicatore, senza il quale si è costretti a valutare la tempistica di azione autonomamente, ma nonostante un prevedibile incremento della difficoltà complessiva (dovuta alla necessità di agire con maggior precisione a accuratezza) i risultati in-game sono davvero convincenti.

Indipendentemente dal tipo di gameplay che si desideri utilizzare la corsa rappresenta però un problema tutt’altro che marginale e questo nonostante possa essere gestita in due modi. È possibile lasciare all’IA il compito di muovere il proprio atleta nella maniera ritenuta più opportuna (il tutto con prevedibili limiti, specialmente per quanto riguarda l’aspetto tattico) o in alternativa collegare un nunchuk per gestire il tutto in prima persona (un sistema che si dimostra davvero scomodo visto che limita notevolmente il normale utilizzo del motion control). A voi la scelta.

Nonostante evidenti limiti e qualche difetto di troppo Virtua Tennis 2009 si dimostra dunque un prodotto valido e godibile, e questo soprattutto grazie all’introduzione del Wii MotionPlus. Come per le altre versioni, la mancanza d’innovazione comincia a farsi sentire, ma il discreto numero di modalità proposte, tra cui spicca un buon comparto multiplayer, sapranno senz’altro suscitare l’interesse di tutti gli appassionati della categoria.

6 / 10

Leggi la nostra guida al punteggio Virtua Tennis 2009 Davide Persiani La novità è il MotionPlus. 2009-07-06T10:15:00+02:00 6 10

Commenti (12)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

  • Caricamento...