Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

5000 candidature per lavorare a COD

Nessun Modern Warfare nel 2011?

Nonostante le vicende che hanno sconvolto Infinity Ward portando alla rottura tra Activision e i due manager West e Zampella, le candidature per un posto presso gli studi dedicati al franchise Call of Duty sono numerose. Si parla di 5000 domande, secondo i dati riportati dal publisher.

Sono tre gli studi al momento al lavoro sulla serie: Infinity Ward, Treyarch e Sledgehammer Games. "Continueremo a rafforzare i nostri studi dedicati a COD con nuovi talenti e investimenti", ha dichiarato il CFO Thomas Tipple. "Abbiamo ricevuto fino a questo momento circa 5000 candidature per posizioni aperte presso gli studi Infinity Ward e Sledgehammer. Da questo incredibile bacino di risorse umane abbiamo selezionato circa 60 individui dotati di grande talento."

Tippl ha menzionato alcune iniziative correlate a COD e ha parlato di un misterioso FPS che potrebbe essere in lavorazione presso Sledgehammer. "Oltre a Black Ops, stiamo sviluppando ad alcune iniziative, tutte progettate al fine di migliorare l'esperienza single player e multiplayer di COD, anche quella del nostro prossimo FPS il cui lancio è atteso nel 2011."

"Creando una divisione unica per il franchise COD siamo riusciti a focalizzare le nostre risorse in modo ottimale." Tippl cita in particolare la comunicazione e la collaborazione tra i vari studi come uno dei tasselli chiave per la serie, ma non fornisce ulteriori indicazioni sul gioco del 2011.

Dopo Black Ops dovrebbe infatti essere Infinity Ward a sviluppare un COD (verrebbe naturale pensare a Modern Warfare 3); è possibile però che le vicissitudini dello studio e l'espansione della serie (che si avvale di un terzo team, Sledgehammer) abbiano indotto il publisher a modificare l'agenda.

A proposito dell'autore

Nicola Congia

Contributor

Commenti