Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

Activision risponde a Tim Schafer

Bobby Kotick "adora" i videogiochi.

Activision ha risposto per conto di Bobby Kotick a Tim Schafer che, durante l'intervista di ieri con Eurogamer, ha criticato il riccioluto capo del celebre publisher, definendolo "un co****ne a cui non piacciono i videogiochi, ma solo i soldi che gli fanno guadagnare".

"L'accusa di Tim Schafer circa l'attitudine di Bobby Kotick a "fare affari con videogiochi di cui non gli può fregare meno" non corrisponde a verità. Bobby è da sempre un appassionato di videogiochi e ama l'industria videoludica", ha commentato Maryanne Lataif, vice presidente senior della comunicazione aziendale di Activision Blizzard.

"Ma la sua carica di amministratore di un'azienda che crea giochi apprezzati da milioni di persone nel mondo assorbe tutto il suo tempo e gli rende arduo trovarne altro per giocare quanto vorrebbe, o quanto giocava prima."

"Per sua stessa ammissione", ha poi aggiunto, "Schafer non ha mai conosciuto Bobby Kotick".

Schafer aveva confessato le sue speranze di una migrazione di Bobby Kotick in un'altra industria che fosse per lui maggiormente redditizia. "Cuscinetti a sfera", ha pensato a voce alta, "o qualcosa più in linea con le sue vere passioni. Fabbricare armi?".

A questo link di Eurogamer trovate i precedenti del botta e risposta.

Taggato come

A proposito dell'autore

Avatar di Filippo Facchetti

Filippo Facchetti

Contributor

Filippo Facchetti è un rispettabile nerd da sempre appassionato di "giochini elettronici". Prima di approdare a Eurogamer scrive per importanti riviste di settore e conduce programmi TV dedicati all'intrattenimento digitale.

Commenti