Eurogamer.it

Utilizziamo i cookie per permetterti di accedere e impostare le tue preferenze all'utilizzo del sito. Inoltre usiamo i cookie per analizzare il traffico del sito, personalizzare i contenuti e fornire messaggi pubblicitari pertinenti.

Per saperne di più e cambiare le tue preferenze consulta la nostra informativa sulla privacy.

Xbox Series S come Xbox One nei giochi retrocompatibili. Stesso frame rate e stessa risoluzione

John Linneman di Digital Foundry smorza l'entusiasmo dei giocatori Xbox.

di Alessandro Baravalle. 16/09/2020

Sappiamo già da alcuni giorni che Xbox Series S non supporterà la versione Xbox One X per i videogiochi retrocompatibili ma Microsoft aveva nonostante tutto calmato le acque tranquillizzando i fan e spingendo molti a pensare che l'elemento assente fossero solo gli asset 4K. Ora sembrerebbe chiaro che in realtà non è così.

"Xbox Series S propone la versione Xbox One S dei giochi retrocompatibili applicando filtri per le texture migliori, frame rate più elevati e stabili, tempi di caricamento più veloci e HDR automatico". Queste sono le parole di Microsoft ma John Linneman di Digital Foundry sottolinea come in realtà la situazione non sia così standard e sempre rosea.

L'articolo continua di seguito

Caricamento...

Prima la risposta a un utente che sottolineava come la mancanza rispetto alla versione Xbox One X fossero semplicemente legata agli asset 4K:

"No, significa che Xbox Series S utilizza il profilo grafico standard di Xbox One, che limiterà la risoluzione e il frame rate massimi dei giochi Xbox One. Se un gioco gira a 900p e 30 fps su Xbox One, rimarrà così su Xbox Series S. La console però aiuterà a diminuire i cali di performance e in teoria a fornire una spinta a livello grafico".

Quanto dichiarato da Microsoft poco sopra, inoltre, non è assolutamente uno standard o qualcosa di universale e tutto dipenderà da come il gioco base è stato progettato. Questo, sempre secondo Linneman.

L'articolo continua di seguito

Caricamento...

Il problema principale di Xbox Series S, quello che "costringerà" a ritrovarsi con la versione Xbox One base dei giochi retrocompatibili? Per il redattore del Digital Foundry è tutta colpa della RAM che con i suoi 10 GB è inferiore ai 12 GB di Xbox One X e metterà i giocatori di fronte a una versione "basilare" dei giochi retrocompatibili. Linneman sottolinea su Twitter che una patch con miglioramenti dedicati è possibile ma tutt'altro che scontata anche perché richiederebbe ulteriore lavoro extra.

Insomma, al di là del prezzo molto allettante, Xbox Series S potrebbe rivelarsi una console più limitante di quanto sperato? Cosa ne pensate?

Fonte: Twitter

Loading…