Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

APB

Un mix di generi per un gioco online rivoluzionario?

Cominciamo con la domanda più complessa, quella a cui molti di voi potrebbero non saper dare una risposta. APB (All Points Bulletin), il nuovo gioco online sviluppato dai creatori di Crackdown, è un MMO?

Ogni copia di San Paro (una città malfamata, un parco giochi di violenza per gang di poliziotti e criminali) ospiterà 100 giocatori: per gli standard di uno sparatutto online è una grossa cifra, per gli standard di un server di World Of Warcraft è una piccola cifra, per gli standard di un singolo universo di EVE Online, è una cifra piccolissima. In quanto a dimensioni APB non si prospetta certo il massimo, specialmente se paragonato a un gioco come MAG di Zipper (con sfide da 256 giocatori), ma questo non dovrebbe pregiudicare affatto la qualità dell'esperienza.

L'MMO gaming non è infatti solo una questione di numeri, ma anche di perseveranza, senso di appartenenza e, ovviamente, di persone. In un vero MMO l'interazione fra i giocatori (anche se non va oltre la consapevolezza di condividere un mondo di gioco altri pur "vivendolo" da soli) è infatti pari o superiore all'interazione con il gioco stesso, e in questo senso APB potrebbe rivelarsi uno dei migliori esempio di MMO sin dai tempi di EVE.

Gli Enforcer potranno avere uno stile tanto aggressivo quanto quello dei criminali. Li riconoscerete dai loro distintivi.

Gli unici personaggi che affronterete saranno dunque controllati da altri giocatori, così come i vestiti che indosserete e le macchine che guiderete nel gioco saranno probabilmente state create da altri giocatori (o da voi stessi). Deruberete, venderete i vostri oggetti e ucciderete sempre altri giocatori. Come avrete senz'altro capito, APB sarà quindi un gioco PVP al 100%, privo di qualsiasi forma d’intelligenza artificiale che possa influenzare lo svolgersi degli eventi.

Gli sviluppatori di Realtime Worlds definiscono infatti il gioco "una realtà dove i contenuti saranno gli stessi giocatori". Un concetto indubbiamente interessante. APB è dunque un MMO a tutti gli effetti. Sono però proprio le domande più semplici quelle a cui è più difficile dare una risposta...domande come: quando esce, su quali piattaforme, e perché non è stato ancora mostrato in maniera approfondita? .

A proposito dell'autore

Avatar di Davide Persiani

Davide Persiani

Contributor

Davide inizia a lavorare nel campo dell'editoria videoludica all'età di 16 anni. Dopo qualche anno di gavetta in Spaziogames e Play Media Company, subisce l'irresistibile fascino di Eurogamer.it.

Commenti

More Anteprime

Ultimi Articoli