Kinect: l'hardware e i giochi

Spendere o non spendere? 

Cari Eurogamers, il momento è finalmente arrivato: Kinect è ufficialmente nei negozi. Nei mesi che ne hanno preceduto il lancio abbiamo parlato a lungo di ciò che questa periferica avrebbe potuto dare al sempre più esigente popolo dei videogiocatori, ci siamo interrogati sulla sua reale utilità e, cosa ancor più importante, abbiamo messo in dubbio le sue reali potenzialità.

Sarà in grado di rilevare i nostri movimenti con precisione? Sarà meglio di Move o del WiiMote? Accontenterà sia i casual che gli hardcore gamer? Queste sono più o meno le domande che gran parte dell'utenza si è posta negli ultimi mesi, domande che per alcuni potrebbero aver portato alla decisione di investire i propri risparmi e per altri all'assoluta sicurezza di non voler aprire il proprio portafogli neanche di un millimetro.

Proprio in queste ore alcuni di voi potrebbero essere in giro, pronti a sfoderare il bancomat di fronte al proprio negoziante di fiducia; i più fortunati potrebbero aver iniziato a dimenarsi di fronte al proprio televisore già da ieri, ed altri ancora potrebbero non essere ancora convinti che Kinect valga davvero i €149,99 necessari per l'acquisto... e questo speciale è rivolto principalmente a voi, cari "indecisi".

Nelle pagine che seguiranno vi forniremo infatti un'accurata panoramica di ciò che quest'ambiziosa periferica ha da offrire, senza dimenticare ovviamente i migliori titoli che, già da oggi, potrete trovare nei negozi. Siete pronti a immergervi con noi nell'universo della nuova periferica di casa Microsoft? Si parte!

Costo e installazione

Come tutti ormai già sappiamo, Kinect può essere acquistato alla "modica" cifra di €149,99, e all'interno della confezione, oltre alla periferica, è presente anche una copia di Kinect Adventures. Indipendentemente dal fatto che possediate una Slim o un vecchio modello, l'installazione è molto semplice: nel primo caso è possibile collegare la periferica direttamente alla console, mentre nel secondo è necessario sfruttare un apposito cavo presente all'interno della confezione.

Completato questo primo, semplice passo, le cose si fanno un po' più complesse, sebbene non impossibili, non temete! Kinect necessità di un po' di spazio per funzionare a dovere, e ciò vuol dire che dovrete assicurarvi che la stanza in cui deciderete di posizionarlo sia adeguata al tipo di esperienza videoludica che vi aspetta.

1

Dopo aver posizionato la periferica sotto o sopra la vostra televisione e averla accesa, dovrete infatti assicurarvi di rispettare le distanze consigliate: nel caso in cui intendiate giocare da soli dovrete posizionarvi ad almeno 2 metri dalla periferica, ma se doveste essere in compagnia di un amico o un familiare, la distanza minima salirà a un minimo di 2,5 metri.

Insomma, come avrete intuito, il luogo ideale per godersi l'esperienza proposta da Kinect, senza rischiare di spaccarsi le ginocchia contro un mobile o dare una testata ad un amico, è il salotto o comunque una stanza sufficientemente ampia per ospitare due persone in movimento. Avete problemi di spazio? Allora preparatevi ad avere problemi con Kinect.

A dispetto delle previsioni l'illuminazione non sembra inoltre rappresentare un problema significativo; sebbene, proprio come la sensor bar del Wii, la periferica possa avere qualche difficoltà nel rilevare i giocatori nel caso in cui i raggi del sole la colpiscano direttamente, non dovreste incorrere in alcun problema degno di nota a prescindere dall'ora del giorno in cui deciderete di giocare.

Vai ai commenti (67)

Riguardo l'autore

Davide Persiani

Davide Persiani

Redattore

Davide inizia a lavorare nel campo dell'editoria videoludica all'età di 16 anni. Dopo qualche anno di gavetta in Spaziogames e Play Media Company, subisce l'irresistibile fascino di Eurogamer.it.

Contenuti correlati o recenti

ArticoloGoogle Stadia - prova

Connessione, risoluzione, FPS e input lag: tutto quello che c'è da sapere.

Ecco quanto costeranno i giochi su Google Stadia al momento del lancio

Scopriamo il prezzo dei titoli e gli sconti disponibili per giochi come Final Fantasy XV e Assassin's Creed Odyssey.

ArticoloBattere il bullismo - articolo

Mike Skupa, creatore di Bully, parla del genio e della follia di Rockstar, della chiusura dello studio di Sleeping Dogs, e di come il dolore che ha vissuto stia influenzando il suo nuovo gioco horror.

Articoli correlati...

Commenti (67)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza