Nintendo spiega il region-lock su 3DS

Nintendo ci spiega perché.

Nintendo ha spiegato a Eurogamer che le differenze a livello di lingua, sistemi di classificazione e leggi locali hanno spinto la compagnia a produrre "tre differenti versioni del 3DS: giapponese, americano e europeo/australiano" e "servizi di rete designati appositamente per le diverse aree".

"Vogliamo assicurarci di offrire a ogni utente la miglior esperienza possibile", spiega la compagnia in un comunicato. L'altro lato della medaglia? La console sarà region-locked: "Possibile che il software per Nintendo 3DS venduto in una regione non funzioni correttamente con un 3DS proveniente da un'altra regione".

"In ogni confezione dell'hardware e del software del 3DS metteremo la documentazione necessaria. Se avete qualche dubbio, Nintendo vi consiglia di acquistare il software solo nella regione in cui avete acquistato l'hardware".

Contenuti correlati o recenti

ArticoloBlack Lives Matter: l'industria videoludica supporta le proteste. Ma le altre volte? - editoriale

Sony, Microsoft, EA: le aziende solidarizzano con le proteste. Perché solo ora?

Mafia: Definitive Edition sarà un remake ambizioso quanto quello di Resident Evil 2

Hangar 13 ha creato un motore completamente nuovo per il ritorno dell'amato gioco.

Game Gear Micro annunciato da SEGA: le mini console celebrano i 60 anni della compagnia

Prezzo, varianti, giochi inclusi, data di lancio e tutti i dettagli.

Articoli correlati...

Commenti (5)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza