Bethesda parla di TESV: Skyrim

Il successore di Oblivion userà il Creation Engine.

Il nuovo engine utilizzato da Bethesda per The Elder Scrolls V: Skyrim si chiama Creation Engine, ha fatto sapere lo sviluppatore.

"Per noi è importante avere molti oggetti in lontananza, per cui abbiamo un livello di dettaglio elevato", ha dichiarato il creative director di Skyrim Todd Howard a Game Informer.

"Ogni cosa produrrà delle ombre", afferma Howard, che parla inoltre dell'abbandono del sistema SpeedTree utilizzato per riprodurre il fogliame in Oblivion; in Skyrim gli alberi permetteranno di interpretare le condizioni climatiche osservandone i dettagli.

"Un ruolo fondamentale sarà ricoperto dalla Radiant AI, sistema per mezzo del quale Bethesda spera di costruire un mondo che vive in modo credibile indipendentemente dalla presenza del giocatore nei paraggi. In Oblivion ai personaggi venivano affidati cinque o sei compiti da svolgere quotidianamente, mentre le attività dei personaggi di Skyrim saranno più numerose e diversificate.

"Quando ci si avvicina a un personaggio per dare inizio a un dialogo, non ci sarà alcuna interruzione ma si potrà parlare con l'NPC continuando a osservare i dintorni. L'IA reagirà alle azioni del protagonista e svilupperà determinati sentimenti nei suoi confronti.

I nuovi standard in termini di IA e di animazioni saranno raggiunti grazie al middleware Havok Behavior, afferma Howard: "Abbiamo vagliato diverse soluzioni per le animazioni e questa è la più convincente. Il nostro è il primo gioco di una certa importanza a utilizzarlo".

Grazie al Middleware Havok, Bethesda è riuscita a "migliorare notevolmente la qualità del gameplay con la visuale in terza persona".

Il sistema Radiant Story terrà traccia del luoghi visitati dal protagonista, delle abilità sbloccate e delle sue statistiche al fine di personalizzare il mondo di Skyrim presentandogli le quest più adatte al suo modus operandi.

"Tradizionalmente in una missione di assassinio si deve uccidere un determinato personaggio. In Skyrim abbiamo il modello per questo tipo di missione e il gioco può definire tutti i termini: chi uccidere e con quali modalità, quando, dove e chi è il mandante", spiega Howard. "Tutto questo viene generato a partire dalle caratteristiche del protagonista. L'obiettivo potrebbe essere anche qualcuno che ha trascorso molto tempo con voi".

Alcuni NPC potrebbero acompagnarvi nel corso delle vostre missioni, e molte quest potrebbero sbloccarsi automaticamente in base al vostro atteggiamento nei confronti degli abitanti di Skyrim. Potenziare le proprie abilità garantisce inoltre l'accesso a determinate tipologie di missioni.

Grande importanza, infine, sarà data agli incontri casuali che potrebbero ravvivare l'esplorazione di Skyrim da parte del giocatore.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (2)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza