Asphalt 3D

Aspettando Ridge Racer…

Il lancio del 3DS è stato accompagnato da un unico gioco di guida, visto che Ridge Racer si affaccerà sul mercato solo fra qualche giorno.

Se siete appassionati di corse arcade, quindi, potete scegliere di acquistare immediatamente il titolo Ubisoft o di attendere pazientemente per capire quale delle due proposte si rivelerà effettivamente la più meritevole di essere presa in considerazione.

In attesa di Ridge Racer, comunque, siamo qui per descrivervi dettagliatamente le caratteristiche di Asphalt 3D che, dopo un'approfondita prova su strada, si è rivelato essere il classico gioco di fascia media, privo di difetti particolarmente gravi ma comunque incapace di eccellere in alcun settore specifico.

Come molti altri titoli sviluppati da Gameloft, Asphalt 3D è stato realizzato "prendendo spunto" da altre serie già presenti sul mercato, quindi è normale provare un forte senso di deja-vu una volta inserita la cartuccia e avviata la prima partita.

2
Le piste presentano almeno un paio di scorciatoie prontamente segnalate sulla mappa nello schermo inferiore.

Scendendo in pista con questo titolo per 3DS, infatti, tornano alla mente le frenetiche corse nel traffico fatte con Burnout, oppure i folli inseguimenti con la polizia tanto cari alla saga di Need for Speed.

Il cuore del gioco è la modalità Carriera, che spinge il giocatore ad affrontare una serie piuttosto varia di sfide differenti nel tentativo di accumulare denaro con cui acquistare auto sempre più veloci e, ovviamente, potenziamenti di ogni genere con cui ritoccare il motore, la trasmissione, gli scarichi, il telaio e via dicendo.

Di sicuro non ci troviamo di fronte a un mostro di profondità, visto che l'intera esperienza si basa sul semplice mantra "vinci e affronta la gara successiva", ma nonostante questo Asphalt 3D è in grado di rivelarsi un passatempo piuttosto piacevole.

Pur non brillando per la qualità del comparto tecnico, il titolo Gameloft si distingue per uno scrolling particolarmente rapido (il che è sicuramente un bene) e per un modello di guida arcade soddisfacente che permette al giocatore di divertirsi con derapate estreme, salti chilometrici e scatti brucianti garantiti dall'uso intelligente del turbo.

La risposta dei veicoli alle sollecitazioni del giocatore è adeguata, tanto che si possono impostare stili di guida diversi a seconda dell'auto con cui si scende in pista. L'approccio alle gare, inoltre, deve cambiare anche in base all'evento da affrontare, visto che nel corso della carriera è necessario cimentarsi in una vasta gamma di prove per dimostrare di poter eccellere in qualsiasi situazione.

Leggi la nostra guida al punteggio

Vai ai commenti (4)

Riguardo l'autore

Filippo Facchetti

Filippo Facchetti

Redattore

Filippo Facchetti è un rispettabile nerd da sempre appassionato di "giochini elettronici". Prima di approdare a Eurogamer scrive per importanti riviste di settore e conduce programmi TV dedicati all'intrattenimento digitale.

Contenuti correlati o recenti

ArticoloBaldur's Gate 3 - anteprima

La storia d'amore fra Larian Studios e Dungeons & Dragons.

Warriors Orochi 4 Ultimate - recensione

L'edizione definitiva del popolare cross-over tra le serie di Omega-Force.

PS5: alcune specifiche e funzionalità confermate in un leak di GameStop USA

Una scheda con le caratteristiche della nuova console è apparsa per pochi minuti online.

ArticoloIl costo di PlayStation 5: sarà una console da $500? - articolo

I prezzi potranno salire ma Sony ha ampio spazio di manovra.

Articoli correlati...

Commenti (4)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza