Rovio contro gli aggiornamenti del Live

"Le console devono imitare app store".

Lo sviluppatore di Angry Birds, Rovio, ha criticato Microsoft per il sistema di approvazione dei contenuti per Xbox Live.

Nel corso di un'intervista concessa a MCV, il franchise manager Peter Vesterbacka ha spiegato che Rovio ha deciso di non pubblicare su Xbox Live Angry Birds a causa della mancata concessione da parte di Microsoft di aggiornamenti frequenti.

"Non è colpa nostra, il problema è loro. Non esiste una ragione per cui non si possano fare aggiornamenti frequenti per mezzo della distribuzione digitale su console. Questo modo di pensare fa parte del passato".

"Se le console vogliono mantenere la propria posizione devono aggiornarsi con le novità che stanno emergendo su app store, smartphone e giochi online. Se spendi 59 o 60 dollari e non hai gli aggiornamenti, poi vedi i giochi da 99 centesimi con un aggiornamento ogni mese, le aspetattive crescono".

"Guardate, il mercato console è importante ma...non sta morendo, ma non è la piattaforma che sta crescendo maggiormente. Noi non la vediamo come gli altri. Molte persone nell'industria pensano che i veri giocatori siano su console. Sei un vero sviluppatore solo se sviluppi giochi con un alto budget. Ma noi non ci lasciamo abbattere da questo complesso di inferiorità".

"Interessante vedere persone come Nintendo parlare della distruzione dell'industria da parte degli smartphone. Naturalmente, se cercassi di vendere un pezzo di plastica per 49 dollari anch'io sarei preoccupato. Per noi questo è un buon segno, vuol dire che stiamo facendo le cose giuste".

Vai ai commenti (6)

Riguardo l'autore

Nicola Congia

Nicola Congia

Redattore

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (6)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza