World of Warcraft: patch 4.2

Firelands, encounter journal e nuove quest. 

In questi giorni Blizzard ha rivelato che l'aggiornamento 4.2 di World of Warcraft, previsto entro l'anno, includerà un nuovo raid, il cosiddetto "encounter journal", una nuova serie di queste e una nuova arma leggendaria.

L'evento principale della patch è il raid nelle Firelands, in cui i giocatori dovranno entrare nel regno di una vecchia conoscenza, il potentissimo elementale di fuoco Lord Ragnaros, dove li attendono ben sette boss con cui testare le loro skill.

"Molti giocatori hanno già incontrato Ragnaros a Molten Core, ma era all'interno di una montagna di Azeroth", spiega il system designer capo, Greg Street.

"Le Firelands sono la sua casa, situata in un altro piano dell'esistenza. È una grande isola che galleggia in un mare di lava incandescente, con un ecosistema soprannaturale tutto suo. Quindi ci troverete creature come ragni di fuoco e uccelli ci fuoco, oltre ovviamente alle legioni di Ragnaros".

Chi non interessato ai raid potrà comunque farsi una giretto in questa zona, visto che è anche teatro di una nuova serie di quest, in cui vi verrà chiesto di stabilire una testa di ponte per conto dei druidi di Hyjal.

"Via via che i giocatori aiuteranno i druidi del Monte Hyjal a creare una base nelle Firelands, lo scenario cambierà", spiega Street. "Visto che la base ha la forma di un albero gigante, tutto comincia con un piccolo alberello, che cresce via via che il giocatore progredisce con la missione, fino a diventare la grande base operativa dei druidi".

Street stima che le nuove quest saranno circa 60, la maggior parte delle quali potranno essere ripetute più e più volte. Per quanto riguarda la nuova arma leggendaria, ancora non ha un nome, si sa soltanto che dovrete prendere un ramo di Nordrassil, il leggendario Albero del Mondo, e rafforzarlo con il potere di un drago blu.

"Le quest relative all'arma sono veramente belle", continua Street. Alla fine i giocatori si ritroveranno all'interno di un dungeon vecchio stile, aiutati da un compagno, con l'obbiettivo di arrivare al suo centro per completare la creazione della staffa".

Dopo l'annuncio all'ultima BlizzCon, l'encounter journal sarà un'altra caratteristica pronta a debuttare con questa patch, con l'obiettivo di fornire ai giocatori un po' di background sugli incontri che faranno lungo il loro cammino.

"Sostanzialmente, abbiamo pensato di aver fatto un lavoro abbastanza scarso nel fornire ai giocatori qualche dettaglio sui loro incontri", ammette Street. "Spesso devono entrare in un dungeon o un raid, e morire un bel po' di volte prima di capire cosa stia succedendo durante lo scontro".

"Quindi, ciò che volevamo era introdurre i boss in modo che i giocatori potessero controllare le loro varie abilità, quali sono le più dannose, quali quelle bloccabili e così via".

"Non fornirà tantissime indicazioni strategiche, ma solo qualche informazione di background sul boss che andrete a incontrare".

Inoltre, la patch 4.2 introduce una nuova interessante serie di quest dedicata a Thrall e al suo tentativo di rimediare ai danni causati dal ritorno di Deathwing ad Azeroth.

"Con queste missioni stiamo realmente cercando di raccontare una storia," spiega Street. "Di solito le gesta degli eroi principali vengono raccontate nei libri o altre risorse esterne al gioco principale. Qui invece stiamo cercando di dare ai giocatori la possibilità di combattere, per un breve periodo di tempo, fianco a fianco con Thrall".

"In termini di difficoltà, la serie di quest dovrebbe essere abbastanza simile, ad esempio, alle Twilight Highlands o ad altre zone avanzate che i giocatori hanno già sperimentato. Tuttavia richiede un equipaggiamento leggermente migliore del solito, visto che anche le ricompense lo sono".

Con la patch 4.2 Blizzard inaugura una nuova strategia, che la vedrà rilasciare patch più piccole e più frequenti. Street è fiducioso che i giocatori si lasceranno senza problemi alle spalle la fase di update corposi, ma più lenti, che seguì il lancio di Wrath of the Lich King.

"Penso che quando vedranno che l'uscita della 4.1, che avverrà molto presto, sarà seguita a ruota dalla 4.2, capiranno che d'ora in poi riceveranno nuovi contenuti con regolarità".

Street non ha voluto definire con chiarezza un calendario riguardante i futuri aggiornamenti ma ha solo fatto capire che Blizzard spera di ridurre i tempi di attesa attuali, che variano dai quattro ai sei mesi.

"Stiamo cercando di fare il più velocemente possibile", promette, "e di fare il modo che il rilascio delle espansioni avvenga in maniera più regolare rispetto al passato".

Bliizard ha messo in vendita un pet il cui ricavato verrà destinato interamente alla ricostruzione del Giappone a seguito del terremoto e dello tsunami. Trovate maggiori dettagli qui.

Vai ai commenti (9)

Riguardo l'autore

Lorenzo Fantoni

Lorenzo Fantoni

Redattore

Dentro un rugbista di 110kg dedito agli stravizi, batte il cuore di nerd vecchio stampo con lo sguardo perennemente abbronzato da uno schermo, anche d'estate.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (9)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza