Age of Empires Online

Chris Taylor risponde a un po' di domande.

C'è un aspetto quasi magico nello svegliarsi un lunedì mattina e sapere che farai quattro chiacchiere con Chris Taylor standotene comodamente a casa tua. Questo non significa, abbastanza prevedibilmente, che il boss di Gas Powered Games abbia fatto un salto da queste parti, ma solo che grazie ai potenti mezzi messi a disposizione da Internet, e da Microsoft con il suo Live Meeting, l'autore della saga di Dungeon Siege, di Supreme Commander e altre piacevolezze avrebbe risposto in video conferenza a un po' di domande circa il suo ultimo progetto, cioè Age of Empires Online.

Nel prepararmi a questa insolita intervista, ho dato uno sguardo alla precedente anteprima di Simone Barilla e all'Hands on del nostro Elvin pubblicate qui su Eurogamer, ma anche ai commenti, i quali non mancavano di dimostrare interesse e anche qualche perplessità riguardo il gioco.

Nel corso della presentazione ho quindi cercato di porre domande in questo senso, accorgendomi che i mezzi non erano poi così potenti e che un buon vecchio faccia a faccia sarebbe stato di gran lunga preferibile, ma tant'è... Chris Taylor e Danan Davis si trovavano a Londra. Nei circa tre quarti d'ora di presentazione, i nostri eroi ci hanno mostrato alcune immagini, confermato l'uscita prevista per la fine di maggio e risposto a un po' di domande.

1
Chris Taylor, in primo piano, e Danan Davis. Alla presentazione hanno partecipato giornalisti da tutto il mondo.

Eurogamer: Avete intenzione di piacere ai vecchi fan della serie o volete catturarne di nuovi?

Chris Taylor: Vogliamo essere sicuri che il gioco possa essere adatto a tutti, sia a coloro che conoscono e amano Age of Empires, sia a quelli che preferiscono le partite online e non possono vivere senza il PvP. L'idea è stata quella di tornare ai momenti iconici della serie, catturando lo spirito dei primi titoli.

Age of Empires 2 è da sempre uno dei miei giochi preferiti e abbiamo cercato il più possibile di mantenerci fedeli a quello spirito. Naturalmente abbiamo dovuto adattare alcuni schemi di gioco al nuovo progetto e al fatto che l'online è al centro dell'esperienza, ma giocando ti accorgi che non è po così lontano dal titolo originale.

Eurogamer: Gas Powered Games è subentrata a un altro sviluppatore. Puoi dirci come è stato lavorare su qualcosa che non avevate sviluppato voi direttamente?

Chris Taylor: Quando abbiamo cominciato a occuparci del gioco lo sviluppo era arrivato più o meno al 70%, ma c'erano ancora abbastanza margini di intervento. È stato molto divertente perché abbiamo potuto concentrarci sugli aspetti che volevamo curare partendo da una base già solida.

2
Questa schermata mostra i costi dei vari content pack, da 5 a 20 dollari, e le diverse esperienze di gioco.

Io, come ti ho detto, sono sempre stato un grande fan della serie e uno dei nostri designer la ama al punto che è proprio con quel gioco che ha cominciato la sua carriera creando dei Mod. Siamo quindi subentrati con molto entusiasmo e ora lo sentiamo come un progetto nostro. Ci stiamo lavorando molto e ne siamo molto soddisfatti perché migliora ogni giorno.

Eurogamer: Come mai, in un periodo in cui le console sembrano al potere, avete scelto di lavorare su un prodotto tipicamente PC? Avete in programma una versione anche per console?

Chris Taylor: Sarebbe veramente fantastico avere una versione per console, ci piacerebbe molto poterlo fare, ma al momento non abbiamo piani perché questo accada, non in tempi brevi almeno. Sai, siamo consci del fatto che le console siano la scelta di preferenza per ciò che riguarda i videogiochi, ma pensiamo anche che ci siano delle differenze ancora molto percepibili con l'ambiente PC, soprattutto per ciò che riguarda gli strategici.

Age of Empires è un classico gioco PC e non abbiamo voluto stravolgerne la natura al punto da adattarlo a un ambiente di gioco diverso. Ogni piattaforma ha il suo gioco e Age of Empires è un gioco PC.

Vai ai commenti (1)

Riguardo l'autore

Mike Ortolani

Mike Ortolani

Redattore

Dopo un passato di musicista, incontra il buon Silvestri che lo coinvolge con Eurogamer. Mike ne è entusiasta, ma nel suo animo è ancora abbastanza sicuro di essere un musicista.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Borderlands 3 contiene un easter egg dedicato a Futurama

I riferimenti alla cultura pop abbondano nel gioco.

World War Z: svelati i contenuti gratuiti della seconda stagione

Modalità orda, PvE cross-play e molto altro.

L'action strategico John Wick Hex ha una data di uscita per PC

Il gioco sarà disponibile in esclusiva su Epic Games Store.

Commenti (1)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza