Chi chi in L.A. Noire

Diamo un nome ai volti del gioco.

Il Team Bondi ci ha portato in una nuova dimensione del videogioco con la sua straordinaria tecnologia “facial performance capture”, ed L.A. Noire è sicuramente uno di quei giochi che rimarranno nella storia. Non tutti lo ameranno ma è fuori di ogni dubbio che il titolo Rockstar è stato quello che forse più di tutti ha assottigliato il confine tra film e videogioco.

L.A. Noire ci ha deliziati con recitazioni degne di un Oscar, rendendo i protagonisti poligonali dei veri e propri attori, capaci di trasmettere con le proprie espressioni e i propri gesti, tutta la tensione e l’emozione del gioco.

Molti di noi si saranno soffermati spesso sui volti dei protagonisti che abbiamo incontrato nel corso della nostra carriera da detective. Alcuni di loro ci sembravano familiari, eravamo sicuri di averli già visti da qualche parte. E così in effetti è.

Quella che troverete nelle prossime pagine è una guida alle “star” di L.A. Noire. Un tour che vi farà conoscere i volti virtuali e veri degli attori che hanno dato vita a questa intensa avventura.

995

Attore: Aaron Staton

Nel gioco è: L’agente senza macchia e senza paura Cole Phelps. Il pluri-decorato eroe di guerra che ha deciso di dare battaglia anche alla criminalità più immonda della Città degli Angeli.

Carriera: Se siete appassionati della serie televisiva Mad Men, non potete non aver riconosciuto nel protagonista di L.A. Noire il volto del personaggio Ken Cosgrove. Fino ad oggi è il suo ruolo di punta ma forse è giunto il momento che anche il cinema si accorga della sua faccia e della sua bravura.

final

Attore: Michael McGrady

Nel gioco è: Finbar "Rusty" Galloway, il burbero partner di Cole durante la sua permanenza alla sezione Omicidi. Sempre pronto a una bevutina extra, Rusty non è proprio il tipo da corteggiamento romantico e infatti le donne di solito non ricambiano le sue attenzioni.

Carriera: Oltre ad aver partecipato a serial di successo come CSI Miami, Prison Break, Lie to Me e The Mentalist, McGrady è apparso (anche se in ruoli non proprio centrali) in numerosi film di successo come La Sottile Linea Rossa.

101

Attore: Adam Harrington

Nel gioco è: Roy Earle, il subdolo e servile compagno di Cole che non potete non aver notato. Descritto come un super-poliziotto, è in realtà più interessato ai vantaggi che gli derivano dalla sua posizione che a servire realmente la giustizia.

Carriera: È stato l’agente Walker nella quinta stagione di Dexter e ha anche partecipato a qualche puntata della versione “newyorkese” di CSI. Sul grande schermo si è fatto notare (poco) in commediole sentimentali come il recente La Cruda Verità, e al fianco di Gerard “300” Butler.

110

Attore: Keith Szarabajka

Nel gioco è: Il trasandato e cinico detective Herschel Biggs, che presta servizio (in maniera totalmente riluttante) a fianco di Phelps nella sezione Incendi Dolosi.

Carriera: Attore quasi sessantenne di origini polacche, Szarabajka ha iniziato la sua carriera negli anni ‘80 e si è affermato nei ‘90. Forse qualcuno di voi lo ricorderà come Daniel Holtz in Buffy: l’Ammazzavampiri, oppure in Star Trek: Voyager e X-Files. Nel 2008 è stato uno dei poliziotti al servizio dell’ispettore Gordon ne Il Cavaliere Oscuro. Tra tutti i membri del cast di L.A. Noire è quello con la maggiore esperienza nell’ambito dei videogiochi. Ha doppiato personaggi per Xenosaga, Guild Wars, Splinter Cell: Double Agent e Dissidia 012.

102

Attore: Andy Umberger

Nel gioco è: Il coroner Dr Malcolm Carruthers, l’uomo che passa la sua vita a ispezionare i cadaveri lasciati in giro per Los Angeles dalla criminalità organizzata e non. È colui che aspetta pazientemente Cole sul luogo del crimine e che attende con impazienza che gli si dica “ok... cos’abbiamo qui?”.

Carriera: La sua esperienza sul piccolo e grande schermo non è moltissima. Anch’egli ha partecipato alla serie Mad Men e ha interpretato ruoli secondari in Buffy, Angel, Ally McBeal e X-Files.

Vai ai commenti (5)

Riguardo l'autore

Daniele Cucchiarelli

Daniele Cucchiarelli

Redattore

Lavora nel giornalismo videoludico da oltre 11 anni. Anche se tutti quelli che lo conoscono gli hanno consigliato di "trovarsi un lavoro serio", resta sempre fedele al suo primo amore.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

ArticoloEverspace 2 - prova

Il ritorno del Diablo interstellare.

Outriders, parla il director: 'giochi brevi a prezzo pieno non la strada che dovremmo seguire'

Bartosz Kmita risponde ai commenti dell'ex PlayStation Shawn Layden.

Commenti (5)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza