"Attaccati perché proteggiamo le IP"

Sony torna sull'attacco informatico.

Il boss di Sony, Howard Stringer, ha ammesso che il PlayStation Network è stato preso d'assalto dagli hacker in seguito alla vicenda PS3 Jailbreak.

"A nostro avviso siamo stati attaccati perché abbiamo deciso di proteggere le nostre IP, i nostri contenuti, in questo caso i videogiochi", afferma Stringer in un'intervista concessa all'agenzia di stampa Reuters.

"Alcuni non vogliono che noi proteggiamo le nostre IP, vogliono che siano disponibili gratuitamente".

Dopo il ripristino del PlayStation Network, nelle ultime settimane gli hacker sembrano però aver preso di mira non solo Sony ma l'industria dei videogiochi in generale.

Vai ai commenti (3)

Riguardo l'autore

Nicola Congia

Nicola Congia

Redattore

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (3)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza