Roccat ISKU - review

La tastiera che illuminerà le vostre notti…

Dopo aver recensito il mouse pad (di cui potete leggere la recensione a questo indirizzo), torniamo a occuparci del brand tedesco con un nuovo prodotto chiamato ISKU. Si tratta di una tastiera pensata per il gaming, con caratteristiche interessanti che andiamo ad analizzare.

All'interno della confezione di vendita troviamo la tastiera Roccat ISKU, una guida all'installazione e un CD contenente i driver e l'utility di gestione delle tastiera, della quale è consigliatissima l'installazione per poter usare tutte le funzionalità avanzate alla quale Roccat ha pensato. Infine troviamo una ROCCAT card che permette, registrandola sul sito del produttore, di iscriversi alla community.

2
Ecco i tasti che possiamo andare a configurare con le funzionalità Easyzone.

Il design è molto aggressivo, con linee squadrate, ampi spazi per i polsi e numerosi tasti non convenzionali; lo è un po' meno per quanto riguarda il materiale, una semplice plastica nera. La tastiera supporta il protocollo USB 2.0 e dispone di un cavo molto lungo di 180 cm, rivestito da una guaina in gomma. È importante notare che il pooling rate sia di 1000MHz, così da mantenere i tempi di risposta inferiori a 1 millisecondo.

Roccat con i suoi nuovi prodotti ha introdotto due interessanti tecnologie, Easyshift e Roccat Talk. Easyshift permette di programmare i tasti normalmente utilizzati per la digitazione, con scorciatoie per il gaming. La programmazione avviene attraverso l'utility di configurazione, utilizzando dei profili già pre-caricati o registrandoli in base alle nostre esigenze. Una volta terminata la configurazione le marco potranno essere attivate tramite la pressione del caps lock e i 20 tasti di digitazione o attraverso i tasti Macro. Inoltre sotto la barra spaziatrice troviamo ulteriori tre tasti a doppia funzione, posizionati agevolmente per essere premuti con il pollice.

È possibile inoltre registrare macro direttamente in-game, premendo il tasto Macro Live! Recording, selezionando i tasti da M1 - a M5 adibiti alla registrazione delle macro, e quindi comporre tutta la sequenza di tasti che si vuole registrare e ripremere il tasto di registrazione per terminare.

1
Ecco la confezione: siete pronti a scartarla?

L'altra tecnologia proprietaria è Roccat Talk, che permette alle periferiche della casa di Amburgo di comunicare fra di loro. Una volta effettuato l'accoppiamento fra mouse e tastiera, possiamo ad esempio modificare la mappatura dei tasti di entrambi con la pressione di un tasto.

Nella parte alta della tastiera troviamo i tasti multimediali, gli unici tasti non retroilluminati. A fianco abbiamo il tasto per regolare la luminosità della luce blu, impostabile fra sei livelli differenti, dallo spento al più intenso.

Una volta installata l'utility di gestione della tastiera ci troviamo di fronte a un pannello diviso in tab che ci permetterà di modificare completamente tutta la tastiera creando fino a 5 profili, così da avere i layout modificati sempre a portata di mano. La sezione Macro è molto corposa e ci offre la possibilità di selezionare fra i diversi profili di giochi pre-caricati o di creare delle macro ex-novo in base alle nostre esigenze.

Pur essendo già così estremamente funzionale, è possibile addentrarsi ancora più nel profondo attivando la modalità avanzata che ci permette di gestire i timing con cui i comandi che abbiamo impostato verranno eseguiti. Le altre tab del pannello di configurazione ci permettono di modificare i tasti della Easyzone con ulteriori funzionalità, di andare a modificare le azioni svolte dai tasti multimediali e infine, nelle tab avanzate, di impostare la velocità del cursore e i feedback sonori per quando passiamo fra i profili.

A seguito di un uso intenso sia per il gaming che per l'uso quotidiano, le impressioni finali sono state molto positive: i tasti rispondono prontamente agli input e risultano essere molto silenziosi.

L'unica pecca riscontrata riguarda l'illuminazione: disabilitata e con una scarsa illuminazione ambientale, la tastiera risulta quasi completamente nera, il che può risultare d'impaccio per chi non conosca a memoria il layout, mentre l'illuminazione azzurra può risultare affaticante dopo lunghe sessioni.

Roccat ISKU costa 79 Euro, e considerando i pregi e i difetti il valore è sicuramente adeguato alle caratteristiche del prodotto.

8 /10

Leggi la nostra guida al punteggio

Vai ai commenti (6)

Riguardo l'autore

Marco Ballabio

Marco Ballabio

Redattore

Adepto spirituale del Pastore fin dai tempi di TGM, è sempre alla ricerca dell’ultimo pezzo per completare il suo PC definitivo. Impresa, come quella di Dylan Dog e del suo galeone, infinita.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Pride Run è il videogioco che celebra i Pride di tutto il mondo

Ill 10% dei ricavi verrà donato per supportare le comunità LGBTQ+.

Fortnite e Batman insieme: Epic svelerà tutti i dettagli nella giornata di domani

Il Battle Royale festeggia così gli 80 anni dell'eroe di Gotham.

Commenti (6)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza