Bungie si schiera contro il SOPA

Un'altra voce discordante dopo Epic, Sony ed EA.

Dopo le bocciature di Epic, Sony ed Electronic Arts, arriva il "no" di Bungie all'attuale versione del SOPA.

La proposta di legge americana Stop Online Pirate Act, studiata per arginare l'annoso fenomeno della pirateria online, riceve dunque un altro stop da chi, in teoria, dovrebbe difenderla:

"Bungie si oppone ad ogni legge che limita la libertà di parola, l'innovazione e lo scambio di informazioni su internet. Se SOPA sarà approvata verrà danneggiata tutta la comunità, specie quella dei giocatori, impedendoci di sviluppare il tipo di giochi che amiamo creare", è stato il commento della software house di Seattle, nota per il suo recente passato sulla serie Halo.

Non ci resta che sperare nella stesura di una nuova versione del decreto che possa davvero mettere d'accordo i principali attori dell'industria e il governo statunitense.

Vai ai commenti (11)

Riguardo l'autore

Paolo Sirio

Paolo Sirio

Redattore

Boxaro ma non troppo, sonaro a tratti con un occhio di riguardo per Nintendo, comprende ben presto che il mestiere del giornalista, filtrato per la passione dei videogiochi, ha tutto un altro sapore.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (11)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza