Non c'è voluto molto tempo prima che le informazioni su The Last of Us iniziassero a diffondersi su internet.

A quanto pare ci sarà una zona di quarantena nella città di Boston, in America, nella quale i militari terranno sotto controllo l'infezione del fungo. Sarà proprio qui che avrà inizio il gioco.

Secondo le informazioni circolate su internet, Ellie sarà nella zona protetta, ma qualcuno chiederà a Joel di portarla via di lì per un motivo ancora avvolto nel mistero.

Joel, nel gioco, è un trafficante di droga che introduce armi nella zona di quarantena, quindi è la persona ideale per estrarre Ellie, un'orfana, dal luogo in questione.

Joel fa probabilmente parte della fazione dei "cacciatori", un gruppo che agisce al di fuori della legge. A differenza di Ellie, nata dopo l'inizio dell'infezione di 20 anni prima, Joel è un uomo duro e accetta la missione per soddisfare le ultime richieste di un amico sul letto di morte.

Le immagini di GameInformer mostrano i militari che sottopongono le persone a un controllo con lo scanner, per scovare eventuali tracce dell'infezione. In caso di riscontro positivo si passa direttamente all'esecuzione sul posto.

Il fungo si trasmette per vie aeree e un'immagine mostra Joel con la maschera anti-gas per evitare il contagio.

Sono state inoltre diffuse informazioni relative agli scontri che si avranno con i cosiddetti necrofagi, creature costantemente in cerca di cadaveri di cui nutrirsi.

A differenza di quanto accade in Uncharted, in The Last of Us la gestione delle armi da fuoco sarà più realistica e vista la mancanza di risorse un singolo proiettile potrà essere letale. Per questo i nemici saranno molto più cauti e quando vedranno Joel in possesso di un'arma e agiranno in modo diverso.

Naughty Dog chiama questa particolare IA "Balance of power". Lo studio vuole fare in modo di fornire ai nemici vere e proprie emozioni e personalità definite, in modo che possano adattarsi in modo dinamico alle situazioni.

Rispetto ad Uncharted non sarà sufficiente nascondersi per recuperare le forze, una volta feriti, ma saranno necessari tempo e cure mediche per riprendersi.

The Last of Us verrà lanciato all'inizio del 2013.

Riguardo l'autore

Filippo Facchetti

Filippo Facchetti

Redattore

Filippo Facchetti è un rispettabile nerd da sempre appassionato di "giochini elettronici". Prima di approdare a Eurogamer scrive per importanti riviste di settore e conduce programmi TV dedicati all'intrattenimento digitale.