Blizzard annuncia 600 licenziamenti

Il 90% non riguarda i team di sviluppo.

Blizzard ha annunciato quest'oggi di aver licenziato ben 600 impiegati.

Il CEO Mike Morhaime ha specificato che il 90% degli uomini ora senza lavoro non apparteneva ai team di sviluppo e che la squadra di World of Warcraft non è stata minimamente scalfita dalla tornata di esuberi.

"La costante valutazione dei team e i processi sono necessari per la salute a lungo termine di un qualunque business. Negli ultimi anni, la nostra organizzazione è cresciuta tremendamente e ha fatto grandi investimenti in infrastrutture per migliorare il nostro servizio per la community globale".

"Comunque, con la crescita di Blizzard e dell'industria, abbiamo anche dovuto prendere decisioni difficili per affrontare i nuovi bisogni della nostra compagnia", ha continuato Morhaime, ringraziando i dipendenti che hanno dovuto lasciare l'azienda e dicendosi "fiero" del loro apporto.

Gli attuali progetti di Blizzard vanno da Diablo III al nuovo episodio di StarCraft 2, passando per l'espansione di WoW Mists of Pandaria e un MMO ancora da annunciare.

E pensare che solo due settimane fa Blizzard si vantava dei suoi 4700 dipendenti...

Vai ai commenti (5)

Riguardo l'autore

Paolo Sirio

Paolo Sirio

Redattore

Boxaro ma non troppo, sonaro a tratti con un occhio di riguardo per Nintendo, comprende ben presto che il mestiere del giornalista, filtrato per la passione dei videogiochi, ha tutto un altro sapore.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (5)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza