Alla scoperta dell'universo di Mass Effect - articolo

Videogiochi, add-on, libri e fumetti: pensavate d'aver visto tutto? 

Potrei iniziare questo articolo chiedendo quanti di voi siano in trepidante attesa per l'arrivo di Mass Effect 3. Una domanda forse più inutile che retorica, ma non c'è niente di meglio per chiamare a raccolta i super esperti delle avventure intergalattiche di Shepard e soci per metterli di fronte ad una verità quasi incredibile. Avete concluso i primi due capitoli della saga di Mass Effect al 100%, stanando anche il segreto più introvabile e rispondendo a domande su cui il resto della popolazione giocante mondiale si arrovella quotidianamente? Pensate di aver visto tutto, ma proprio tutto quello che c'è da sapere prima di mettere le mani sull'attesissimo terzo atto?

Ve lo dico io, la risposta e NO: portando a termine i due precedenti episodi avete soltanto scalfito la superficie di un universo a dir poco enorme. Oltre ai ben noti DLC scaricabili, infatti, esiste un'autentica biblioteca di romanzi, fumetti cartacei/digitali e strisce di fumetti più o meno ufficiali che tappano buchi nella narrazione principale, conducono il lettore in luoghi che lo stesso Shepard non ha mai visitato e, cosa più importante, spiegano dei dettagli che nessuno ha mai pensato di raccontarvi.

1
I DLC di BioWare, salvo qualche meravigliosa eccezione, hanno mostrato una qualità discontinua.

Vi siete mai chiesti perché tutti odino i Cerberus? E da dove arriva Illusive Man? Prima di trovarvi rinchiusi nella vostra stanza, sommersi da pagine e pagine di preziosa storia targata BioWare, noi di Eurogamer veniamo in vostro soccorso analizzando quali di queste opere meritino il vostro (e il nostro) tempo e quali altre, invece, possano essere saltate senza remore e a piè pari. Avete mai visto un servizio migliore?

"Il primo Mass Effect vanta soltanto due DLC , nessuno dei quali giustifica il denaro da sborsare per portarseli a casa"

Nell'elenco di materiale che segue abbiamo volutamente omesso tie-in o eventuali add-on privi di informazioni rilevanti per lo sviluppo della "storia" di Mass Effect: ecco perché non troverete riferimenti a colonne sonore, artworks o pacchetti di costumi o armi. Abbiamo tralasciato anche Mass Effect Galaxy, un titolo apparso alcune settimane addietro su App Store ma non più disponibile all'acquisto. E non preoccupatevene troppo: era davvero brutto.

Mettetevi dunque comodi. Ora inizia il bello …

I CONTENUTI SCARICABILI (DLC)

Il primo Mass Effect vanta soltanto due DLC , nessuno dei quali giustifica il denaro da sborsare per portarseli a casa. Il primo, Bring Down the Sky, introduce al giocatore i bruttissimi Batarians - al loro esordio nella serie, pur senza offrire particolari missioni.

2
Se c'è una cosa che abbiamo imparato dopo tutti questo è che gli scrittori di BioWare hanno un debole per Aria T'Loak.

Pinnacle Station, invece, presenta una maggior vocazione al combattimento e all'action vero e proprio, seppur quanto visto su Mass Effect 2 a tal riguardo fosse nettamente superiore sotto ogni punto di vista.

Mass Effect 2, dal canto suo, offre al giocatore un mix di DLC più bilanciato. Per motivi piuttosto ovvi, eviteremo di analizzare gli innumerevoli pacchetti aggiuntivi a base di costumi e/o armi secondarie, così come l'espansione Firewalker (disponibile al'interno del DLC Cerberus Network), trattandosi di un set di missioni incentrate quasi esclusivamente sulla guida veicolare.

La maggior parte di questi DLC è stata resa disponibile gratuitamente ai possessori di PS3, a discapito dell'utenza PC e Xbox 360 chiamata a sborsare BioWare Points e Microsoft Points (i primi, per dover di cronaca, sono un po' più economici) per poter riempire i buchi della storia. Il prezzo dei DLC è grossomodo ancorato ai 560 BP/MP, ad esclusione dell'ottimo L'Ombra, che ne richiede (pur valendoli dal primo all'ultimo) 800.

GENESIS

Genesis è un fumetto interattivo in perfetto stile "dov'eravamo rimasti" incluso nella versione PlayStation 3 del titolo. Collocato dopo la distruzione della Normandy, questo DLC offre un comodo riassunto di quanto accaduto nel primo Mass Effect e, cosa più importante, ci permette di modificare alcuni parametri fondamentali della sua storia (potremo decidere morti, sopravvissuti e persino partner amorosi precedenti) con i quali procedere poi in ME 2.

"Genesis è un fumetto interattivo incluso nella versione PlayStation 3 del titolo e collocato dopo la distruzione della Normandy"

Detto questo, comunque, siamo di fronte ad un DLC non particolarmente brillante, che avrebbe fatto sicuramente figura migliore se fosse stato gratuito su tutte le piattaforme (e non solo su PS3). Se state giocando su Xbox 360, ad ogni modo, vi farà risparmiare parecchio tempo e fatica, svincolandovi dall'obbligo di ricominciare il primo capitolo modificando le scelte di default settate da BioWare. Su PC, comunque, vi consigliamo di visitare Mass Effect Saves e scaricare in modo del tutto gratuito lo (o la) Shepard dalle opzioni che più vi intrigano.

Il nostro parere: Saltatelo! (PC) Un'occhiatina ci può stare (Xbox 360)

CERBERUS NETWORK (ZAEED: IL PREZZO DELLA VENDETTA/ SITO DI SCHIANTO DELLA NORMANDY)

Se avete acquistato una copia nuova e fiammante di Mass Effect 2 gioite, avrete questo DLC "gratuitamente": nel caso si tratti di una copia usata, invece, l'esborso che siete chiamati ad affrontare si aggira sui 1200 MP/BP (all'incirca 10€). La domanda più importante, tuttavia, è la seguente: ne vale davvero la pena?

"Normandy Crash Site è una storia dalla trama striminzita, ancor più breve del DLC dedicato a Zaeed"

Se la mettiamo sulla narrazione, la risposta è "non molto". Normandy Crash Site è una storiella dalla trama piuttosto striminzita, ancor più breve di quanto si possa provare nel DLC dedicato a Zaeed. Le missioni non sono comunque malaccio, per carità, e qualora foste in possesso del suddetto DLC gratuitamente non esiste ragione alcuna per non installarle.

Acquistarle separatamente, almeno personalmente, non appare una scelta così brillante. Allo stesso soldo troverete dei DLC nettamente migliori.

Il nostro parere: A meno di non averlo gratuitamente, dimenticatevi della sua esistenza

OVERLORD

Se per un breve periodo in molti giocatori avevano smesso di fidarsi dell'Intelligenza Artificiale dell'universo di Mass Effect, probabilmente ai designers di Overlord le orecchie dovevano fischiare parecchio.

Questo DLC è composto da una missione articolata su più scenari, priva del minimo nesso - anche del più remoto - con l'imminente battaglia tra Shepard e i Razziatori. Se l'avete provato, comunque, sarete d'accordo con noi nell'affermare che quanto offerto in questo breve excursus è esattamente quel tipo di situazione che merita l'attenzione del nostro eroico capitano.

Seppur qualitativamente inferiore ad almeno un paio di contenuti successivi, Overlord offre degli spunti interessanti e dei momenti di gioco profondi: un'inattesa scampagnata che funge da diversivo alla prossima battaglia letale.

Il nostro parere: Forse

KASUMI: LA MEMORIA RUBATA

"Il cambio di ritmo ci sta tutto, ma il giocatore non fa nemmeno tempo ad abituarsi che è già tutto finito"

Kasumi Goto, secondo e ultimo membro aggiuntivo del nostro equipaggio, è una rinomata ladra intergalattica con un sano amore per l'avventura, abbastanza folle da accettare di buon grado di unirsi alla nostra missione suicida. All'atto pratico, se proprio vogliamo essere pignoli, non è che sia poi di grandissimo aiuto: ma la quest che dobbiamo affrontare per garantirsi la sua lealtà, quantomeno, è diversa dal solito.

Obiettivo della ladra è recuperare un "greybox" da un collezionista d'arte senza scrupoli. Come? Semplicemente facendo indossare a Shepard degli abiti diversi dalla solita e noiosissima armatura N7 e di mescolarsi tra i presenti di un cocktail party, durante il quale "cimentarsi" con una rapina fulminea.

Il cambio di ritmo ci sta tutto, ma il giocatore non fa nemmeno tempo ad abituarsi che è già tutto finito. Troppo corpo, troppo poco coinvolgimento: saremo a bordo della Normandy col malloppo in men che non si dica, pronti a dimenticarci quasi dell'esistenza della nostra nuova alleata. Provatelo soltanto se doveste scoprire che Kasumi è uno dei personaggi di punta del nuovo ME3; in caso contrario, a malincuore, potete pure lasciarlo perdere.

Il nostro parere: Potete comodamente saltarlo.

L'OMBRA

Assolutamente, dannatamente, semplicemente perfetto. L'Ombra è, senza mezzi termini, un must play assoluto, specie se anche voi nutrite una certa affezione per il personaggio di Liara. BioWare stravolge le carte in tavola e trasforma Mass Effect 2 in una sorta di action spy movie, dove ci ritroveremo a rovistare nell'ombra file segreti che svelano i retroscena più impensabili e le mail personali dell'equipaggio.

"L'Ombra è senza mezzi termini un must play, specie se nutrite una certa affezione per il personaggio di Liara"

Un DLC che svela non solo la storia personale di Liara, narrandola davvero alla perfezione, ma anche quella di una piccola fetta di questo enorme universo. Eccitante, divertente e a tratti persino toccante: è il DLC di Mass Effect 2 che per nessuna ragione al mondo dovreste perdervi.

Il nostro parere: Da avere assolutamente

L'AVVENTO

Tra tutti i contenuti scaricabili legati a Mass Effect 2, Arrival è forse il più controverso. Collocato a cavallo tra il secondo e l'imminente terzo episodio, cerca di spiegare la catena di eventi che hanno condotto Shepard dall'incredibile epilogo di ME2 all'ancor più pericoloso incipit della nuova avventura, svelando interessanti retroscena sui Razziatori e sulla stessa Alleanza e dando al giocatore la possibilità di presenziare ad una delle riunioni più critiche e delicate di quest'ultima.

Dal punto di vista narrativo, tale DLC avrebbe tutte le carte in regola per soddisfare il giocare: peccato che, pad alla mano, L'Avvento non sia così bello come ce lo si aspetta. Un avventura solitaria dall'inizio alla fine, con un ritmo piuttosto blando ed una tensione quasi impalpabile: non si ha l'impressione di vivere in prima persona gli eventi, quanto piuttosto di assistere ad uno spettacolare teaser su quanto vedremo nel prossimo episodio.

"Dal punto di vista narrativo, L'Avvento avrebbe tutte le carte in regola per soddisfare il giocare"

Un peccato, considerando le potenzialità iniziali: un must buy completamente mancato, ma proprio per il suo rilievo in termini di sceneggiatura difficilmente possiamo sconsigliarvelo così a cuore leggero.

Il nostro parere: Poteva essere migliore, ma ci sta…

I ROMANZI

I romanzi di Mass Effect attualmente disponibili sul mercato sono quattro, tre dei quali (i primi, per la precisione) sono frutto della penna di una vecchia conoscenza di BioWare, Drew Karpyshyn. Gli eventi in essi presentati coprono l'intera time-line della saga, offrendo in molte occasioni precisi richiami a specifici accadimenti narrati nel gioco.

Pur essendo tali punti di contatto innegabili, le loro sceneggiature sono volutamente "indipendenti" dalla narrazione videoludica principale, con luoghi, avvenimenti e personaggi (scienziata Kahlee Sanders e la strana coppia padre figlia composta da Paul e Gillian Grayson) anche del tutto nuovi: ecco perché, se avete intenzione gettarvi a capofitto nella lettura, consigliamo di farlo nell'ordine corretto.

Ma se siete alla ricerca di una soluzione più veloce, il prossimo paragrafo farà sicuramente al caso vostro.

RETRIBUTION

6

"Pur essendo dei punti di contatto innegabili, le sceneggiature dei romanzi sono volutamente indipendenti dai videogiochi"

Ambientato in seguito all'epilogo di Mass Effect 2, Retribution segna il ritorno di numerosi personaggi primari della saga - Illusive Man, Aria T'Loak e lo stesso Anderson. Ideale da leggere dopo aver passato in rassegna i due libri antecedenti (la continuità, a quanto pare, è una delle doti principali di Karpyshyn), contiene così tante "facce" note risultare perfettamente accessibile anche a chi abbia terminato soltanto i due capitoli videoludici senza mai aver sfogliato una sola pagina a riguardo.

Il suo contenuto? Molti dettagli intriganti su Cerberus e inediti retroscena risalenti al periodo della minaccia Collector. Trattandosi di un libro, a nostro modo di vedere, che non può mancare nella biblioteca dei fedelissimi BioWare, preferiamo non svelare altri dettagli: ma se la curiosità non dovesse farvi dormire la notte, potete trovare un comodo riassunto dell'intera storia sul wiki di Mass Effect 2.

Il nostro parere: Da leggere.

REVELATION

È un prequel del primo Mass Effect, incentrato sulle figure di Anderson (quando cercò di diventare il primo Spectre di razza umana) e di Saren, prima che fosse vittima della sua stessa follia a bordo della Sovereign. Quest'ultima parte è forse la più interessante delle due, visto che nel corso del gioco originale non c'è molto spazio per lo stesso Saren.

Revelation colma gran parte delle lacune narrative della serie "principale", gettando anche le basi a nuovi elementi che verranno ripresi e ampliati nei romanzi a seguire. Che decidiate o meno di leggere la folta letteratura successiva, questo rappresenta un imperdibile e obbligato punto di partenza.

Il nostro parere: Da leggere assolutamente!

DECEPTION

7

"Deception è il primo racconto non scritto da Karpyshyn ed è stato più volte criticato dai fan della serie"

Un libro piuttosto controverso, quest'ultimo. Deception è il primo racconto non scritto da Karpyshyn, ed è stato più volte criticato aspramente dai fan della serie per alcune sue pesanti inesattezze narrative. Che vi interessi o meno, BioWare ha riconosciuto questi errori e ha promesso di rilasciare una versione adeguatamente epurata e corretta: quindi, fossimo in voi, aspetteremmo di leggere quella.

Il nostro parere: Saltatelo, almeno per adesso.

ASCENSION

Ascension, in linea teorica, avrebbe potuto essere uno dei libri (se non il libro) più interessante dell'intera serie, vista la sua analisi approfondita della famigerata Cerberus prima degli eventi raccontati in Mass Effect 2. Il condizionale purtroppo non è casuale, visto che tale argomento, così delicato e importante, viene trattato con poca dovizia e precisione, al punto di essere sviluppato con più cura in una manciata di fumetti - di cui vi parleremo a breve.

Scarsa profondità a parte, presenta tuttavia alcuni episodi interessanti, prima fra tutti la narrazione di quanto accaduto dopo l'attacco della Sovereign al termine del primo episodio - un frangente a cui il buon Shepard, come molti di voi ricorderanno, non poté prender parte per "cause di forza maggiore".

Sia chiaro, non è un libro così terribile come spesso lo si dipinge, e la continuità narrativa con quanto raccontato in Revelation lo rende comunque una tappa consigliabile agli amanti della lettura. Resta però una sceneggiatura piuttosto piatta e non brillante, incapace - contrariamente al suo predecessore - di esercitare una presa significativa sul lettore.

Il nostro parere: Potete farne tranquillamente a meno

I COMIC

Se leggere un intero libro non dovesse essere il vostro passatempo ideale, forse la serie parallela di fumetti (cartacei e non) potrebbe rivelarsi più comoda e "digeribile" per acquisire alcune informazioni che, col pad serrato tra le mani, avete finito per perdere irrimediabilmente.

"La serie principale si suddivide in tre capitoli, Redemption, Evolution e Invasion, ciascuno composto da quattro numeri"

La serie principale si suddivide in tre capitoli, Redemption, Evolution e Invasion, ciascuno composto da quattro numeri e disponibile nell'intramontabile formato cartaceo ( Redemption è inoltre disponibile come set di applicazioni scaricabili dall'App Store). Esiste poi un'ulteriore pletora di strisce, ufficiali e non, disponibili gratuitamente presso i più disparati siti.

REDEMPTION

8

Vi siete mai chiesto come riuscirono quei ceffi di Cerberus a mettere le mani sul corpo inerme del buon Shepard? O come una scienziata tutta casa e laboratorio come Liara riuscì a diventare una delle combattenti più toste dell'intera galassia?

A questo e molto altro risponde Redemption, con le sue informazioni sulla genesi di uno dei personaggi più importanti di L'Ombra o l'istantanea sulla vita dei "colleghi" Cerberus, quando non sono indaffarati a giocherellare con l'eroico nemico di sempre o qualche altra meno simpatica creatura aliena.

Pur non essendo il più avvincente dei fumetti, siamo di fronte ad un albo dal ritmo innegabile, pieno di volti noti e capace di colmare alcuni vuoti interessanti della sceneggiatura principale. Proprio come Shadow Broker, è un tassello fondamentale per intuire la definizione del carattere di Liara e per avere qualche dritta in più sulla genesi di una piccola fetta dell'universo di Mass Effect.

E questo, permettetemi di dirlo, basta e avanza per consigliarvene la lettura.

Il nostro parere: Da leggere!

EVOLUTION

Collocare cronologicamente Evolution al'interno della serie principale è particolarmente difficile senza incorrere in qualche spoiler. Incentrato interamente sulla figura di Illusive Man, questo episodio racconta i passi principali della sua storia e come sia diventato quell'uomo oscuro che ancora oggi nessuno conosce, dai suoi inizi burrascosi alla sua ascesa totale di potere passando per episodi altamente significativi come, ad esempio, la prima Guerra del Contatto.

"Collocare cronologicamente Evolution al'interno della serie principale è particolarmente difficile senza incorrere in qualche spoiler"

Un fumetto imperdibile? Beh, nì. Se siete curiosi di scoprire inedite razze aliene e pianeti ad oggi sconosciuti, Evolution potrebbe fare al caso vostro. Ma non pensiate di trovarvi all'interno macchinazioni impreviste e piani segreti di Mr. Illusive o dei suoi Cerberus: rischiereste di rimanere delusi.

Il nostro parere: Insomma…

INVASION

9

Ambientato su Omega dopo gli eventi di Mass Effect 2, si tratta di una storia divertente e totalmente piva di senso che contrappone due dei personaggi più celebri di Mass Effect 2 - Illusive Man e la regina pirata Aria T'Loak - dapprima contro un'oscura minaccia aliena, interessata alla conquista del pianeta della piratessa, poi uno contro l'altro.

Vedere Aria lontana dai comodi divani del privè di uno strip club e impegnata per la prima volta in una seria minaccia al suo popolo è sicuramente interessante - soprattutto considerando che si tratta di un personaggio sì presente nella serie videoludica, ma dalle apparizioni piuttosto fugaci.

La storia, tuttavia, è piuttosto povera e superficiale. La serie di Evolution non sarà completa sino al prossimo aprile, ma le copie dei primi "numeri" sono già disponibili su eBay o siti affini. Dategli un occhiata soltanto se Mass Effect 3 deciderà di riservare un piccolo spazio alle sorti di Omega; in caso contrario, beh, potete tranquillamente dimenticarvene.

Il nostro parere: Potete tranquillamente saltarlo.

FUMETTI BREVI/SHORTS (Incursion, Conviction, Inquisition)

"Sono disponibili tre brevi fumetti stand-alone, strisce di poche pagine disponibili gratuitamente alla lettura presso diversi siti online"

Concludiamo con tre brevi fumetti stand-alone, strisce di poche pagine disponibili gratuitamente alla lettura presso diversi siti online. Il primo, Inquisition, racconta la classica giornata tipo dell'Ufficiale C-SEC Bailey. Se volete darci un'occhiata, non dimenticate di aggiornare il vostro Flash Player. Incursion regala al lettore una seconda visita nelle ridenti terre di Omega, in compagnia di una Aria impegnata questa volta in una lotta contro i Collectors ambientata poco prima della perdita della Normandy.

L'ultimo, Inquisition, è il più "problematico" del nostro elenco. Sebbene non sia difficile reperirne delle copie in rete (ehm… me l'ha detto il cugino dell'amico di un mio collega), è possibile mettere le mani su una copia ufficiale solo attraverso una promozione di Dark Horse Comics. Il che è davvero un peccato, trattandosi dell'unico piccolo episodio ambientato in Mass Effect 3 che introduce un nuovo membro della ciurma, tale James Vega.

Scopriremo forse che si tratta di un altro vecchio NPC di BioWare che non ha mai abbandonato la nave, magari tutto tranne che brillante e dello stesso carisma di un orologio da parete? Non ne abbiamo ovviamente idea. Ma se quanto scritto sul relativo wiki non mente, possiamo già scommettere che non sarà un diplomatico.

Il nostro parere: Leggeteli

È già disponibile la guida di Mass Effect 3 di Eurogamer.it, che verrà costantemente aggiornata nei prossimi giorni con trucchi, strategie e il walkthrough completo del gioco.

Vai ai commenti (23)

Riguardo l'autore

Alberto Destro

Alberto Destro

Redattore

Eterno Peter Pan intrappolato nel corpo di un trentenne, ha barattato la propria ombra per tastiera e controller. Il tutto per la gioia dell'adorata moglie, che si chiede cos'ha fatto per meritarsi un tale nerd.

Contenuti correlati o recenti

ArticoloGamescom 2019: Marvel's Avengers - prova

In occasione della Gamescom abbiamo potuto provare il titolo per la prima volta.

ArticoloGamescom 2019: Project x Cloud - prova

Abbiamo testato il servizio di cloud gaming di Microsoft!

ArticoloGamescom 2077: Cyberpunk 2077, così si costruisce Night City - intervista

Kendal Husband, level designer di CD Projekt, ci racconta come si creano i mondi di gioco.

Articoli correlati...

ArticoloGamescom 2077: Cyberpunk 2077, così si costruisce Night City - intervista

Kendal Husband, level designer di CD Projekt, ci racconta come si creano i mondi di gioco.

Ghostrunner: il nuovo action in salsa cyberpunk si mostra in un nuovo filmato di gioco

Caliamoci nei panni di un cyber-guerriero in un nuovo action in prima persona.

Oggi è il compleanno di Hideo Kojima

Il Game Designer compie 56 anni.

Uno scatto svela l'interfaccia di Google Stadia

La Gamescom 2019 rivela interessanti dettagli.

Commenti (23)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza