Dragon's Dogma - preview

Capcom ci ha accompagnato a caccia di draghi.

Negli uffici milanesi di Halifax abbiamo avuto modo di provare Dragon's Dogma, uno dei progetti più interessanti nel portfolio Capcom. A dispetto della forte connotazione geografica del genere, lo sviluppatore nipponico si è cimentato nella creazione di un gioco di ruolo di stampo occidentale, à la The Elder Scrolls V: Skyrim, tanto per intenderci.

Lo sforzo per cercare di carpire lo stile e le meccaniche di base del genere è subito evidente: tra città medievaleggianti, di chiara ispirazione mitteleuropea, e il profondo editor con quale plasmare il proprio alter ego, si trovano in concreto tutti quegli elementi che vi aspettereste da questo genere di produzione.

Si tratterà, infatti, di un titolo che propone una struttura ad ampio respiro, nella quale le quest sono disposte in maniera libera all'interno di una mappa dalle generose proporzioni, liberamente esplorabile a piacimento. Il motore di gioco utilizzato si dimostra sufficientemente agile e potente da gestire un'ampia linea dell'orizzonte e da sviluppare vaste aree completamente in streaming.

1
L'editor dei personaggi consentirà di ottenere le fattezze desiderate, da un giovane guerriero ad un vecchio arciere.

Solo il passaggio all'interno della città ha richiesto un caricamento, oltretutto piuttosto veloce, giustificato però dallo sviluppo anche verticale del centro urbano. Molto apprezzabile il fatto di non aver messo interruzioni tra lo spazio esterno e l'interno degli edifici, ma è anche vero che non tutte le unità abitative sono liberamente esplorabili come nel capolavoro Bethesda.

Anche dal punto di vista della caratterizzazione del personaggio gli sviluppatori non si sono allontanati molto da quelli che potrebbero essere considerati i topoi del fantasy occidentale. Le classi saranno infatti le solite, ovvero guerriero, mago e arciere, alle quali si affiancano delle versioni più avanzate come il distruttore, lo stregone e il cacciatore e gli ibridi paladino, assassino e arcermago. In qualsiasi momento sarà possibile tornare sui vostri passi e modificare una decisione presa in precedenza: presso le locande o i centri benessere sarà possibile cambiare rispettivamente la classe e l'aspetto fisico, ovviamente al costo di un congruo gruzzolo di monete d'oro.

In pratica ogni elemento di crescita ed evoluzione, sia del personaggio, sia dell'equipaggiamento, passerà attraverso una contrattazione economica. All'interno dei negozi presenti nelle città principali potrete acquistare potenziamenti di armi e armatura, pozioni, assoldare compagni, ma anche acquisire nuove abilità. Queste dovranno poi essere mappare sul controller, per essere utilizzate attivamente durante gli scontri, essendo limitato il numero dei tasti a nostra disposizione.

Osserviamo in questo video una battaglia con un drago.

"Pad alla mano, la sensazione è che Capcom abbia influenzato lo stile di gioco per essere maggiormente in linea con il gusto in orientale"

Non sarà presente infatti una barra delle abilità, elemento che sarebbe difficile da gestire per via di un gameplay fortemente votato all'azione, tanto che gli sviluppatori si sono sbilanciati nel definire Dragon's Dogma un hack 'n' slash con diversi elementi di ruolo.

Pad alla mano, la sensazione è che i ragazzi di Capcom abbiano cercato di influenzare lo stile di gioco tipico del genere per essere, in qualche modo, maggiormente in linea con il gusto in orientale. Questo si traduce in una mobilita del personaggio assolutamente superiore a quella di prodotti analoghi (basti pensare che i protagonisti di Dragon Age non possono saltare o scavalcare ostacoli), che unita a una fauna di nemici variegata e di dimensioni ragguardevoli, crea situazioni piuttosto inedite e spettacolari.

2
Nella Faglia sarà possibile cercare, organizzare e reclutare tutte le Pedine presenti online.

Per esempio, in uno scontro con due enormi troll sarà possibile saltare sulla loro schiena e arrampicarsi fino all'enorme testa, in modo infliggergli pesanti danni. In pieno stile Shadow of the Colossus la barra dell'energia stabilirà quanto tempo potrete rimanere aggrappati al loro corpo e il tipo di colpo che potrete assestare, sempre che prima i mostri non vi afferrino e scaraventino a terra, infastiditi dalla vostra fastidiosa presenza.

La grande mobilità sarà sfruttata anche durante le fasi di esplorazione: potrete scalare muri, tetti e recinzioni per cercare oggetti nascosti o missioni segrete. Saranno oltre 300 le quest totali inserite nel gioco, per un monte ore complessivo che dovrebbe superare abbondantemente la tripla cifra.

Similmente alla serie Souls di From Software, potrete indossare o impugnare praticamente qualsiasi tipo di arma: il peso dell'equipaggiamento influenzerà pesantemente la vostra velocità, oltre che il consumo di energia. Sarà dunque fondamentale adeguare il proprio stile di gioco all'armamentario per ottimizzare le prestazioni del vostro guerriero.

Tra gli oggetti più ambiti che sarà possibile trovare, annoveriamo le armature di Gatsu e Grifis, i protagonisti del manga Berserk di Kentaro Miura, che saranno rese disponibili come DLC: questo elemento costringerà molti a mandare al diavolo il bilanciamento pur di brandire l'Ammazzadraghi!

"Una delle caratteristiche peculiari di Dragon's Dogma è la presenza delle Pedine"

Una delle caratteristiche peculiari di Dragon's Dogma è la presenza delle Pedine. Questi non saranno altro che i tre personaggi non giocanti che costantemente vi seguiranno lungo l'avventura. Ognuno di loro sarà completamente customizzabile e seguirà un percorso di crescita specifico. Il loro sviluppo sarà molto importante, prima di tutto per avere un party sempre bilanciato e secondariamente perché le pedine potranno essere scambiate e condivise con gli altri giocatori.

Tramite Facebook e Twitter sarà possibile sponsorizzare la vostra Pedina principale, per cercare di convincere amici e conoscenti ad arruolarla per la loro avventura. In questo modo la vostra spalla potrà crescere e accumulare ricchezze e abilità anche mentre sarete distanti dal gioco, facilitando di molto il vostro compito. Oltre mille Pedine saranno messe a vostra disposizione ma nulla vi impedirà di modificarne ogni minimo aspetto per renderle più appetibili.

3
Il mondo di gioco ha una chiara ispirazione al medioevo mitteleuropeo.

Similmente all'interno della Faglia, il luogo dove reclutare e scambiare le pedine, potrete cercare online i personaggi che meglio si sposano col vostro stile di gioco, sfruttando i diversi filtri messi a disposizione dagli sviluppatori, per reclutarli nel vostro gruppo.

"Soprattutto su Playstation 3, la struttura open world paga dazio dal punto di vista del frame rate"

Dal punto di vista tecnico abbiamo già accennato alla buona resa visiva di Dragon's Dogma. Sfortunatamente, soprattutto su Playstation 3, la struttura open world paga dazio dal punto di vista del frame rate, piuttosto ballerino, oltre che un evidente popup dei PNG e dei nemici, presenti oltretutto in quantità limitate, elemento che rende il mondo di gioco non particolarmente vibrante.

Su Xbox 360 il gioco Capcom sembra gestire con più agilità la mole di dati, valorizzando dunque le scelte di design e i dettagli degli ambienti. Gli sviluppatori hanno comunque confermato che puntano a fissare il frame rate in entrambe le versioni sui 30 FPS.

Ricordiamo che Dragon's Dogma è previsto per il prossimo 25 maggio su Xbox 360 e Playstation 3 e che, chiunque comprerà il gioco, troverà all'interno un coupon per scaricare la demo dell'attesissimo Resident Evil 6.

Vediamo lo story trailer in Italiano di Dragon's Dogma.

Un'ultima cosa: perché si chiama Dragon's Dogma? Semplicemente perché un possente drago ha rubato il cuore del protagonista del gioco. Fisicamente. Deturpato da un'evidente cicatrice, il vostro compito sarà ovviamente quello di recuperare la vostra vita e uscire dallo stato di sopravvissuto, il limbo nel quale siete caduti essendo privi di cuore.

Dragon's Dogma è dunque un esperimento piuttosto interessante, soprattutto per capire come i giapponesi vedono e rielaborano un genere che già dal nome fa capire le forti radici occidentali.

Tra elementi molto, forse troppo classici, vi sono alcune idee piuttosto originali e il combattimento è sufficientemente action e spettacolare da mantenere alto il divertimento, soprattutto in vista della stratosferica longevità.

Dragon's Dogma sarà disponibile il prossimo 25 maggio per Xbox 360 e Playstation 3.

Vai ai commenti (13)

Riguardo l'autore

Luca Forte

Luca Forte

Redattore

Luca si divide tra la gestione del ruspante VG247.it e l'infestare Eurogamer con i suoi giudizi sui giochi sportivi, Civilization, Fire Emblem, Persona e Football Manager. Inviato d'assalto, si diverte a rovinare le anteprime video dei concorrenti di tutto il mondo in modo da fare sembrare le sue più belle.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (13)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza