Blizzard non ha rinunciato a far girare WOW su iPhone

"Il mondo si sta evolvendo con questo piccolo device al centro."

World of Warcraft, potrebbe essere convertito su iPhone, almeno questo è quanto ha confidato un interno di Blizzard a Eurogamer.

Finora a disposizione c'è solo l'applicazione World of Warcraft Mobile Armory, che consente di osservare il proprio personaggio, usare le Auction House e organizzare la gilda.

John Lagrave, senior producer diBlizzard ha detto a Eurogamer che comunque arrivare a risultati decenti "è difficile!"

"L'iPhone è una piattaforma performante, ma bisogna inserire l'interfaccia. Quindi ok, visto il problema, ci siamo messi al lavoro come al solito per risolverlo. Magari non ce la faremo mai, ma ci proveremo."

iphone
E' ufficiale?

"Non distribuiremo nulla fintanto che non saremo sicuri sia decente. E' molto curioso di come il mondo si stia evolvendo intorno a questo semplice device. Sarebbe folle, per uno sviluppatore, non considerare questa piattaforma!

"Quando avremo un'Epifania ve lo riveleremo, ma per adesso, non c'è nessuna Epifania!"

Vai ai commenti (1)

Riguardo l'autore

Luca Forte

Luca Forte

Redattore

Luca si divide tra la gestione del ruspante VG247.it e l'infestare Eurogamer con i suoi giudizi sui giochi sportivi, Civilization, Fire Emblem, Persona e Football Manager. Inviato d'assalto, si diverte a rovinare le anteprime video dei concorrenti di tutto il mondo in modo da fare sembrare le sue più belle.

Contenuti correlati o recenti

Kingdom Under Fire 2 arriverà in occidente nel mese di novembre

Il gioco che unisce MMORPG e RTS arriverà su PC attraverso diversi store digitali.

World of Warcraft Classic: facciamo un tuffo nel passato assieme ai membri del team originale di WoW

Un nuovo interessante filmato ci permette di ripercorrere il viale dei ricordi.

Articoli correlati...

Black Desert per PS4 ha una data di uscita

L'MMO di Pearl Abyss in arrivo anche sulla console di Sony.

The Elder Scrolls Online: Elsweyr, l'avventura tabletop di Bethesda è stata rimossa per plagio

Parti della storia sarebbero state prese da un modulo di avventura di Dungeons & Dragons.

Rare sta lavorando a una nuova IP next-gen che piacerà a chi apprezza giochi come Sea of Thieves?

La storica software house potrebbe continuare sulla strada dei game as service.

Commenti (1)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza