Blizzard riconosce l'impatto di SWTOR su World of Warcraft

La perdita di utenti Ŕ stata causata (anche) dall'MMO BioWare.  

Blizzard ha ammesso che la recente perdita di abbonati a World of Warcraft può essere ricondotta al lancio di Star Wars: The Old Republic.

A novembre 2011, i giocatori dell'MMO Blizzard erano 10.3 milioni, 1.7 milioni in meno rispetto all'anno precedente.

"Certamente guardiamo dove vanno i giocatori di WOW, e abbiamo un piccolo numero di ragazzi che registrano dati per noi", ha spiegato il senior producer di World of Warcraft, John Lagrave. "Naturalmente la gente sta provando Star Wars. Il nostro team di sviluppo sta provando Star Wars! Sono uno dei pochi che ci sta ancora giocando, a dire il vero, ma sì, abbiamo visto un calo nelle sottoscrizioni. Certamente dev'essere attribuibile a The Old Republic, ma anche alla gente che vuole aspettare e prendere Mists of Pandaria, quindi non è una sorpresa".

La software house californiana sta provando ad arrestare l'emorragia di utenti, anche con la prova gratuita di World of Warcraft, che permette di giocare fino al livello 20:

"Potremmo senz'altro considerare l'estensione del livello della prova, quello che puoi portare in termini d'oro e oggetti, e via dicendo. C'è la giusta quantità di cose da provare fino al livello 20, perché acquisisci davvero la gran parte dei sistemi entro quel punto. Ma tutto è possibile. Non ora, ma è tutto assolutamente in discussione".

Vai ai commenti (0)

Riguardo l'autore

Paolo Sirio

Paolo Sirio

Redattore

Boxaro ma non troppo, sonaro a tratti con un occhio di riguardo per Nintendo, comprende ben presto che il mestiere del giornalista, filtrato per la passione dei videogiochi, ha tutto un altro sapore.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (0)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza